Il campionato mondiale di Formula 1 si è concluso con il Gp di Interlagos e i titoli assegnati a Vettel e alla Red Bull.

E' ora di fare le pagelle ai protagonisti:

 

Sebastian Vettel 10

Semplicemente fantastico!

Ha iniziato bene ma è dopo la rottura del cambio in Gran Bretagna che ha accelerato lasciando un vuoto incolmabile, 10 vittorie nelle ultime 11 gare di cui 9 consecutive. Ha eguagliato anche il record di vittorie (13) in una stagione. Un dominio assoluto per il 4 volte campione del mondo. Fenomenale!

 

Fernando Alonso 8

L'unico che ha provato a scalfire l'egemonia di Vettel. Non è stato aiutato da una vettura all'altezza che spesso gli ha fatto perdere la calma (vedi il famigerato "Ma siete scemi?" detto ai box). Poteva fare di più in qualifica ma l'impressione è che sia l'unico a poter competere con il fenomento tedesco. Irriducibile.

 

Mark Webber 6,5

E' vero, non ha vinto nemmeno una gara pur guidando la vettura più veloce ma ha dimostrato grande senso di squadra e costanza. L'anno prossimo lo vedremo alla Porsche. Diligente.

 

Lewis Hamilton 5,5

Primo anno alla Mercedes non sufficiente per l'inglese. Ha vinto solo una gara, in Ungheria, ma non è riuscito a mostrare costanza di rendimento. Siamo sicuri che l'anno prossimo sarà uno dei pretendenti al titolo. Rimandato.

 

Kimi Raikkonen 7

Il glaciale Finlandese è tornato in F1 ad alti livelli. Partito subito benissimo, con la vittoria in Australia, si è guadagnato il ritorno in Ferrari a forza di una invidiabile costanza di rendimento. ha chiusto la stagione saltando le ultime gare. Redivivo.

 

Nico Rosberg 6,5

Il suo problema è di arrivare al traguardo. Quando è costante raggiunge sempre ottime posizioni e le due vittorie (meglio del compagno di squadra) con 3 pole lo confermano. Promettente.

 

Gli altri:

Menzione speciale per Sebastian Grosjean che è stato autore di un'ottima annata mentre dobbiamo sottolineare la scarsa stagione di Felipe Massa. Il pilota Brasiliano ha sofferto particolarmente la situazione di incertezza sul suo futuro per gran parte della stagione.

 

 

LaFerrari è l'ultima auto supersportiva proposta dalla storica scuderia di Maranello, annunciata come la discendente diretta della Enzo.
E' stata ufficialmente presentata il 5 marzo del 2013 al salone dell'automobile di Ginevra, ed allo stesso tempo è stata anche pubblicizzata in un sito web appositamente creato.
Il nome dell'auto lascia intendere che con tale modello si è voluti riassumere tutta l'essenza della scuderia del cavallino rampante, un concentrato di tecnologia ed esperienza nella costruzione di autovetture che dura in Ferrari da più di 60 anni.

Le linee sono completamente innovative: si nota infatti che lo stile non risulta ispirato a nessuna delle precedenti supersportive, senza tuttavia penalizzare l'aerodinamica e le prestazioni in generale. Solo alcuni piccoli particolari risultano tratti dalle "vecchie glorie" di Maranello, come ad esempio la fuga nera tra portiere e parafanghi, vista già nella F40. Il design in generale risulta complesso, ma viene semplificato dall'incorporamento di alettoni ed altre appendici aerodinamiche.

Negli interni si notano immediatamente forme molto sportive; gli stessi piloti di casa Ferrari, Fernando Alonso e Felipe Massa, hanno contribuito a dare la loro opinione sulla disposizione dei comandi e la posizione di guida all'interno dell'auto, ottenendo come risultato una postazione fissa di guida, adattata alle caratteristiche fisionomiche del cliente al momento della produzione, con possibilità di tarare anche in seguito pedaliera e volante come meglio si crede.
Quest'ultimo è dotato di comandi integrati, mentre le leve del cambio sono fissate al piantone dello sterzo.

 

Nuova-Ferrari-LaFerrari


Il motore è un V12 da ben 6262 cm3 di cilindrata, che eroga potenza di 800 CV a 9250 giri/min. La Ferrari LaFerrari è inoltre la prima automobile da strada che incorpora di serie l'HY-KERS, la nota tecnologia già impiegata da alcuni anni in Formula 1 che consente di avere più potenza dal proprio motore tramite il rilascio, quando richiesto, dell'energia recuperata in frenata ed in curva. 
Il peso complessivo dell'auto è di 1255 kg, grazie a telaio e carrozzeria realizzati in fibra di carbonio e kevlar di diverso tipo in base all'area specifica.
I freni Brembo sono realizzati in composito ceramica-carbonio, mentre il cambio è ovviamente F1 a doppia frizione con 7 marce complessive.
I dati sovraesposti garantiscono secondo la scuderia di Maranello una velocità massima raggiungibile di 350 km/h ed un'accelerazione 0-100 km/h in meno di 3 secondi, 0-200 km/h in meno di 7 e 0-300 km/h in meno di 15. Le emissioni di CO2 dichiarate ammontano sui 330 g/km.

Davvero l'auto supersportiva più prestante mai prodotta dal cavallino rampante.

 

Grosse novità nel Mondo della Formula 1.

Da questa stagione, infatti, ogni pilota correrà con un numero personalizzato che si porterà dietro per tutta la carriera (sulla falsariga di ciò che accade nel motociclismo).

E allora via a scelte personali a metà tra lo scaramantico e il romanticismo di un numero che ha significato molto per sè.

Il tedesco Sebastian Vettel ha scelto il numero 5, il numero che usava quando ha vinto il suo primo mondiale, anche se per la prossima stagione correrà con il numero 1 del campione del mondo in carica. 

Scelta scaramantica anche per Fernando Alonso che non si separerà più dal numero 14 che indossava quando ha iniziato a correre nei Kart, mentre l'altro ferrarista Kimi Raikkonen ha mostrato ancora una volta tutto il suo carattere "particolare" scegliendo il 7 perché: "era il numero che avevo l'anno scorso e non vedo perchè dovrei cambiare".

 

 

Il Britannico Jenson Button ha seguito le orme di Vettel, scegliendo il numero 22, lo stesso che aveva quando divento campione del mondo a sorpresa nel 2009.

Motivazione romantica per Nico Rosberg che ha scelto il 6, il numero di suo padre quando vinse il mondiale, e per Nico Hulkenberg che correrà con il 27 del suo mito Gilles Villeneueve.

Curiosa la scelta di Pastor Maldonado che userà il 13, numero che la Federazione Automobilistica Internazionale non assegnava in precedenza per motivi scaramantici.

 

Ecco la lista completa:

 

1. (5.) Sebastian Vettel (Ger) Red Bull 
3. Daniel Ricciardo (Aus) Red Bull Racing 
44. Lewis Hamilton (GB) Mercedes-Benz 
6. Nico Rosberg (Ger) Mercedes-Benz 
14. Fernando Alonso (Spa) Ferrari 
7. Kimi Raikkonen (Fin) Ferrari 
8. Romain Grosjean (Fra) Lotus Renault 
13. Pastor Maldonado (Ven) Lotus Renault 
22. Jenson Button (GB) McLaren 
20. Kevin Magnussen (Den) McLaren 
27. Nico Hulkenberg (Ger) Force India 
11. Sergio Perez (Mes) Force India 
99. Adrian Sutil (Ger) Sauber
21. Esteban Gutierrez (Mes) Sauber 
25. Jean-Eric Vergne (Fra) Scuderia Toro Rosso 
26. Daniil Kvyat (Rus) Scuderia Toro Rosso 
19. Felipe Massa (Bra) Williams 
77. Valtteri Bottas (Fin) Williams 
17. Jules Bianchi (Fra) Marussia 
--. Max Chilton (GB) Marussia (da definire) 
--. Caterham (da definire) 
--. Caterham (da definire)

 

La Ferrari si affida ai fan.

In tempi dove i canali social sono sempre più importanti per fidelizzare i clienti, la Ferrari ha deciso di dare maggiore importanza ai propri tifosi, invitandoli a scegliere il nome della monoposto che correrà per il campionato mondiale di Formula 1. 

Si tratta di un'iniziativa senza precedenti, utile a raccogliere a sè i tifosi, delusi dopo gli scarsi risultati delle ultime stagioni.

Si può votare sul sito della Ferrari, cliccando la propria preferenza tra i seguenti nomi: F14 T, F14 Maranello, F14 Scuderia, F166 Turbo, F616. 

 

Scegli-nome-ferrari-formula

 

Il nome vincente verrà annunciato il 24 gennaio alle 12:30 ed anticiperà le prime immagini ufficiali dell nuova Ferrari, che saranno condivise solo sui social ufficiliali della casa di Maranello. 

Ma non finisce qui, infatti usando su twitter gli hashtag AskFernando, AskKimi e AskStefano, sarà possibile inviare le proprie domande e curiosità ad Alonso, Raikkonen e Domenicali.

Un modo per far diventare la Ferrari sempre più "social" e avvicinarla al grande pubblico.

E voi, che nome preferite? 

 

Se il mondo è ancora in trepida attesa di conoscere quale saranno le sorti di Michael Schumacher, uno dei più grandi piloti di formula 1 di tutti i tempi e vittima di un incidente terribile sulle piste da sci, bisogna dire che occorre comunque andare avanti.
 
Giunto il mese di marzo, manca davvero poco all'inizio del prossimo campionato mondiale di Formula 1, giunto alla 65esima edizione. I tifosi della Ferrari sono ansiosi di sapere se quest'anno la rossa di Maranello ritornerà decisamente a livelli più competitivi di quelli a cui la monoposto ci ha abituato nel corso degli ultimissimi anni.
 
22 sono i piloti e 11 le scuderie che si contenderanno, gara dopo gara,  la vittoria. Una delle novità di questa stagione consisterà nell'assegnazione di un premio speciale al pilota che, nel corso della stagione, avrà conseguito il maggior numero di pole position
 
Ad essere favoriti per la vittoria sono Red Bull e Mercedes, sebbene le speranze italiane siano riposto in Alonso e nella sua monoposto.
 
Ecco per voi il calendario completo della prossima stagione di Formula 1, gara dopo gara:
 
  1. GP Australia:  Melbourne, 16 marzo, ore 7:00
  2. GP Malesia: Sepang, 30 marzo, ore 10:00 
  3. GP Bahrain: Manama, 6 aprile, ore 16:00
  4. GP Cina: Shanghai, 20 aprile, ore  9:00
  5. GP Spagna: Barcellona, 11 maggio, ore 14:00
  6. Gp Monaco: Monte Carlo, 25 maggio, ore 14:00 
  7. Gp Canada:  Montréal, 8 giugno, ore 20:00
  8. GP Austria:  Spielberg bei Knittelfeld, 22 giugno, ore 14:00
  9. GP Gran Bretagna: Silverstone, 6 luglio, ore 14:00
  10. GP Germania: Hockenheim, 20 luglio, ore 14:00
  11. GP Ungheria: Budapest, 27 luglio, ore 14:00 
  12. GP Belgio: Francorchamps, 24 agosto, ore 14:00 
  13. GP Italia: Monza, 7 settembre, ore 14:00
  14. GP Singapore: Singapore, 21 settembre, ore 14:00 
  15. GP Giappone: Suzuka, 5 ottobre, ore 8:00 
  16. GP Russia: Sochi, 12 ottobre, ore 13:00
  17. GP USA: Austin 2 novembre, ore 21:00
  18. GP Brasile: San Paolo 9 novembre, ore 17:00 
  19. GP Abu Dhabi: Isola Yas, 23 novembre, ore 14:00
Page 1 of 3

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand