Nuova Seat Leon

Rate this item
(0 votes)
Wednesday, June 12, 2013 15:35

Presentata al salone di Parigi dello scorso anno, è uscita sul mercato in Italia nello scorso dicembre la nuova Seat Leon, arrivata così alla terza versione, cercando di conquistare non soltanto il pubblico giovane come in precedenza, ma mirando anche ai clienti più maturi di tutta Europa. La Seat Leon presenta un accentuato cambio di tendenza sul piano estetico passando da forme tondeggianti a forme più appuntite e spigolose, che le forniscono un aspetto decisamente più aggressivo. Il frontale mostra una grossa presa d’aria ed una mascherina entrambe a forma trapezoidale. La fiancata resta tradizionalmente di stile Seat con la tradizionale doppia nervatura che caratterizza tutte le vetture della casa spagnola, il posteriore è abbastanza sporgente, con il lunotto piuttosto inclinato. L’ampio listino prezzi comprende 11 modelli, dalla Seat Leon 1.2 TSI 86 CV Reference che ha il prezzo più basso a 17.370 Euro, fino alla Seat Leon 2.0 TDI 150 CV DSG start/stop FR che con 25.970 Euro è la più costosa. Le Seat Leon in vendita in Italia si presentano con 4 allestimenti: Reference è l’allestimento di base che include comunque già una dotazione di accessori piuttosto completa, come il Radio Media System con uno schermo da 5 pollici del tipo touch screen, capace di leggere CD ed MP3/MP4, sette air bag e climatizzatore manuale; con un aumento di 510 Euro si passa alla Business, ma solo con il motore 1.6 TDI 90 CV e rispetto alla base si ottengono alzacristalli elettrici posteriori, bocchette del climatizzatore anche per i sedili posteriori, fari fendinebbia e connessione bluetooth. Se invece si spendono 1800 Euro in più rispetto alla Businnes si arriva all’allestimento Style, che tra gli accessori aggiunge gli specchietti esterni riscaldati elettricamente, vetri elettrici posteriori, climatizzatore automatico e cerchi in lega da 16 pollici. La versione top della Seta Leon è rappresentata dall’allestimento FR, il più sportivo, che si caratterizza per i vetri posteriori oscurati, volante e sedili di tipo sportivo, scarico con doppio terminale cromato ed interni in pelle e tessuto, oltre agli specchietti esterni ripiegabili elettricamente. L’aumento di prezzo rispetto alla Style è di 1300 Euro. Saliti a bordo si nota subito che, rispetto alle dimensioni, lo spazio interno è abbondante, con un sedile di guida comodo e facile da regolare. Dando un’occhiata alla strumentazione si nota che i comandi sono ben raggruppati, e facilmente identificabili; l’ampio display a colori è di facile lettura. Interessante sempre all’interno, la forma spigolosa delle bocchette dell'aria che richiama le forme esterne della carrozzeria. Di buon livello le finiture interne, con una cura sugli assemblaggi che ben si coniuga con la parte tedesca della casa automobilistica. Il pianale utilizzato dalla Seat Leon è quello che caratterizza anche Volkswagen Golf e Audi A3, le dimensioni non differiscono molto da quelle della serie precedente, pur se presentano delle novità interessanti novità. La lunghezza totale si riduce da 4.315 mm a 4.263, mentre il passo aumenta da 2.578 mm a 2.636 mm, una variazione che comporta una migliore stabilità su strada, ed una maggiore abitabilità interna, specialmente per quanto riguarda la parte posteriore dell'abitacolo. La maggiore compattezza generale porta a dei miglioramenti anche nelle fasi di parcheggio, cosa sicuramente gradita al conducente. Nella configurazione a 5 posti il bagagliaio della Seat Leon vanta una capacità di 380 litri, con un aumento di circa il 10% rispetto alla precedente versione. Su strada la Seat Leon 2013 ha buone doti di stabilità, ed il motore da buone sensazioni; e dopo pochi chilometri il guidatore può già verificare la risposta precisa dello sterzo. La potenza dei motori non è eccezionale, ma i consumi sono decisamente buoni per una vettura di questo segmento, con 16 chilometri per un litro nel caso del 1,6 diesel, ed una capacità del serbatoio di 50 litri, che consente di affrontare con tranquillità anche lunghi viaggi. In conclusione la Seat Leon tenta di inserirsi sul mercato nell’agguerrito segmento " C ", mettendo in campo un basso costo di utilizzo, la qualità costruttiva e la cura dei dettagli, la spaziosità ed i contenuti high tech, sicuramente all’altezza delle aspettative del cliente esigente, anche se sarà messa a confronto con vetture francesi, italiane e coreane, per le quali si possono ottenere anche prezzi più bassi. Una nuova versione che si sposa bene anche con il cambio di slogan del costruttore di Martorell, che passa dal vecchio "auto emoción" al nuovo "enjoyneering".

 

Read 1110 times Last modified on Monday, 24 June 2013 20:35

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand

Ti interesserà pure