La Peugeot 107 è una delle auto più apprezzate al mondo fin dalla sua prima versione uscita nel 2005. 

Dopo 9 anni Peugeot rinnova con un leggero restyling la sua citycar, con l'allestimento Access equipaggiata con un motore 1000 a benzina da 68 cv. 

Le modifiche estetiche riguardano sopratutto il frontale, dove ora abbiamo un nuovo cofano bombato, un nuovo paraurti che raccoglie al suo interno la mascherina grigliata, l'alloggiamento targa e le luci diurne a led. Internamente l'abitacolo, è rimasto pressochè immutato: comodo e spazioso nonostante le forme compatte esterne. Costruito con criterio e con materiali di buona qualità, abbiamo la consolle centrale racchiusa in posizione centrale (comandi clima e radio cd), mentre dietro al volante di nuovo disegno troviamo il quadrante del contachilometri, mentre in posizione rialzata, a sinistra, sempre dietro al volante, troviamo il contagiri.

 

 

Ed ora il momento del test drive: la Peugeot 107 provata è stata la 1000 Access 5 porte da 11500 €. La nuova 107, è cambiata in pochissimi dettagli, confermando le forme di vettura compatta per la città che ne hanno decretato la fortuna in questi anni sul mercato italiano. Su strada la 107 è la perfetta cittadina: compatta nelle forme, si parcheggia in pochissimo spazio, si guida in maniera pratica e intuitiva, è l'ideale per neopatentati e giovani che vogliano avere un auto comoda e facile da usare in città. Ma la 107 è adatta anche a un uso extraurbano, grazie a prestazioni brillanti date dal 1000 a 3 cilindri da 68 cv, che non solo garantisce prestazioni che permettono alla piccola Peugeot di essere agile anche fuori dalla città, ma anche costi di gestione ai minimi grazie a consumi irrisori.

Il prezzo è accessibile, anche grazie alle numerose promozioni esistenti come quella che vede la Peugeot 107 Access 1.0 68 CV 5 porte con clima, Radio CD, ESP, pack elettrico, a 8.150 € invece dei 11.600 prezzo di listino.

 

Grosse novità nella lista delle 7 finaliste all’ambitissimo premio di Car of the year 2014, per la prima volta infatti ci saranno due vetture elettriche che potrebbero diventare auto dell’anno: la Bmw i3 e la Tesla modello S.

La lista è completata da Citroën C4 PicassoMazda 3Mercedes-Benz Classe S,  Peugeot 308Skoda Octavia e la proclamazione avverrà, come di consueto, al Salone di Ginevra, il 2 marzo.

Una lista che conferma come il mondo delle quattro ruote stia dando particolare attenzione al rispetto dell’ambiente e alle nuove tecnologie, vere e propri cardini per superare il generale calo delle vendite.

Oltre che per le due automobili elettriche, c’è molta curiosità anche per la Mercedes Classe S che porta una auto ammiraglia in finale dopo vari anni di assenza. Una rosa di candidate molto varia e interessante dove le favorite sono le francesi Citroen C4 Picasso e la Peugeot 308, due delle case che hanno vinto più volte il titolo (3 volte a testa). Mentre Skoda e Tesla non sono riuscite mai a portare a podio una vettura.

Si rinnova quindi la sfida tra  i colossi tedeschi Bmw e Mercedes che però, cosa strana, possono vantare solo una vittoria in due (Mercedes nel 1974) ma tantissimi podi.

 

 

Non ci resta quindi che attendere il Salone di Ginevra per scoprire la Car of the year 2014 e scoprire a che punto è lo sviluppo dei motori elettrici e delle nuove tecnologie.  

 

Dopo diversi mesi in cui tante sono state le voci e le indiscrezioni, Peugeot Sport ha deciso di rompere gli indugi e di comunicare la sua partecipazione al celebre rally-raid di Dakar, dopo ben 25 anni di assenza. E lo fa grazie ad un video-teaser che vi mostriamo di seguito. Sono 13 le tappe previste per oltre 9 mila km, inclusi i trasferimenti. La cerimonia di presentazione avrà luogo il prossimo 3 gennaio a Buenos Aires, capitale dell'Argentina; la corsa prenderà il via il giorno successivo per concludersi poi il 17 gennaio. Etienne Lavigne, il direttore, ha spiegato:

"La grande novità  è la presenza di tappe marathon per tutte le classi: non solo per moto e quad, come abbiamo fatto quest’anno, ma anche per auto e camion, in momenti e su terreni differenti. Sarà interessante vedere il confronto tra i piloti migliori in queste condizioni, dovendo pensare da soli ai veicoli".

Tornando a Peugeot, il teaser ci permette già di sapere che la vettura, che potrebbe essere una 208 da competizione a due ruote motrici, sarà sponsorizzata da Red Bull. Nessuna anticipazione neppure in merito a quelli che saranno i piloti, sebbene delle anticipazioni parlino di personaggi comeStephane Peterhanselo del leggendario Carlos Sainz.

Novità in vista per la polizia stradale a cui è stata consegnata una 508 RXH. Parliamo di un modello di ultima generazione equipaggiato con HYbrid4, ovvero la prima vettura ibrida che è stata consegnata alla Polizia di Stato. Al quartier generale del brand Peugeot hanno dichiarato:
 
"Si tratta anche un esempio di fattiva collaborazione di un’azienda privata che mette a disposizione gratuitamente della collettività, in questo caso rappresentata dalla Polizia Stradale, la sua tecnologia più avanzata per consentirle di lavorare meglio, con maggior comodità, con minor consumo, con minori emissioni allo scarico. La 508 RXH “Stradale” offre agli agenti a bordo l’elevato livello di comfort e di sicurezza tipico dell’ammiraglia Peugeot, i quali potranno sempre contare sulla grande polivalenza dell’esclusiva tecnologia HYbrid4".
 
La vettura, in modalità Zev, è spinta soltanto dal motore elettrico da 37 cavalli, mentre nella modalità 4×4 è attiva la combinazione del motore elettrico e del propulsore diesel (2.0 HDi FAP da 163 Cv). Il che permette di ottenere la trazione integrale, mentre nella modalità sport la potenza dei 200 cavalli viene fornita dall’abbinamento del propulsore diesel e di quello elettrico.

La polizia stradale, dunque, avrà a disposizione maggiore sprint e disinvoltura anche su quei fondi che presentano scarsa aderenza.

Un confronto fra un mito del passato ed uno moderno. Parliamo della "vecchia" Peugeot 205 GTi, versione Gutmann, e la Peugeot 208 GTi, sua evoluzione moderna. Come potete vedere dal video che vi mostriamo di segito, la 205 GTi è una versione preparata da un tuner tedesco autorizzato da Peugeot che, negli anni'80, produsse circa 3000 unità di tale modello. L'assetto è ribassato di 30 mm e il suo aspetto è reso più cattivo da cerchi da 15'' neri con canale da 7 pollici. Il motore 1.9 aspirato sviluppa ben 160 cavalli per un peso di 950 chilogrammi. Parliamo di un'auto molto apprezzata dagli appassionati iin quanto i motori aspirati ormai rappresentano una rarità e basta guidarla fra le curve per capire davvero il concetto di divertirsi al volante. 

 

La 208 GTi, rispetto alla sua antenata, presenta uno sterzo decisamente più omogeneo nel carico e diretto nelle rotazioni, sebbene meno connesso all'asfalto. L'assetto riesce ad assorbire meglio quelle che sono le irregolarità della strada e sostenere il grip delle gomme in frenata, in curva ed accelerazione. Il motore 1.6 turbo non lascia molto scampo in termini di prestazioni, mentre in ordine di marcia arrivare a pesare 400 chili in più della 205 GTi.
 
La ripresa e l'allungo di200 CVe 275 Nm a 1.700 giri/min sono superiori, con una sicurezza ed un confort decisamente maggiore di colei che l'ha preceduta. Quest'ultima però con tanta emozione in più alla guida. 
 

Page 1 of 2

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand