KTM RC 390, presentata allo scorso EICMA, si è posta all'attenzione come una delle moto più interessanti dell'esposizione e si è mostrata in versione racing, ancor prima che il modello di produzione sia presentato in maniera ufficiale nel prossimo mese di settembre. La moto è stata realizzata con un occhio al livello di competitività e con un occhio ai costi, plafonati da componentistica stradale.
 
Partendo dalla versione stradale molti lavori sono stati fatti sulla ciclistica, in quanto si è andati a sostituire le sospensioni di serie con unità del tutto regolabili e prodotte da WP, prese dal catalogo Power Parts. Pure le pedane e leve sono regolabili, in modo da aiutare i piloti a capire come cucirsi letteralmente addosso la moto. Gli pneumatici sono stradali e il motore è stato depotenziato (meno 6 CV) tramite blocco meccanico del gas. Ora è infatti capace di sviluppare ben 38 cavalli, muovendo 138 kg in ordine di marcia della RC 390 Cup. 
 
Tra le altre finezze tecniche abbiamo la trasmissione a passo ridotto e le protezioni al manubrio, già utilizzate nei campionati mondiali. Da un punto di vista estetico, la versione Cup si presenta decisamente più sportiva e filante rispetto a quella stradale, grazie al plexiglas che nasconde il gruppo faro anteriore. I loghi degli sponsor ufficiali sono concentrati tutti all'avantreno, lasciando il posteriore libero per la personalizzazione da parte dei team. Le componenti sono acquistabili dal catalogo Power Parts KTM, in modo tale che chiunque può trasformare la propria RC 390 in una Cup.
 

La Subaru WRX STI rimane una sportiva di razza decisamente estrema, che non vuole nascondere la sua anima, ma che vuole mostrarla con fierezza. La WRX STI non tradisce la sua anima muscolare, ma se è tornata ad essere una 3 volumi, mantiene inalterate le sue proporzioni. L’assetto è stato ribassato di 15 mm, mentre l’altezza e la larghezza dell’abitacolo sono ora maggiori in modo da aumentare l'abitabilità della abitacolo. Il peso è calato. Parliamo di 10 chili in meno, sebbene il telaio sia più rigido. Gli inserti rossi in Alcantara dei sedili e i richiami di colore presenti sulla leva del cambio e sugli strumenti mostrano, seppur senza eccessi, il carattere sportivo della vettura.

L'ergonomia del posto di guida è decisamente eccellente e tutto è a portata di mano ma senza eccessi. Spicca decisamente la grafica del quadro strumenti. In primo piano abbiamo un display digitale che consente di visualizzare la mappatura scelta o la distribuzione di coppia del differenziale centrale DCCD (Driver Control Center Differential). Le regolazioni sono semplici: vi è un manettino che dev'essere ruotato sotto alla leva del cambio per modificare il comportamento delle WRX STI. L’accelerazione del 4 cilindri boxer da 2,5 litri turbo è decisamente forte, non solo i 300 cavalli ma anche i 407 Nm di coppia.  L’inserimento è preciso, l’avantreno disegna la traiettoria ideale, ma giocando con l'acceleratore tutto si riallinea molto, pertanto si può dire che l'impianto è ben stato calibrato al potenziale della vettura.

 
Grazie ad un assetto basso, un telaio sportivo e un look decisamente aggressivo, Skoda acquista il carattere di un'auto sportiva, gazie soprattutto alle versioni Monte-Carlo, che nella Fabia e nella Fabia Wagon hanno i loro modelli di punta. Tuttavia lo scopo di Skoda è quello di realizzare anche una vera e propria gamma. Fabia Monte-Carlo e Fabia Wagon Monte-Carlo hanno già conquistato 40 mila clienti in Europa ed è per questo che la Casa proporrà delle versioni Monte-Carlo anche per i modelli Yeti, Rapid Spaceback e Citigo.

In Italia, le caratteristiche di questi allestimenti speciali si vedono sulla best-seller Fabia in carrozzeria 5 porte. Non mancano i cerchi in lega da 16 pollici, dotazione decisamente importante per il segmento B, e i sedili avvolgenti. Spicca nel design esterno, così come neri sono anche i fari e i fendinebbia, senza contare il tetto, lo spoiler posteriori e i parafanghi. Gli interni, molto belli, a scelta sono rossi o neri, entrambi di gran vivacità.

Secondo listino, la Skoda Fabia Monte-Carlo 5 porte costa 14.310 euro. Questa e le altre versioni Monte-Carlo rendono omaggio naturalmente al celebre rally di Montecarlo, tappa estremamente significativa del mondiale di rally.

 

 

 

 

Un muletto di quella che sarà la nuova BMW X6 è stato sorpreso nel corso di una sessione di prove effettuata su strada a Bolzano. La vettura è coperta da uno strato di materiale camuffante che impedisce di apprezzarne quelli che sono i dettagli estetici, sebbene si possano vedere le alette che fanno pensare che la vettura immortalata possa essere la Bmw X6 M, la più potente e sportiva tra le varianti in programma e conosciuta al momento con ilnome in codice F86.

Vediamo anche quelli che sono i doppi scarichi e dei rinnovati gruppi ottici che fanno da cornice all'andamento discendente del padiglione, tale da rinforzare la sensazione di dinamismo che è stata voluta dai progettisti di Monaco e che nella versione M trova quella che è la sua massima espressione. Per quanto riguarda le prestazioni, oltre 555 CV dovrebbero essere assicurati dal motore 8 cilindri Twin Power Turboche equipaggia la vettura attualmente sul mercato. Probabile che il motore possa essere abbinato ad una versione rivisitata del Cambio Automatico M. Tra le dotazioni non mancheranno sistemi elettronici come il Dynamic Performance Controle l'Adaptive Drive, a cui verranno poi aggiunti tutta una serie di elementi opzionali. 

Sebbene la sportività non le fosse mai mancata, l'edizione limitata della BMW235i creata dalla filiale olandese di BMW Group supera di gran lunga le aspettative. Prodotta in soli 12 esemplari, la vettura sarà venduta in Olanda e sarà caratterizzata dal kit M Performance, ovvero un bodykit che include lo splitter frontale, il nuovo diffusore e le minigonne laterali, oltre ad un kit aerodinamico appositamente creato. L'aspetto aggressivo dipende anche dalla griglia anteriore nera, dai cerchi in lega da 19''.

I pneumatici sono run-flat e lo Sports Exhaust System conferisce un certo carattere alle qualità aerodinamiche della vettura. Si punta poi ad un look aggressivo all'interno grazie anche alla pedaliera d'alluminio. Il volante è in pelle d'Alcantara ed il freno a mano e in pelle nera e fibra di carbonio, Il motore è un 3.0 litri TwinPower Turbo benzinaa sei cilindri, capace di spingere la vettura ad una velocità massima di 250 km/h ed a fare 0-100 in 4,8 secondi. La potenza dichiarata dalla Casa è di326 CV e 450 Nmdi coppia, mentre il prezzo dei dodici esemplari sarà pari a 83.000 euro.

Page 1 of 3

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand