Un confronto fra un mito del passato ed uno moderno. Parliamo della "vecchia" Peugeot 205 GTi, versione Gutmann, e la Peugeot 208 GTi, sua evoluzione moderna. Come potete vedere dal video che vi mostriamo di segito, la 205 GTi è una versione preparata da un tuner tedesco autorizzato da Peugeot che, negli anni'80, produsse circa 3000 unità di tale modello. L'assetto è ribassato di 30 mm e il suo aspetto è reso più cattivo da cerchi da 15'' neri con canale da 7 pollici. Il motore 1.9 aspirato sviluppa ben 160 cavalli per un peso di 950 chilogrammi. Parliamo di un'auto molto apprezzata dagli appassionati iin quanto i motori aspirati ormai rappresentano una rarità e basta guidarla fra le curve per capire davvero il concetto di divertirsi al volante. 

 

La 208 GTi, rispetto alla sua antenata, presenta uno sterzo decisamente più omogeneo nel carico e diretto nelle rotazioni, sebbene meno connesso all'asfalto. L'assetto riesce ad assorbire meglio quelle che sono le irregolarità della strada e sostenere il grip delle gomme in frenata, in curva ed accelerazione. Il motore 1.6 turbo non lascia molto scampo in termini di prestazioni, mentre in ordine di marcia arrivare a pesare 400 chili in più della 205 GTi.
 
La ripresa e l'allungo di200 CVe 275 Nm a 1.700 giri/min sono superiori, con una sicurezza ed un confort decisamente maggiore di colei che l'ha preceduta. Quest'ultima però con tanta emozione in più alla guida. 
 

Una storia davvero strana quella della quale ci giunge notizia della Romania, precisamente da Cluji. Qui, una signora cammina tranquillamente per le strade della città. Il punto è che ha con sé un punteruolo e riga le auto parcheggiate lungo la strada. Il motivo? Non lo sappiamo, sebbene la donna abbia detto all'utente che l'ha ripresa con il cellulare: "Ho le mie ragioni".

 
Non ci è dato sapere se si tratti di una vendetta nei confronti di qualcuno che ha fatto la stessa cosa con la sua auto; sta di fatto che, incurante di modelli o marchio, la donna passa vicino alle auto e le firma quasi come se fosse Zorro con il suo punteruolo. Almeno 5 le auto sfregiate, prima di essere fermata dal passante che le chiede spiegazioni. 
 
La donna sembra non essere conscia del fatto che ciò che fa è illegale, né sembra provare vergogna nel rigare le auto in sosta dinanzi ad una videocamera. I proprietari dei veicoli potrebbero ora pensare di farsi vendetta da soli, sebbene, dopo aver visto il filmato, è probabile che ci pensino direttamente le autorità.

Fare un'autentica figuraccia. Questo è l'incubo di chi partecipa ad un raduno di automobili, ma soprattutto di chi possiede una supercar, in quanto oltre al danno si verifica anche la beffa. Decisamente probabile, infatti, è l'ipotesi che si possa venire filmati dai passanti e che quindi la propria figuraccia venga vista da mezzo mondo su YouTube. Ciò, in sintesi, è quello che è accaduto ad un conducente di una Lamborghini Diablo. Siamo in Giappone, precisamente a Tokyo, e nel corso di un raduno dedicato ai soli proprietari di Lamborghini, costui ha fatto una solenne figuraccia. 

 

Passano lungo la strada i primi 3 proprietari di Lamborghini che si comportano in maniera più che normale, sfrecciando nel traffico a bassa velocità ma dando comunque voce al motore V12, salvo poi rallentare. Rispettano il codice. Il quarto automobilista però, a bordo di una Lamborghini gialla come potete vedere nel video, decide di fare il furbo e passa davanti agli spettatori con le portiere aperte. Decide di chiuderle in movimento, pochi attimi prima che la Diablo cominci a scalciare. Il risultato è che il conducente pesta sul gas, ma non riesce a gestire la perdita di aderenza. La coupé pattina e sbatte contro il guard rail. Il cofano viene distrutto e i danni sono decisamente evidenti. 

Ecco cosa succede a chi decide di fare troppo lo sborone, amici.

 

La nuova FIAT 124 Spider rappresenta una delle novità più attese di questo 2016: non si conosce ancora la data di lancio di questa nuova automobile della casa di produzione automobilistica italiana, ma possiamo mostrarvi già il video di questa prossima uscita.

Nel video, infatti, possiamo ammirare il design interno ed esterno che si ispira fortemente al design iconico degli anni '60. Tutte le varianti della FIAT 124 Spider faranno leva su un motore 1.4 turbo benzina MultiAir da 140 CV e 240 Nm che raggiunge una velocità massima pari a  220 km/h con un’accelerazione 0-100 km/h completata in 7.5 secondi.

Ecco il video:

Quando si parla di automobili, Mercedes è da sempre sinonimo di classe, eleganza e potenza. Dopo l'introduzione della Classe A (più piccola nella forma e monovolume), nonché di quella CLA, Mercedes Classe C era alla ricerca di una nuova identità. Mercede svolge in pieno il suo compito con la creazione di una nuova linea di vetture in sintonia con quelle che sono le auto della Classe S e che per la prima volta abbiam potuto osservare al Salone di Ginevra.

 
La nuova Mercedes Classe C presenta una carrozzeria fluida e moderna, ma riesce comunque ad essere elegante. Il frontale è levigato, mentre il cofano corto e la coda spiovente slanciano la vettura in avanti. Una pecca è data dal bagagliaio che non sembra essere molto capiente, in ogni caso, di contro, dietro si sta seduti davvero comodamente. 
 
Piccole gioie per gli automobilisti: la plancia della nuova Mercedes Classe C ha un design decisamente pulito. Per quanto riguarda il touchpad sul tunnel centrale, occorre dire che questo è molto intuitivo ma permette anche di esplorare il sistema d’infotainment che campeggia al centro dell'abitacolo.
 
Aggiungiamo anche che la Classe C ha motorizzazioni tutte Euro 6. Esse partono dal benzina 1.6 litri da 116 CV della C 180 e si sale poi ai 184 CV della C 200. Non mancherà anche il turbodiesel 2.2 litri da 170 CV della C 220. Presto saranno poi disponibili anche le versioni ibrida e ibrida plug-in, mentre, a richiesta, sarà disponibile anche il cambio automatico a 7 marce, la trazione integrale e le sospensioni attive.
 
 
Ecco il video della presentazione della nuova Classe C dal Salone di Ginevra:
 
 

 

 

Page 2 of 3

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand