Error
  • JUser: :_load: Unable to load user with ID: 44

La classifica dei 5 itinerari italiani da percorrere in moto

Rate this item
(1 Vote)
Wednesday, May 28, 2014 0:00

Amici, sicuramente l'estate è il migliore periodo dell'anno per mettersi in sella alla propria moto e sfrecciare verso splendide destinazioni vacanziere. Scopriamo dunque la top 5 delle località italiane da raggiungere grazie al rombo della propria due ruote. La classifica è ispirata dai consigli tratti dal libro “101 itinerari da fare in motocicletta almeno una volta nella vita” del motociclista e scrittore Davide Malesi. 

1. EMILIA ROMAGNA: DA CORREGGIO A CARPI. Per questa tratta di 12 chilometri, il consiglio è quello di mettersi in moto all'alba quando il cielo è tale da sprigionare delle atmosfere davvero particolari e dei giochi di colore molto bello. Giunti a Carpi, potrete visitare questo piccolo centro dall'aria decisamente anni'50. 
 
2. UMBRIA: DAL LAGO DI ALVIANO AL LAGO DI PIEDILUCO. Una tratta di 17 chilometri grazie alla quale si può godere di un'atmosfera solitaria, selvaggia e rilassante. Sembra perfetta per meditare. Il periodo ideale sembra essere da aprile ad ottobre.
 
3. TOSCANA: DAL PASSO DELLA RATICOSA A FIRENZUOLA. Ecco un percorso di 12 chilometri per esperti. Il massimo sarebbe quello di non fermarsi e di riuscire a passare per i costoni di roccia bianca, in mezzo alle vallate sino poi a raggiungere Fiorenzuola. Anche qui il consiglio è di percorrere la tratta da aprile a ottobre. 
 
4. CAMPANIA: DA VIETRI SUL MARE A MAIORI. Tante sono le curve per una strada da percorrere in maniera lenta con fermata obbligatoria dinanzi alla spiaggetta di Torretta di Cetara, protagonista dello scenario. Il percorso è di circa 15 chilometri. Il periodo migliore è quello di luglio-agosto, qualora si fosse in cerca di gente e comunque di movimento. L'inverno invece accompagna un percorso più intimo, ma sempre soleggiato. 
 
5. SICILIA: DA LINGUAGLOSSA A MILO. Un percorso di 34 chilometri che corre a fianco dell'Etna. Lo scenario si caratterizza per delle colate laviche davvero spettacolari. Dopo Milo, potreste fermarvi al Castagno dei cento cavalli, il più grande castagno d’Italia che, come riferisce la leggenda, riparò la regina Giovanna e i suoi 100 cavalieri.
 
E voi, quale itinerario scegliereste? 
 

 

Read 1102 times

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand

Ti interesserà pure