David Brown, proprietario della David Brown Automotive, ha lo stesso nome del proprietario di Aston Martin, scomparso nel 1993. La David Brown Speedback è la prima vettura che è stata realizzata dalla nascente casa automobilistica e che, giocando su questo fatto, ha deciso di realizzare una vettura sportiva dalle linee retrò e decisamente british. La vettua si ispira alla storica Aston Martin DB5, basandosi però sulla piattaforma di quella che è l'attuale Jaguar XK, come idea della supercar che si presenta davvero ideale per il sostenitore dell'impresa di voler coniugare una vettura dalle linee classiche con una tecnologia decisamente moderna.

Esternamente la vettura, che potete osservare nelle immagini che seguono, ha le sembianze di un'Aston Martin d'annata, con un tetto molto basso e le luci posteriori disposte come "pinne". I materiali e le tecniche utilizzate sono però moderne, mentre all'interno emerge quella che è la fattura artigianale del veicolo con impiego di pelle, legno e alluminio. 

Il motore è il noto V8 5.0 litri Supercharged da 510 CV e 625 Nm di coppia, con trazione posteriore. La vettura accelera da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi, con velocità massima di 250 km/h.

Le vetture dovrebbero essere prodotte nel numero di 50 l'anno, mentre il prezzo ufficiale ancora non è stato reso noto.

 

 

Parliamo oggi di quelle che, per costi e per caratteristiche, possono essere definite al contempo le auto più belle e costose del mondo. In cima a quest specile classifica troviamo un'auto davvero da sogno: la Pagani Huayra, che porta il nome del dio del vento andino. Un bolide da 700 CV di realizzazione totalmente artigiale pur essendo una supercar di serie. I più fortunati dovranno sborsare ben 1.027.290 euro, per portarsela via. Segue, a ruota, la Porsche Spyder 918, con un sistema ibrido capace di sviluppare ben 887 CV e capace di accelerare da 0 a 100 km/h in meno di 3 secondi. Il prezzo è più "abbordabile": 786.954 euro.

Segue Rolls-Royce, con Phantom, la Drophead Coupé. Parliamo di una dueporte rifinita artigianalmente al prezzo di 475.000 euro. Ancora la Maybach 57, nata dalla divisione di lusso di Mercedes, sebbene ormai uscita di produzione. Parliamo di una berlina da 550 CV e accessori di gran pregio al costo di 417.489 euro. Ancora, segue la Bentley Mulsanne berlina, con 512 CV e una velocità massima da quasi 300 kmh, da portar via con 320.000 euro. 

In classifica non manca poi una potente Ferrari. Ecco la F12, disponibile a circa 274mila euro. Seguono una splendida Aston Martin Vanquish da 255.843, e la McLaren MP4-12C, al costo di 204.700 euro. Infine, troviamo la Maserati Gran Cabrio da 136.125 euro e, in "ultima posizione", la Jaguar XK Portfolio da 101.500 euro.

 

I prezzi sono da considerarsi base e sono destinati ad aumentare a seconda dei numerosissimi optional che è possibile acquistare.

 

Forse non tutti ricordano l'Aston Martin Lagonda, ovvero la berlina disegnata da William Towns nel 1976. All'epoca la vettura fece scalpore per la sua linea, considerata all'epoca decisamente avveniristica. Tuttavia, il suo disegno futuribile non fu sufficiente a garantire all'ultima Lagonda un certo successo di pubblico, in quanto il suo prezzo era decisamente proibitivo e la qualità però non del tutto impeccabile.  

 
Sembra che Aston Martin voglia oggi resuscitare la Lagonda con una una berlina molto speciale ispirata proprio a quella degli Anni 70. Sembra che tale modello sarà disponibile in tiratura limitata per la prima metà del prossimo anno. La vettura dovrebbe essere frutto dell'opera del reparto interno “Q” dell'Aston Martin, ovvero quello che si occupa delle personalizzazioni per i clienti davvero più difficili. 
 
La base di partenza è rappresentata dalla Rapide S, con il suo telaio in alluminio e il motore V12 6.0 da 557 CV e sul quale viene ricamato un abito che si ispira a quello tutto spigoli e linee tese della Lagonda di  William Towns, rimasta in produzione fino al 1990. 
 

Aston Martin, ha finalmente confermato il programma per la realizzazione di una super berlina 'su misura' in serie limitata, per celebrare la rinascita dello storico marchio Lagonda. La notizia è stara resa nota dalla Aston Martin che ha precisato di voler far rivivere lo spirito e l'etica progettuale della berlina di lusso Lagonda, da sempre considerata ''la più bella delle auto veloci''. La nuova berlina super lussuosa (destinata al Medio Oriente e solo su ordinazione) sarà costruita sulla base dell'architettura flessibile VH e dovrebbe trarre ispirazione dall'ammirata e ambita Lagonda disegnata da William Towns nel 1976. Non dovrebbe mancare l'uso estremo della fibra di carbonio nelle pannellature della carrozzeria. La vettura sar costruita a mano in un edificio, in precedenza dedicato alla creazione della One-77 hypercar e sarà costruita da artigiani, uomini e donne, dell'avanzato impianto produttivo di Gaydon nel Warwickshire.

Marek Reichma, direttore esecutivo di Aston Martin, ha dichiarato:

''Il debutto della super berlina di lusso nei mercati del Medio Oriente, costituirà un momento emozionante, non solo per la Aston Martin, ma per tutti i clienti più esigenti che cercano il massimo del lusso e della personalizzazione nella loro automobile. Il nuovo modello, come le esclusive One-77 e V12 Zagato, sarà creato come un'eccezionale opera d'arte automobilistica. Non a caso la Lagonda è stata progettata e sviluppata in linea con lo spirito e l'etica delle precedenti super berline del marchio, in particolare come quella disegnata da William Towns. Il nuovo capolavoro sarà un omaggio a questa vettura che a suo tempo ha portato con orgoglio il 'badge' Lagonda.''

Zagato Atelier ha ufficialmente rivelato la Aston Martin Virage Shooting Brake Zagato. Questa è la seconda prima mondiale per Zagato nel 2014, dopo la Lamborghini 5-95 Zagato, e segnerà anche 95° anniversario della società. Il modello one-of-a-kind è stato commissionato da un cliente europeo che ha voluto "un livello di atelier per una moderna auto da collezione".

Secondo Zagato, il veicolo esclusivo è un'interpretazione moderna con spunti di design dalla Aston Martin V8 Vantage e della Volante della metà degli anni '80. La Virage Shooting Brake Zagato vanta una linea del tetto davvero molto elegante, mentre i tubi di scarico doppi e la coda dei fari alla moda aggiungono un tocco di decisa esuberanza alla vettura.

Zagato fa sapere che questa vettura completa la trilogia del centenario Aston Martin-Zagato, che è iniziato nel 2013 con la DBS Coupé Zagato Centennial e la DB9 Spider Zagato Centennial, sviluppate per celebrare il 100 ° anniversario di Aston Martin.

Page 1 of 3

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand