Con la Astra Sport Tourer quarta serie, la Opel è tornata ad esplorare il segmento delle station wagon che rappresenta in questi ultimi anni una parte importante del mercato automobilistico. La vettura della casa tedesca va alla ricerca di una clientela particolare: una famiglia che oltre alla solidità e flessibilità, chiede alla propria auto un grande spazio. La versione esaminata, l’Astra Sport Tourer 1.7 CDTI EcoFlex si inserisce con convinzione proprio in questo range, proponendo all’acquirente un invitante mix tra una grande attenzione ai consumi ed una capacità di carico, all’interno dell’abitacolo e nel bagagliaio che risponde a tutte le esigenze. Certo il design non è innovativo, ma la carrozzeria presenta linee grintose e dinamiche, con fiancate robuste, ed un striscia cromata nel paraurti, che procura alla vista una sensazione di maggiore larghezza. La comodità a bordo è eccellente, non solo come selleria, ma anche per lo spazio sfruttato al meglio dagli stilisti della Opel. La flessibilità della Opel Astra Sport Tourer si può toccare con mano se si passa al bagagliaio, che il guidatore può modulare in accordo alle proprie esigenze, aumentando così la capacità di carico a disposizione fino a 1550 litri. Infatti grazie all’azionamento di semplici comandi i sedili posteriori potranno essere abbassati in un sol colpo. Il vano di carico inoltre si trova ad una distanza minima da terra ed è facilmente accessibile. Il kit di riparazione degli pneumatici è situato nel pozzetto inferiore. La chicca è data dal portabici integrato FlexFix. Il motore, un con una potenza di 130 cavalli ed una coppia di 200 Nm si rivela equilibrato in ogni situazione e pronto in partenza; in questa 1,7CDTI Ecoflex è abbinato ad un cambio manuale con 6 rapporti, con innesti molto precisi, grazie anche alla presenza di una frizione leggera, come anche lo sterzo. Ma come detto uno dei punti di forza è senza dubbio il consumo, che parte dai 18 chilometri al litro per la guida nel traffico urbano, per arrivare ai 23 in autostrada, livelli eccellenti per questa tipologia di vettura. La sicurezza è assicurata dal sistema Eye che grazie alla telecamera situata dietro lo specchietto retrovisore interno, permette di impostare il sistema anticollisione a piacimento del guidatore, decidendo la distanza minima dl veicolo che precede la nostra vettura, oltre la quale si viene avvertiti tramite un sistema sonoro. Altre interessanti soluzioni nel campo della sicurezza sono l’avviso di invasione involontaria della carreggiata e la presenza di gruppi ottici allo xeno.

All’interno si avverte subito una impressione di solidità, i materiali utilizzati sono di eccellente qualità, i pulsanti sulla plancia sono ben posizionati e facili da raggiungere da parte del guidatore; sul cruscotto, posizionato tra tachimetro e contagiri, il display LCD informa sul consumo; ottimo l’infotainment ed il cruise control non adattativo.

 

Interno-opel-astra-sports-tourer

 

Nel corso della prova l’Astra Sport Tourer 1.7 CDTI ecoFLEX ha mostrato una tenuta impeccabile in tutte le situazioni, anche sul bagnato, grazie anche al nuovo telaio, comune a tutta la gamma ed alle sospensioni posteriori che garantiscono una migliore stabilità in curva rispetto alla precedente versione, eliminando del tutto il sovrasterzo. Ogni modello è disponibile in tre allestimenti ognuno caratterizzato da propri colori, ma tutti hanno come dotazione di serie il volante con comandi radio, il controllo elettronico della stabilità e della trazione, l’ABS a 4 canali, il ripartitore elettronico della frenata che garantisce la massima stabilità anche nelle frenate più decise, i sensori per pioggia e luci, ed il cruise control. La gamma Astra Sport Tourer si compone di 18 modelli di cui 6 alimentati a benzina, 2 a benzina o gpl, in versione aspirata e turbocompresso e 10 con motore diesel che montano i due motori turbocompressi 1,7CDTI e 2,0 CDTI. I cerchi ruota sono in acciaio da 16 pollici nell’allestimento Elective e da 17 pollici in lega nell’allestimento Cosmo. La versione in prova ha un prezzo di listino di 24850 Euro ed è tra le più costose della gamma, ma con allestimenti e motorizzazioni diverse si parte da 17400 Euro. In definitiva l’acquisto della Opel Astra Sport Tourer è consigliabile per la guida dinamica, l’eleganza sportiva, la grande capacità di carico del bagagliaio, l’estrema sicurezza ed il giusto equilibrio tra le prestazioni ed i consumi, senza dimenticare le basse emissioni in atmosfera. La quarta serie ha proprio tutto per far ripetere alla casa tedesca i successi ottenuti con le serie precedenti.

 

La Kia Pro_Cee'd GT, è fondamentalmente la prima vera sportiva immessa sul mercato dalla casa automobilistica coreana. Uno sforzo ulteriore dopo che Kia ha rinnovato nel corso degli ultimi 24 mesi quasi l’80% della propria gamma di vetture, che si propone di interessare al marchio Kia anche i più giovani e quei guidatori che ricercano una maggiore sportività, cosa che la casa coreana non poteva finora offrire. La versione che sarà proposta sul mercato italiano, e che è prodotta in Europa, nello stabilimento slovacco di Zilina, è la 1st edition, con il colore GT White, che si distingue per un triplice strato perlato, e per il tetto panoramico in cristallo che conferiscono un look moderno e sportivo, insieme all’assetto ribassato ed agli scarichi.

Le sue dimensioni sono 4.310 mm di lunghezza, 1.780 di larghezza e 1.430 di larghezza, con un passo che misura 2.650 mm. Per quanto riguarda gli interni rispetto alla berlina 3 porte si notano la presenza dei sedili Recaro, il rivestimento dal colore brunito dei montanti e del tetto ed il colante sportivo esaltato dalle cuciture rosse, che si ritrovano anche nel rivestimento dei sedili. Comoda per cinque persone, propone un bagagliaio da 380 litri espandibile. Altra caratteristica della 1st edition sono i cerchi in lega da 18 pollici, mentre per quanto riguarda la tecnologia a bordo abbiamo i sensori di distanza con la telecamera, il cruise control, il bluetooth, ed il climatizzatore.

Di ottimo livello i fari di profondità allo xeno e le luci diurne con tecnologia a led. Il motore della Kia Pro_Cee'd GT è il nuovo turbo 1,6 che sprigiona 204 cavalli, e 265Nm di coppia, che sono trasmessi alle ruote mediante il cambio manuale con 6 marce. Le prestazioni indicate dalla casa coreana indicano a 230 km/h la velocità massima ed in 7,7 secondi il tempo necessario per accelerare da 0 a 100 km/h. Nell’assetto sono state variate le molle degli ammortizzatori, ora più rigide e le barre di torsione, oltre ai freni con le pinze abbinate ai dischi freno autoventilati. La Kia Pro_Cee'd GT monta pneumatici Michelin 225/40r18.

 

Caratteristiche-prezzo-e-data-di-uscita-Kia Pro_Cee'd GT

 

 

I 204 CV del motore turbo sono piuttosto facili da utilizzare, ed assicurano una guida piacevole, permettendo di accelerare senza sussulti già attorno ai 2.000 giri, e la sesta marcia quando si viaggia in autostrada sembra un cambio automatico. Per la casa coreana si tratta di un buon passo in avanti in termini di motoristica, ed anche il cambio risulta molto preciso.

L’impianto frenante è di ottimo livello con una buona modulazione quando si guida a bassa velocità, e nello stesso tempo dotato di buona potenza quando il ritmo aumenta. Un comportamento in strada davvero buono, quello della Pro_Cee'd GT dato dal mix tra il telaio molto sincero, le sospensioni e l’impianto frenante. La nuova Kia sotto questo aspetto sa essere sportiva, ma nello stesso tempo molto attenta alla sicurezza ed al comfort. Interessanti i valori relativi al consumo medio, infatti con una guida tranquilla si possono raggiungere i 12 km al litro, un dato molto buono se rapportato alle caratteristiche del suo motore turbo ed alle dimensioni esterne dell’auto.

Il lancio in Italia della Pro_Cee'd GT avverrà nel mese di settembre con un prezzo non ancora comunicato, ma che secondo indiscrezioni non dovrebbe discostarsi molto dai 28.000 Euro, una quotazione in riga con la vettura ed i suoi contenuti tecnici. L’unico problema, che si spera verrà risolto a partire dal prossimo anno, è che la disponibilità di Pro_Cee'd GT nei restanti mesi del 2013 sarà in tutto di 70 esemplari. In definitiva se dovessimo indicare le migliori caratteristiche della Pro_Cee'd GT, ci orienteremmo sul motore brillante, accoppiato ad un assetto piacevole ed alla carrozzeria dalla linea molto interessante, oltre che alla ottima funzionalità della tecnologia disponibile a bordo vettura, mentre i difetti sono veramente pochi, tra tutti lo sterzo non sportivo ed i troppi pulsanti presenti sul volante.

 

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand