Suzuki S-Cross è frutto dell'esperienza fatta con la SX4. Parliamo di una vettura che misura 4 metri e 30 di lunghezza, 1,76 di larghezza e 1,58 di altezza, sebbene sia comunque più leggera di 55 chilogrammi rispetto alla versione precedente. Parliamo di una versione crossover, che davvero sembra lanciare una grossa sfida ai consumi. Una prova su strada, su un percorso misto di ben 160 chilometri, con saliscendi, strade statali e tratti urbani, ha messo in evidenza che si è riusciti a percorrere ben 33,7 chilometri con solo litro di gasolio (per quanto riguarda la versione diesel). Contribuiscono a questo risultato un motore efficiente, di origine Fiat, la scocca leggera e l'estrema cura dell'aerodinamica, che è migliorata anche grazie alle carenature sotto la scocca. 
 
Per la prova su strada, ogni pilota ha avuto a disposizione 120 minuti per percorrere gli 80 chilometri a sua disposizione (2 giri) e che hanno messo in evidenza la percorrenza di più di 30 chilometri con un solo litro di benzina (per le versioni a benzina). Certo, nella prova reale, nella città, per risparmiare bisogna davvero avere qualche accortezza, ma non procedere a ritmo di lumaca. 
 
Ecco dunque alcuni piccoli consigli che sicuramente consentono di ottenere risparmi sensibili nei consumi.
 
1. Controllare la corretta pressione degli pneumatici.
2. Non partire mai troppo rapidamente ma in maniera costante, in quanto è in quella fase che il motore consuma di più.
3. Mantenere una velocità costante nei viaggi, evitando delle brusche accelerate soprattutto nei sorpassi.
4. Non viaggiare sotto al regime di coppia minimo, in quanto si consumerebbe troppo.
5. Impostare l’indicatore di consumo istantaneo, qualora sia in dotazione, in modo da verificare sul display qual è il proprio stile di guida. 
 
 

Nissan X-Trail si rinnova anche e a partire dallo stile, così come ha fatto Qashqai. Il nuovo crossover proveniente dal Giappone è disponibile sul mercato italiano sia in versione 2WD che 4x4. Tra le novità abbiamo i 3 allestimenti Visia, Acenta e Tekna, il motore 1.6 turbodiesel da 130 CV e un listino base di 27.500 euro. Il prezzo base è quello relativo alla Nissan X-Trail Visia con cambio manuale 6 marce. La versione con il cambio automatico 2WD X-Tronic Acenta, invece, parte da 30.500 euro, mentre la AllMode 4x4i manuale Acenta costa ben 31.300 euro.



Non finisce qui. Per passare dallìallestimento Visia 2WD manuale di X-Trail a quello Acenta che offre in più il climatizzatore automatico bi-zona, i sensori di parcheggio, luci/pioggia, fendinebbia e specchietti elettrici, occorre un supplemento di 1.300 euro. La ricca versione Nissan X-Trail Tekna costa invece ben 4.300 euro in più della Visia, ma nell’equipaggiamento di serie è compreso il Nissan Safety Pack, che si compone di sistema di rilevamento segnaletica stradale, avviso cambio di corsia involontario, fari abbaglianti automatici e sistema anticollisione frontale, senza contare i fari Bi-Led autolivellanti, i cerchi da 19”, le barre al tetto e il portellone elettrico. Disponibilità prevista anche per avere i 7 posti in macchina. 

 

Renault Captur rappresenta decisamente una delle crossover di ultima generazione, che ha avuto una certa e buona accoglienza da parte del pubblico italiano. Circa 16.415 sono state le immatricolazioni fra il 2013 e i primi mesi del 2014. Ovviamente non parliamo delle 34.000 vetture come le Nissan Qashqai che sono state vendute nel Belpaese nello stesso periodo di riferimento, ma ciò rappresenta comunque una conferma in quanto appare evidente come i consumatori appaiono per lo più orientati verso SUV compatti. 

Parliamo di crossover, piccole monovolume e delle multispazio che sono più versatili e funzionali. Renault ha anche deciso di estendere alla Captur le promozioni che ricadono sotto la bandiera degli “Ecoincentivi Renault 2014”. Fino al 31 maggio 2014 la Renault Captur Wave Tce 90cv S&S è disponibile a 13.950 euro invece che a 16.150 euro, come prevede il listino. Tuttavia, dev'esserci il ritiro o rottamazione di un’auto “decennale” (immatricolata prima del 31 dicembre 2004) e di proprietà del cliente da almeno sei mesi. La vettura può anche essere acquistata con finanzialmento con un anticipo di 4.850 euro e 60 rate da 198,99 euro (TAN 5,99%, TAEG 8,42%) e un anno di Rc Auto in omaggio. La Capture Tce monta un motore tre cilindri a benzina di 0,9 litri capace di sviluppare ben 90 CV e che consente uno scatto da 0 a 100 km/h in 12,9 secondi, consumando nel ciclo combinato 4,9 l/100 km. 

 

Sebbene ancora nulla sappiamo dell'attesissimo SUV Seat, la cui uscita è prevista per il 2016, la Leon X-PERIENCE inizia a percorrere strade meno battute, facendo il primo passo verso quelli che possono essere definiti crossover fuoristradati. La base è quella della Seat Leon ST, che viene orarialzata di 15 mm, dotata di trazione integrale permanente e caratterizzata da un look “più avventuroso”.

La vettura presenta un'estesa protezione inferiore in plastica scura che va ad incorniciare anche i passaruota e le prese d’aria specifiche e fari fendinebbia. I cerchi da 17” o 18” hanno un design esclusivo a cinque razze. Anche all'interno abbiamo lo stesso trattamento in quanto spiccano finiture bicolore nero-grigio per i sedili, perfino con inserti in Alcantara, cuciture a contrasto arancioni e logo X-P. Immutata la capienza del bagagliaio che si assesta sui 587/1.470 litri.

Per quanto riguarda i motori si passa dal 1.6 TDI 110 CV che le fa consumare in media 4,8 l/100 km alla versione 2.0 TDI 150 CV che invece si ferma a 4,9 l/100 km, così come le 2.0 TDI 184 CV che presentano di serie il cambio DSG che raggiunge i 224 km/h e scatta da 0 a 100 km/h in 7,1 secondi. Il motore 1.8 TSI benzina da 180 CV e DSG prevede un consumo di 6,6 l/100 km. Il sistema di trazione integrale invece utilizza una frizione multidisco Haldex di quinta generazione che in caso di slittamento delle ruote anteriori va a distribuire la coppia motrice al retroreno. Tra le dotazioni di serie spiccano i fari full LED, il cruise control adattivo e il controllo del mantenimento corsia. Non ci resta che attendere l'autunno.

La Opel Adam Rocks è stata messa duramente alla prove sulle strade di Dudenhofen, in Germania, dove la vettura ha percorso circa 40.000 km sull’anello ad alta velocità e sul circuito collinare. Ebbene la crossover urbana ha davvero mostrato i muscoli. Dista dal suolo 15 mm e ha degli elementi del telaio che sono modificati o configurati in modo diverso.

Basta pensare agli ammortizzatori, alle molle, alla geometria delle sospensioni anteriore e posteriore, lo sterzo ed il controllo elettronico della stabilità (ESC). Una prova decisiva è stata quella realizzata sul circuito di endurance.

Tale percorso si distingue per diverse superfici stradali, tra cui asfalto e lastricato, e per la presenza di molte cunette e curve. I tecnici hanno dapprima verificato se le prestazioni e la qualità fossero davvero quelle progettate, salvo poi esaminare i fissaggi, imbullonati per la produzione di serie. Le verifiche hanno dato l'ok e la vettura potrà essere ordinata a partire dal prossimo mese di settembre.

Page 1 of 6

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand