Abarth 695, le caratteristiche della nuova biposto (FOTO)

Rate this item
(0 votes)
Monday, March 17, 2014 0:10
Al Salone di Ginevra 2014, dopo 40 anni di assenza, torna la mitica 695 Abarth. Esternamente la vettura si caratterizza per un kit firmato Zender. Il frontale mostra un grosso paraurti, che espande le dimensioni delle prese d’aria spingendo verso il basso il muso di quella che ormai è una supercar. Cerchi in lega per le gomme. Essi sono da 18 pollici, sviluppati da OZ Racing e calzano pneumatici 215/35 R18. La vettura risulta poi alleggerita da cristalli anteriori fissi e sportelli scorrevoli in policarbonato, mentre le finiture della carrozzeria presentano elementi in titanio e in carbonio.
 
Un elemento ulteriormente utilizzato è sicuramente l'alluminio per il cofano anteriore a doppia gobba. Il colore è un bel grigio scuro che conferire un carattere decisamente tenebroso alla vettura, mentre la collaborazione con Alber regala alla Biposto dei montanti e delle calotte per gli specchietti in carbonio. 
 
Passando agli interni, l'Abarth 695 elimina i sedili posteriori sostituendoli con rollbar in titanio, realizzato da Poggipolini. Il bagagliaio è rivestito da un materiale tecnico, in tinta scura come la carrozzeria mentre la rete anti-intrusione ferma il contenuto dell'area di carico. Sabelt ha realizzato le mitiche cinture a quattro punti dei sedili Abarth Corsa by Sablet, con guscio in carbonio e rivestiti in Alcantara e pelle color titanio. Il carbonio riveste la plancia, i pannelli porta, il rivestimento del tunnel centrale e la leva del freno a mano. La pedaliera è in alluminio, mentre tale materiale è utilizzato poi per i poggiapiedi. 
 
Cuore della vettura è il motore T-Jet 1.4 litri 16V, montato sulla 695 Tributo Maserati, ma che viene potenziato per scaricare sull’asfalto ben 190 CV di potenza. Con un peso di 997 Kg, il rapporto peso potenza di 5,2 Kg/CV è decisamente ottimo. Un dato da notare è che per la prima volta su un'auto stradale viene montato un cambio ad innesti frontali, con differenziale autobloccante a dischi e comandi che prendono ispirazione dal mondo delle corse automobilistiche. Il passaggio da 0 a 100 Km/h avviene in soli 5,9 secondi, mentre la velocità massima è di 230 Km/h. Il sistema di scarico è a doppio stadio e utilizza terminali in titanio Akrapovic, spesso impegnata nei campionati Moto GP e Superbike. Gli amortizzatori Extreme Shox sono del tutto regolabili in altezza, mentre il tasto Sport sul cruscotto apre completamente le valvole di scarico trasformando la vettura in una vera e propria supercar.
 
Read 802 times Last modified on Sunday, 16 March 2014 22:12
Simona Vitale

Nata a Napoli nel 1982, amo la cultura, la legge e il giornalismo. Laureanda in Giurisprudenza, mi divido fra le mie grandi passioni sia nel lavoro che nella vita. 

Facebook: Simona Vitale

 

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand

Ti interesserà pure