Cosa si fa quando ci si sente abbandonati? Si protesta. E ciò non vale certamente solo per gli esseri umani, ma anche per gli animali. Accade così che in Scozia, un cane, abbandonato dai suoi due proprietari in auto per troppo tempo ha deciso di poggiarsi sul clacson dell'automobile per 15 minuti attirando l'attenzione di tutti coloro che passavano.
 
Pertanto mentre i due padroni di Fern erano intenti a visitare una galleria d'arte, il boxer ha invece deciso di farsi sentire da tutti i cittadini di Broughty Ferry con ben 15 minuti di suono ininterrotto. Ovviamente il boxer è subito diventato famosissimo grazie ai social network poiché tanti sono stati i passanti che hanno ripreso con foto e video il simpatico cane.  
 
Quando finalmente i due padroni hanno deciso di ritornare verso l'auto sono stati bersagliati dagli sguardi di decine di persone che guardavano il cane poggiato allo schienale del guidatore e con la zampa fissa sul clacson. 
 
Siccome è risaputo che i cani, qualora vengano lasciati troppo tempo in un luogo dove non entra aria, possano collassare o avere un arresto cardiaco alquanto facilmente, il consiglio è quello di non portare con sé il proprio amico a 4 zampe se si sa che si andrà in un luogo nel quale il suo ingresso è vietato.
 
Di seguito il video che mostra il simpatico boxer nell'atto di "vendicarsi".

 

Se non siete così pazienti da aspettare il prossimo Salone di Parigi in programma dal 4 al 19 ottobre 2014, ma volete conoscere tutti i dettagli della nuova Smart, ecco per voi quelli che sono i teaser ufficiali, ovvero quelle immagini “vedo non vedo” che svelano un po’ alla volta il design di quella che è un'amatissima city-car. Le anteprime parziali mostrano quella che è una piccola smart fortwoa due porte a fianco dellaforfoura quattro porte, stilizzate in un disegno rappresentante l'evoluzione del modello che ha poi portato alla concept smart fourjoy. 

Il teaser è stato collocato in un video Daimler che racconta quella che è la trasformazione dei fari da tondi ad una forma più squadrata, ma anche l’arrivo dei motivi esagonali nella griglia anteriore e le modifiche alla cellula tridionche caratterizzerà anche la versione a quattro porte. Le due nuove smart saranno realizzate su quella che è la piattaforma della Renault Twingo, con la fourfour erede della francese per circa il 70% e la fortwo molto più legata invece alla sua tradizione. Entrambi i modelli avrannomotore e trazione posteriore.

Dopo diversi mesi in cui tante sono state le voci e le indiscrezioni, Peugeot Sport ha deciso di rompere gli indugi e di comunicare la sua partecipazione al celebre rally-raid di Dakar, dopo ben 25 anni di assenza. E lo fa grazie ad un video-teaser che vi mostriamo di seguito. Sono 13 le tappe previste per oltre 9 mila km, inclusi i trasferimenti. La cerimonia di presentazione avrà luogo il prossimo 3 gennaio a Buenos Aires, capitale dell'Argentina; la corsa prenderà il via il giorno successivo per concludersi poi il 17 gennaio. Etienne Lavigne, il direttore, ha spiegato:

"La grande novità  è la presenza di tappe marathon per tutte le classi: non solo per moto e quad, come abbiamo fatto quest’anno, ma anche per auto e camion, in momenti e su terreni differenti. Sarà interessante vedere il confronto tra i piloti migliori in queste condizioni, dovendo pensare da soli ai veicoli".

Tornando a Peugeot, il teaser ci permette già di sapere che la vettura, che potrebbe essere una 208 da competizione a due ruote motrici, sarà sponsorizzata da Red Bull. Nessuna anticipazione neppure in merito a quelli che saranno i piloti, sebbene delle anticipazioni parlino di personaggi comeStephane Peterhanselo del leggendario Carlos Sainz.

Coloro che sono ricchissimi e collezionano auto bellissime e costosissime potranno, d'ora in poi, dormire sonni tranquilli in quanto difficilmente potranno trovare, nei garage di altri ricconi, altre vetture uguali a quelle da essi gelosamente custodite. Per evitare, dunque, quello che potrebbe essere definito un fastidioso "effetto doppione", bisogna però rivolgersi al programma Q by Aston Martin, riproposto al Salone di Ginevra, con diverse vetture in esposizione e un video, che vi mostriamo di seguito, che presenta delle prestazioni davvero sensazionali.

Il programma di finiture speciali Q by Aston Martin presenta al suo interno tutto un mondo di dettagli esclusivi, materiali speciali, pellami e verniciature di tutti i colori. Non mancano, però, anche degli inserti in fibra di carbonio o metalli preziosi, che possono essere ammirati nelle Q by Aston Martin V12 Vantage S e Vanquish Volante di Ginevra.

Si spazia dalla capote in fibra di carbonio alle sellerie in pelle trapuntata e ricamata, passando anche per grigliette laterali in fibra di carbonio rossa. La plancia è ricoperta in radica di vari tipi, fino allo stemma Aston Martin in oro massiccio.

D'lite sembrano essere anche i pannelli in legno intarsiato, i ricami dorati sui sedili, le vernici sfumate,ed anche la valigeria griffata Aston Martin. Per differenziarsi, tra ricconi, dunque, c'è solo l'imbarazzo della scelta.

 

Una Lamborghini Aventador protagonista di un incidente nel pieno centro di Londra? Ebbene si. Fortunatamente nessuno si è fatto male, ma il costo della riparazione della vettura non lascerà certamente indenne il proprietario della V12 Lamborghini. La costosa vettura, a tutta velocità, è "decollata" dopo aver toccato una Mazda 2 che usciva da un incrocio, salvo poi rimbalzare su una BMW Serie 3 parcheggiata poco più avanti. 

 
A riprendere la scena, che vi mostriamo a fine pezzo, è stato un passante che ha immortalato il tutto con il suo smartphone e che, probabilmente, aveva sentito in lontananza il rombo della super vettura italiana e voleva riprenderne il passaggio. Invece è finito per diventare un testimone potenziale da citare nel  “Cid” (modulo di constatazione amichevole). 
 
Dalla sportiva italiana si vede poi scendere una bella ragazza bionda con i capelli lunghi che viene aiutata da un passante, corso verso la Lamborghini per vedere se ci sono feriti. La porta “a forbice” lato guida viene aperta da un uomo che ha il volto oscurato per ragioni di riservatezza. La carrozzeria è visibilmente danneggiata davanti, sebbene saranno gli specialisti nella riparazione del carbonio, che fanno parte del centro di innovazione ACRC (Advanced Composite Research Centre), a valutare i danni effettivi subiti dalla Lamborghini.
 
 

Page 1 of 3

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand