Sportiva ma pratica. Si può definire così in due parole la nuova BMW 320d Touring, protagonista della prova su strada che andiamo a descrivervi, un’auto che fin dal primo impatto visivo è chiaramente riconoscibile come componente della serie 3 della casa di Monaco per il suo design estremamente moderno e ricco di particolari. Con una linea sportiva, caratterizzata dal cofano affilato con la sempre più classica calandra accostata ai fari allungati, e dalle fiancate con le nervature in evidenza, è stata oggetto di un piccolo aumento nella lunghezza che ora arriva a 4260 mm, ed ospita il motore 3.0 turbodiesel da 184 cavalli che si è dimostrato da subito pronto e vigoroso, ma nello stesso tempo tra i migliori della categoria dal punto di vista del consumo. I contenuti tecnologi della BMW 320d Touring e la qualità generale della vettura sono ancora una volta all’altezza della tradizione della casa tedesca. Le linee dinamiche della 320d Touring sono completate dal profilo del padiglione posteriore con i gruppi ottici che proseguono fino alle fiancate, dalla minigonna che salendo verso la parte posteriore della vettura danno un senso di continuità alle linee, e dalle barre, che sono però un optional. Molto ampio il bagagliaio, che risulta molto capiente se paragonato alle dimensioni della vettura con i suoi 495 litri di capacità in assetto normale, e che salgono a 1500, con il sedile posteriore abbassato. Gli interni della 320d Touring sono nel tipico stile della casa bavarese con l'impiego di materiali di pregio. La plancia strumenti è estremamente funzionale e consente al guidatore di avere a portata di mano tutti gli elementi di comando. Molte le modanature sulla plancia sia dal lato guidatore, che è asimmetrica, che dal lato passeggero. Entrambi i passeggeri hanno un buon accesso alla consolle centrale che contiene l'iDrive Controller, il cui monitor dal display sottile e con alta risoluzione è posizionato sulla plancia strumenti.

 

Test-drive-BMW-3-serie-Touring-320d

 

Il motore 2.0 turbodiesel ha la classica architettura a 4 cilindri in linea, con 184 CV di potenza ed una coppia max di 380 Nm tra i 1750 ed i 2750 giri, ed è abbinato ad un efficiente cambio automatico a 8 rapporti ( optional ), veloce quando si adotta una guida sportiva ma capace anche di innesti quasi impercettibili quando il conducente cerca nella vettura più il confort che la sportività. Se si sceglie la modalità Eco Pro, non appena si raggiungono i 70 chilometri orari si inserisce il rapporto, sfruttando al meglio la coppia del motore e migliorandone l’efficienza ed il consumo. Oltre alla modalità Eco Pro, il cambio può essere utilizzato anche nelle modalità Comfort, Sport e Sport+, ognuna con le sue caratteristiche peculiari; ad esempio con le opzioni Sport e Sport+ le sospensioni elettroniche si irrigidiscono, ed il cambio innesta la marcia superiore ad un regime di rotazione del motore più elevato, mentre l’ESp + meno invasivo e lo sterzo diviene più pronto nella risposta. In ogni situazione comunque la guida della 320d Touring è agile e precisa. Nella versione base il cambio è manuale a 6 marce. La dotazione di serie della 320d Touring supera sicuramente l’indispensabile e comprende tra gli altri anche il sistema start e & stop automatico, i cerchi in lega da 17 pollici a razze multiple styling 414 con pneumatici 225/50 R17 runflat, gamma completa di airbag lato guida e passeggero, airbag laterali e airbag per la testa anteriori e posteriori, ed i fari bixeno con anelli luminosi a LED; esaminata dall’Euro NCAP ha superato i crash test con la massima valutazione possibile di cinque stelle. Il prezzo di listino di 41600 Euro della versione XDrive Touring Sport non è certo accessibile a tutti, e deve essere considerato come una base di partenza, in quanto la valorizzazione completa della vettura si ottiene solo aggiungendo optional a pagamento, come il cambio automatico, le sospensioni elettroniche ed i sensori di parcheggio. La gamma della nuova BMW serie 3 Touring comprende ben 69 versioni tra le diverse motorizzazioni ed allestimenti realizzabili, alimentate sia a benzina che a gasolio. La più piccola è la serie 316i con prezzi da 32350 Euro ( allestimento base ) a 37450 Euro ( allestimento MSport ), che monta un motore 1,6 sovralimentato a benzina da 100 cavalli, la più grande la serie 330d che parte dai 47300 Euro ella versione base 330dA Touring e raggiunge il top di gamma con la 330dA XDrive Touring Sport venduta a 54600 Euro. La serie 330d monta un propulsore sovralimentato a gasolio, 6 cilindri in linea di 2993 cc di cilindrata ed una potenza di 258 cavalli ed ha di serie il cambio automatico ad 8 rapporti.

 

Il Qashqai è stata la vettura della svolta, per la Nissan, in Europa. Un po' Suv. un po' Monovolume, ha saputo trovare il giusto compromesso nelle dimensioni, capace di dimostrarsi agile in città e cattiva sulle strade extraurbane e nei percorsi sconnessi.
Salendo a bordo del Qashqai ci si rende immediatamente conto delle dimensioni importanti del suo abitacolo, estremamente confortevole e spazioso per tutti gli occupanti, anche nella versione a sette posti che è stata successivamente affiancata a quella tradizionale a cinque. Le poltrone anteriori e i divani posteriori sono avvolgenti e offrono totale confort anche nei viaggi a lungo raggio.
Mettendosi al volante ci si accorge immediatamente dell'ampio raggio di visuale di cui gode il conducente durante la guida, grazie anche ai montanti particolarmente sottili, mentre la visione posteriore non può essere garantita al 100% dal lunotto di dimensioni eccessivamente ridotte, ma il tutto è compensato dagli ampi specchietti retrovisori e dal sistema opzionale di telecamere che poi inviano le immagini al monitor inserito in plancia.

 

interno-Nissan-Qashqai-cruscotto


Gli strumenti di bordo sono tutti lievemente orientati verso il conducente, che può così accedervi comodamente anche durante la guida senza distrarsi.
Lo sterzo risponde velocemente alle sollecitazioni del conducente e il cambio manuale innesta le marce senza fatica e senza colpi grazie anche a un'ottima frizione; la tenuta di strada è molto buona anche in curva nonostante il baricentro alto. Viene venduta di serie con la trazione anteriore, ma è disponibile anche con la trazione integrale inseribile per un maggior controllo sui terreni viscidi, anche se questa non si dimostra propriamente una vettura adatta ai fuoristrada, dal momento che la carrozzeria non dispone delle adeguate protezioni e i pneumatici di serie non sono particolarmente adatti ad arrampicarsi sui terreni scoscesi.
Sul fronte delle dimensioni, il Qashqai è lungo 4,33 metri, largo 1,78 metri ed è alto 1,62 centimetri.
Per quanto riguarda le motorizzazioni, Nissan ha scelto di basare tutto sulle cilindrate 1.5, 1.6 e 2.0 e su tre diverse carburazioni: benzina, diesel e gpl. La potenza in cavali dei motori del Qashqai va dai 117 ai 150 cavalli e i consumi, viste le dimensioni del mezzo, possono dirsi contenuti (da 12,0 a 22,2 km con un litro di carburante).
Il prezzo base per acquistare una Nissan Qashqai è di 19.200 euro ma si può arrivare fino a 32.550 euro per la versione più completa.

 

La Kia Pro_Cee'd GT, è fondamentalmente la prima vera sportiva immessa sul mercato dalla casa automobilistica coreana. Uno sforzo ulteriore dopo che Kia ha rinnovato nel corso degli ultimi 24 mesi quasi l’80% della propria gamma di vetture, che si propone di interessare al marchio Kia anche i più giovani e quei guidatori che ricercano una maggiore sportività, cosa che la casa coreana non poteva finora offrire. La versione che sarà proposta sul mercato italiano, e che è prodotta in Europa, nello stabilimento slovacco di Zilina, è la 1st edition, con il colore GT White, che si distingue per un triplice strato perlato, e per il tetto panoramico in cristallo che conferiscono un look moderno e sportivo, insieme all’assetto ribassato ed agli scarichi.

Le sue dimensioni sono 4.310 mm di lunghezza, 1.780 di larghezza e 1.430 di larghezza, con un passo che misura 2.650 mm. Per quanto riguarda gli interni rispetto alla berlina 3 porte si notano la presenza dei sedili Recaro, il rivestimento dal colore brunito dei montanti e del tetto ed il colante sportivo esaltato dalle cuciture rosse, che si ritrovano anche nel rivestimento dei sedili. Comoda per cinque persone, propone un bagagliaio da 380 litri espandibile. Altra caratteristica della 1st edition sono i cerchi in lega da 18 pollici, mentre per quanto riguarda la tecnologia a bordo abbiamo i sensori di distanza con la telecamera, il cruise control, il bluetooth, ed il climatizzatore.

Di ottimo livello i fari di profondità allo xeno e le luci diurne con tecnologia a led. Il motore della Kia Pro_Cee'd GT è il nuovo turbo 1,6 che sprigiona 204 cavalli, e 265Nm di coppia, che sono trasmessi alle ruote mediante il cambio manuale con 6 marce. Le prestazioni indicate dalla casa coreana indicano a 230 km/h la velocità massima ed in 7,7 secondi il tempo necessario per accelerare da 0 a 100 km/h. Nell’assetto sono state variate le molle degli ammortizzatori, ora più rigide e le barre di torsione, oltre ai freni con le pinze abbinate ai dischi freno autoventilati. La Kia Pro_Cee'd GT monta pneumatici Michelin 225/40r18.

 

Caratteristiche-prezzo-e-data-di-uscita-Kia Pro_Cee'd GT

 

 

I 204 CV del motore turbo sono piuttosto facili da utilizzare, ed assicurano una guida piacevole, permettendo di accelerare senza sussulti già attorno ai 2.000 giri, e la sesta marcia quando si viaggia in autostrada sembra un cambio automatico. Per la casa coreana si tratta di un buon passo in avanti in termini di motoristica, ed anche il cambio risulta molto preciso.

L’impianto frenante è di ottimo livello con una buona modulazione quando si guida a bassa velocità, e nello stesso tempo dotato di buona potenza quando il ritmo aumenta. Un comportamento in strada davvero buono, quello della Pro_Cee'd GT dato dal mix tra il telaio molto sincero, le sospensioni e l’impianto frenante. La nuova Kia sotto questo aspetto sa essere sportiva, ma nello stesso tempo molto attenta alla sicurezza ed al comfort. Interessanti i valori relativi al consumo medio, infatti con una guida tranquilla si possono raggiungere i 12 km al litro, un dato molto buono se rapportato alle caratteristiche del suo motore turbo ed alle dimensioni esterne dell’auto.

Il lancio in Italia della Pro_Cee'd GT avverrà nel mese di settembre con un prezzo non ancora comunicato, ma che secondo indiscrezioni non dovrebbe discostarsi molto dai 28.000 Euro, una quotazione in riga con la vettura ed i suoi contenuti tecnici. L’unico problema, che si spera verrà risolto a partire dal prossimo anno, è che la disponibilità di Pro_Cee'd GT nei restanti mesi del 2013 sarà in tutto di 70 esemplari. In definitiva se dovessimo indicare le migliori caratteristiche della Pro_Cee'd GT, ci orienteremmo sul motore brillante, accoppiato ad un assetto piacevole ed alla carrozzeria dalla linea molto interessante, oltre che alla ottima funzionalità della tecnologia disponibile a bordo vettura, mentre i difetti sono veramente pochi, tra tutti lo sterzo non sportivo ed i troppi pulsanti presenti sul volante.

 

Page 4 of 4

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand