Dopo circa 4 anni di gestazione e grazie ai suoi 887 CV, nonché un peso di 1.675 k, Porsche 918 Spyder vanta un sistema ibrido che le consente di raggiungere i 345 km/h, consumando in media 3,0 litri di carburante per percorrere 100 chilometri. Due sono i motori elettrici che, sommati al V8 di 4,6 litri permettono di viaggiare a zero emissioni grazie alla sola alimentazione a batterie. Ciò consente di sfruttare entrambe le propulsioni e puntare al massimo delle prestazioni, grazie anche al suo costo (decisamente considerevole) che si aggira intorno agli 800mila euro.
 

Il video che vi mostriamo di seguito mostra quello che è un autentico capolavoro della tecnica, con carrozzeria in fibra di carbonio, alettoni mobili e una sonorità davvero coinvolgente per mezzo di accelerazioni che si mostrano in ogni caso sorprendenti e mozzafiato. La livrea bianca di questa 918 Spyder appare davvero pulita e impegnata fra cordoli e rettilinei. Il Weissach Package permette alla Porsche 918 Spyder di accelerare da 0 a 100, 200 e 300 km/h rispettivamente in 2.6,7.2 e 19,9 secondi che davvero fa diventare l'elettricità la migliore amica di un pilota sportiva.

Fino al prossimo 30 giugno, Honda propone un ottimo sconto alle aziende e a coloro che hanno partita IVA per l'acquisto della piccola Honda Jazz Hybrid. Lo sconto sarà di 1.660 euro sul prezzo di listino ed inoltre può essere cumulato allo sconto governativo di 2.000 euro che è ancora disponibile per clienti business, sebbene con il vincolo della rottamazione di un veicolo che abbia almeno 10 anni di età. La Jazz Hybrid, grazie al bonus Honda e all’incentivo statale, costerebbe dunque di 15.540 euro per la versione Comfort e 16.990 euro per quella Elegance. L'Ipt è esclusa per entrambe le versioni
 
Honda Jazz è un'ibrida leggera. La Jazz Hybrid, in seguito all’uscita dal listino di Insight e CR-Z, rappresenta al momento l’unica ibrida della gamma Honda. Il motore è un 1.4 benzina abbinato, in un sistema mild hybrid, ad un motore elettrico da 10 kW. Il cambio invece è a variazione continua CVT.  La vettura è capace di sviluppare circa 98 CV con una coppia massima di 167 Nm a 1.000 giri. I consumi dichiarati nel ciclo misto di omologazione sono invece di 22,2 km/litro con emissioni di CO2 di 104 g/km.
 
 
 

In seguito all'infelice esperienza della Veyron, della quale sono stati prodotti 450 esemplari con una perdita di 4,95 milioni di euro per ogni auto venduta, Bugatti starebbe pensando ad una svolta, pur restando però nel settore delle hypercar ad altissime prestazioni. Come già aveva già anticipato Wolfgang Schreiber, presidente della Bugatti, la marca 'top' del Gruppo Volkswagen avrebbe elaborato i piani ed i progetti tecnici per un modello che andrà a sostituire la Veyron e che consenta il rilancio di questo brand.

I rumors che sono giunti dall'azienda e che sono relativi ad una inedita Bugatti ibrida, parlano di una vettura capace di superare le prestazioni della Veyron Grand Sport Vitesse da 1.200 Cv.

Un portavoce di Bugatti ha fatto sapere che questa vettura ''non sarà meno eccitante della Veyron perché i nostri clienti hanno certe aspettative''. Si parla così di una variante da 1.500 Cv del 16 cilindri Bugatti, riprogettata in modo da abbassare le emissioni e al contempo sfruttare la sezione elettrica per incrementare sempre più le prestazioni.

Mascherata soltanto con dei fogli adesivi, ha fatto il suo debutto al Nürburgring dal Motorauthority, la Honda NSX. L'estetica si presenta praticamente uguale, mentre a cambiare sono la griglia anteriore e gli sfoghi d'aria sul cofano. Il riferimento agli USA non è certamente casuale in quanto la supersportiva è sviluppata da Honda USA e sarà proprio costruita nella fabbrica di Merysville, nell'Ohio. Ciò che Honda, dichiaratamente, ha in mente è quello di “costruire un'auto che vada come una Ferrari 458 e costi come una Porsche 911”, quasi come la NSX del 1990. Altre rivali, di tutto rispetto, saranno però Audi R8 e Nissan GT-R, sebbene  rivale per eccellenza sarà la BMW i8.

Il debutto della Honda NSX è previsto per la prima parte del 2015, mentre le vendite dovrebbero partire nell'autunno dello stesso anno. Il motore è un V6 ad iniezione diretta 3.5 o 3.7 dotato di doppio turbo e con la fasatura VTEC posta in posizione centrale coadiuvato da un motore elettrico. Tutto è poi collegato alle ruote posteriori. Il cambio sarà una doppia frizione a 7 rapporti, in blocco con il motore. Nulla sappiamo di quella che sarà la potenza, sebbene sia facile immaginare delle prestazioni di tutto rilievo anche superiori ai 500 CV.

Il prossimo 16 agosto un esemplare unico della BMW i8 sarà messo all'asta dalla Gooding & Company nel corso del tradizionale Concorso d'Eleganza di Pebble Beach, in California. All’asta, i cui proventi saranno devoluti in beneficenza alla Pebble Beach Company Foundation, parteciperà quella che è una supercar a dir poco unica. La particolare BMW è declinata nell'inedita tinta grigia Individual Frozen Grey che presenta interni lussuosi ed accessori svariati, tale da fare davvero gola a quelli che sono gli appassionati più esigenti. La one-off tedesca si caratterizza per degli interni in pelle Dalbergia Brown che sono messi in risalto dalle cuciture BMW i Blue.

Tra gli accessori non mancano i gruppi ottici laser ed il Pure Impulse Tera World Package con delle cinture in tinta. Particolare è anche il logo i8 sui poggiatesta o dalla BMW Charging Station, sebbene non manchino i servizi di connettività "360° Electric Program" e il lussuoso equipaggiamento di serie. Sotto il cofano abbiamo la grintosa coupé 2+2 che non rinuncia all'innovativa motorizzazione ibrida plug-in da 362 CV, tale da unire un motore a scoppio e quello elettrico per mezzo del sistema ibrido plug-in di nuova generazione.

Page 1 of 4

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand