Mercedes E63 AMG

Rate this item
(1 Vote)
Monday, June 10, 2013 11:09

La Mercedes riparte dalla nuova E63 AMG, che avvolge la solita sostanza della casa tedesca, fatta di carattere e qualità, con un look decisamente rivisitato. Si tratta di una vera e propria sportiva, che dunque fa delle prestazioni la sua unica ragion d'essere. Ciò però, a differenza di altre auto dall'assetto prettamente sportivo, non ha impedito alla Mercedes di realizzare un'automobile dall'abitacolo confortevole, che offre la possibilità di compiere lunghi viaggi. Il motore, un V8 biturbo da 5,5 litri, presenta una potenza di ben 600 cavalli, con una trazione integrale 4Matic AMG, che per la prima volta si può apprezzare in un prodotto appartenente a questa gamma. Chiunque dovrebbe poter guidare quest'auto, è questa l'idea alla base della progettazione, e così nella versione con quattro ruote motrici e, con attivi i controlli elettronici, questa prospettiva diviene reale, senza per questo limitare in alcun modo le capacità del modello.

Il telaio è decisamente familiare, essendo lo stesso che è possibile ritrovare in tutte le Classe E. Non mancano però alcune modifiche, rese necessarie soprattutto dai 557 cavalli. La base è molto rigida e le sospensioni pneumatiche regolabili concedono la possibilità di aumentare o diminuire quest'effetto. Rigidità che però non influisce affatto sulla comodità, i cui livelli sono quelli standard, cioè molto elevati, della casa tedesca. L'aspetto può decisamente tradire, dal momento che nulla o quasi farebbe pensare che, nella modalità maggiormente performante, l'auto si trasforma in una vera e propria sportiva dal gran pedigree, con una risposta alquanto secca alle sollecitazioni, che diventa molto più morbida se si passa alla modalità comfort, garantendo una guida serena anche in territori alquanto sconnessi. 

L'auto risponde in maniera perfetta alle intemperie, restando decisamente stabile e garantendo un eccezionale grip in casi di asfalto bagnato. Ciò è reso possibile dall'ottimo sistema Esp che, con svariate correzioni elettroniche consente anche ai più spericolati guidatori e amanti della velocità di tornare a casa sani e salvi. L'importanza dell'Esp è evidente ma il suo inserimento è opzionale. Se si sceglie però di disattivare questa opzione si dovrà essere pronti a prestare molta attenzione nel controllo della propria vettura, soprattutto in curva. L'auto infatti, anche a causa del suo notevole peso, tende ad allargarsi notevolmente in curva, se si accelera troppo, e dunque, se si è privi di controlli elettronici, si dovranno mostrare tutte le proprie abilità di pilota per non sbandare leggermente o perdere il controllo del retro.

Il motore, come nella precedente versione della Classe E, è un V8 biturbo da 5,5 litri, la cui potenza è ulteriormente aumentata nell'edizione 2013, rendendo la vettura decisamente performante, il che, se da un lato offre un gran divertimento al pilota, spinge quasi al limite il telaio. Portare al limite non vuol di certo dire instabilità, ma sottolinea la possibilità, non così rara nel modello con trazione posteriore, che si avverta un certo slittamento delle ruote posteriori. 

Se è vero che il 5,5 biturbo era già stato battezzato nella precedente generazione, va detto che oggi questo motore ha raggiunto un nuovo livello di sviluppo, con una risposta più pronta, ma soprattutto con dei consumi nettamente ridotti. Spinta e velocità hanno raggiunto un ottimo livello, e per fortuna che i sediolini sono molto comodi, perché l'accelerazione è decisamente sentita dai passeggeri, che vengono spinti all'indietro. 


Il carattere sportivo profuso dalla AMG si mescola al meglio con il lusso tipico della Mercedes. Così ci si ritrova seduti tra inserti sportivi e carbonio, sedili molto comodi seppur profilati. A confermare il doppio animo di quest'auto la Mercedes offre inoltre una doppia versione, berlina, per una guida più aggressiva, e familiare, per sfruttare il comfort per lunghi viaggi. 

Il guidatore potrà inoltre regolare la propria posizione, con il sedile e il piantone dello sterzo che si regolano al meglio per una guida che sia sportiva al 100%, e, senza il minimo sforzo, sarà capace di raggiungere tutti i principali comandi, la cui posizione è evidentemente studiata con attenzione maniacale. 

Una buona scelta di design è quella del cambio che, se pur automatico, è regolato da una classica leva sul tunnel piuttosto che attaccata allo sterzo. Inoltre, per il comparto tecnologia, troviamo un display da 11.1 centimetri multifunzione e un orologio analogico AMG dal design IWC accattivante.

 

Read 1190 times Last modified on Monday, 24 June 2013 22:34

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand

Ti interesserà pure