Suzuki S-Cross è frutto dell'esperienza fatta con la SX4. Parliamo di una vettura che misura 4 metri e 30 di lunghezza, 1,76 di larghezza e 1,58 di altezza, sebbene sia comunque più leggera di 55 chilogrammi rispetto alla versione precedente. Parliamo di una versione crossover, che davvero sembra lanciare una grossa sfida ai consumi. Una prova su strada, su un percorso misto di ben 160 chilometri, con saliscendi, strade statali e tratti urbani, ha messo in evidenza che si è riusciti a percorrere ben 33,7 chilometri con solo litro di gasolio (per quanto riguarda la versione diesel). Contribuiscono a questo risultato un motore efficiente, di origine Fiat, la scocca leggera e l'estrema cura dell'aerodinamica, che è migliorata anche grazie alle carenature sotto la scocca. 
 
Per la prova su strada, ogni pilota ha avuto a disposizione 120 minuti per percorrere gli 80 chilometri a sua disposizione (2 giri) e che hanno messo in evidenza la percorrenza di più di 30 chilometri con un solo litro di benzina (per le versioni a benzina). Certo, nella prova reale, nella città, per risparmiare bisogna davvero avere qualche accortezza, ma non procedere a ritmo di lumaca. 
 
Ecco dunque alcuni piccoli consigli che sicuramente consentono di ottenere risparmi sensibili nei consumi.
 
1. Controllare la corretta pressione degli pneumatici.
2. Non partire mai troppo rapidamente ma in maniera costante, in quanto è in quella fase che il motore consuma di più.
3. Mantenere una velocità costante nei viaggi, evitando delle brusche accelerate soprattutto nei sorpassi.
4. Non viaggiare sotto al regime di coppia minimo, in quanto si consumerebbe troppo.
5. Impostare l’indicatore di consumo istantaneo, qualora sia in dotazione, in modo da verificare sul display qual è il proprio stile di guida. 
 
 

Arriva la Toyota Prius v, ovvero la versione crossover a 7 posti di quella che noi chiamiamo Prius+ e che si rinnova per il mercato americano con una versione restyling che, in seguito al debutto al Salone di Los Angeles, forse arriverà in analoga veste in Europa. Da un punto di vista meccanico rimane invariato, sebbene ci siano alcune novità per quanto riguarda l'estetica e la dotazione. Da un punto di vista estetico, abbiamo un rinnovo della calandra e del paraurti, con dei volumi più marcati e dettagli aerodinamici, mentre le luci sottili e avvolgenti sono a led. Si può anche arricchire di nuovi colori come Attitude Black Metallic, Absolutely Red e Toasted Walnut Pearl.

All'interno invece cambiano i sedili anteriori, di nuova fattura e con regolazione elettrica. Innovativo anche il display TFT da 4,2" nella strumentazione, capace di visualizzare numerose informazioni, che vanno dai controlli della climatizzazione alle indicazioni sui consumi, fino alla modalità di funzionamento del sistema ibrido. Il motore rimane il consueto Hybrid Synergy Drive da 136 CV, che combina il 1.8 litri 4 cilindri a benzina e a ciclo Atkinson con il motore elettrico e le batterie di tipo nichel-metallo idruro. Rimangono invariate anche le modalità: Normal, Power, Eco ed EV presenti anche sulle Prius berlina.

Il Qashqai è stata la vettura della svolta, per la Nissan, in Europa. Un po' Suv. un po' Monovolume, ha saputo trovare il giusto compromesso nelle dimensioni, capace di dimostrarsi agile in città e cattiva sulle strade extraurbane e nei percorsi sconnessi.
Salendo a bordo del Qashqai ci si rende immediatamente conto delle dimensioni importanti del suo abitacolo, estremamente confortevole e spazioso per tutti gli occupanti, anche nella versione a sette posti che è stata successivamente affiancata a quella tradizionale a cinque. Le poltrone anteriori e i divani posteriori sono avvolgenti e offrono totale confort anche nei viaggi a lungo raggio.
Mettendosi al volante ci si accorge immediatamente dell'ampio raggio di visuale di cui gode il conducente durante la guida, grazie anche ai montanti particolarmente sottili, mentre la visione posteriore non può essere garantita al 100% dal lunotto di dimensioni eccessivamente ridotte, ma il tutto è compensato dagli ampi specchietti retrovisori e dal sistema opzionale di telecamere che poi inviano le immagini al monitor inserito in plancia.

 

interno-Nissan-Qashqai-cruscotto


Gli strumenti di bordo sono tutti lievemente orientati verso il conducente, che può così accedervi comodamente anche durante la guida senza distrarsi.
Lo sterzo risponde velocemente alle sollecitazioni del conducente e il cambio manuale innesta le marce senza fatica e senza colpi grazie anche a un'ottima frizione; la tenuta di strada è molto buona anche in curva nonostante il baricentro alto. Viene venduta di serie con la trazione anteriore, ma è disponibile anche con la trazione integrale inseribile per un maggior controllo sui terreni viscidi, anche se questa non si dimostra propriamente una vettura adatta ai fuoristrada, dal momento che la carrozzeria non dispone delle adeguate protezioni e i pneumatici di serie non sono particolarmente adatti ad arrampicarsi sui terreni scoscesi.
Sul fronte delle dimensioni, il Qashqai è lungo 4,33 metri, largo 1,78 metri ed è alto 1,62 centimetri.
Per quanto riguarda le motorizzazioni, Nissan ha scelto di basare tutto sulle cilindrate 1.5, 1.6 e 2.0 e su tre diverse carburazioni: benzina, diesel e gpl. La potenza in cavali dei motori del Qashqai va dai 117 ai 150 cavalli e i consumi, viste le dimensioni del mezzo, possono dirsi contenuti (da 12,0 a 22,2 km con un litro di carburante).
Il prezzo base per acquistare una Nissan Qashqai è di 19.200 euro ma si può arrivare fino a 32.550 euro per la versione più completa.

 

Debutta al Salone di Ginevra 2014 Suzuki Celerio che riesce ad unire sapientemente sia la spaziosità interna che le dimensioni ridotte nel campo delle macchine monovolume. Tale vettura sarà disponibile sui mercati europei a partire dal mercato 2014 e tale modello mette a frutto una lunga esperienza maturata da Suzuki nel campo delle city car. Basta pensare a Toyota Aygo, Peugeot 108 e Citroen 1.
 
La casa automobilistica giapponese ha messo insieme la facilità di vettura tipica delle auto compatte e offre uno spazio interno superiore a quello delle vetture di segmento A. Suzuki Celerio presenta anche un motore e delle trasmissione nuove che garantiscono anche dei livelli di emissioni di CO2 che sono pari a soli 85g/km, davvero molto bassi. Anche i consumi sono decisamente ridotti e ad essi si sposa una certa vivacità alla guida che si accompagna a dinamicità e a tanti colori esclusivi. 
 
In seguito, nel 2015 si prevede anche l'introduzione di un nuovo SUV a cui nel 2016 segue poi una new entry nel segmento B. Nel 2013 sono state ben 2,69 milioni le unità consegnate, di esse solo 197.000 in Europa, con un aumento dunque del 12% in più rispetto all’anno precedente.
Al Salone di Ginevra 2014, Mercedes ha presentato anche la sua Classe V, completamente rinnovata per venire incontro alla esigenze di un pubblico eterogeneo. Rilasciati anche tutti i prezzi ufficiali delle vetture. 
 
Le vetture Mercedes Classe V presentano 3 nuovi tipi di carrozzeria: Compact da 4,89 metri, Long da 5,14 metri e Extralong da 5,37 metri. La calandra è molto ampia con doppia lamella cromata e la stella Mercedes al centro. Il profilo laterale mette in evidenza quella che è l'ampia capacità di carico della vettura, con una linea del tetto decisamente curvata mentre i fanali di coda assumono un design verticale e caratterizzano l'illuminazione a LED. Presenti in serie cerchi in acciaio da 16 pollici o in lega 17 pollici a seconda degli allestimenti.
 
Passando gli interni, occorre dire che l'abitacolo si basa sul design delle attuali vetture a marchio Mercedes sfruttando tutto lo spazio interno in modo da creare un lussuoso salotto. I rivestimenti sono realizzati in materiali pregiati con numerose combinazioi di colori che rendono le vetture decisamente eleganti e pratiche allo stesso tempo. 3 gli allestimenti: la versione d’accesso Executive che propone di serie il climatizzatore semiautomatico, le sospensioni Comfort, l’impianto audio 20 USB e l’hill holder. Segue poi la versione intermedia Sport che aggiunge l’Intelligent Light System con fari anteriori e posteriori a LED e finiture in pelle caratteristiche per gli interni, cerchi in lega 17 pollici e l’oscuramento dei vetri posteriori. Infine, abbiamo il Premium, che dona alla vettura un assetto sportivo. La Classe C propone un motore conpropulsore diesel 2.1 litri. 
 
Le versioni V 200 CDI e V 220 CDI sono in grado di sviluppare rispettivamente 136 CV e 163 CV e si abbinano al cambio manuale a sei rapporti ECO Gear. La v 250 CDI utilizza lo stesso motore sebbene in una variante biturbo da 190 CV e l’ottima coppia di 440 Nm. Tale unità si combina poi al cambio automatico 7G-Tronic Plus con palette sul volante. I consumi sono alquanto contenuti per tutti i propulsori e si attestano attorno ai 6 l/100 Km.
 
Ecco tutti i prezzi:
V200 CDI
Compact Executive = 40.399 €
Long Executive = 41.320 €
Extralong Executive = 42.240 €
Compact Sport = 48.051 €
Long Sport = 48.972 €
Extralong Sport = 49.892 €
Compact Premium = 49.709 €
Long Premium = 50.630 €
Extralong Premium = 51.550 €
 
V220 CDI
Compact Executive = 42.619 €
Long Executive = 43.541 €
Extralong Executive = 44.460 €
Compact Sport = 50.271 €
Long Sport = 51.192 €
Extralong Sport = 52.112 €
Compact Premium = 51.929 €
Long Premium = 52.850 €
Extralong Premium = 53.770 €
 
V 250 CDI BlueTec Automatic
Compact Executive = 47.526 €
Long Executive = 48.447 €
Extralong Executive = 49.367 €
Compact Sport = 55.178 €
Long Sport = 56.099 €
Extralong Sport = 57.019 €
Compact Premium = 56.836 €
Long Premium = 57.757 €
Extralong Premium = 58.677 €
 
V 250 CDI BlueTec Automatic 4Matic
Compact Executive = 51.584 €
Long Executive = 52.505 €
Extralong Executive = 53.425 €
Compact Sport = 59.236 €
Long Sport = 60.157 €
Extralong Sport = 61.077 €
Compact Premium = 60.894 €
Long Premium = 61.815 €
Extralong Premium = 62.735 €
Page 1 of 3

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand