Come diverse vetture di cui vi abbiamo già parlato, il Goodwood Festival of Speed sarà teatro di debutto anche per Mazda MX-5 Roadster Coupe 25th Anniversary basata sulla variante Roadster Coupé.

Questa versione25th Anniversary monta il 2.0 da 160 CV e sarà proposta in soli 750 esemplari che verranno lanciati sul mercato inglese a partire dal mese di agosto. In occasione del Festival, la Casa allestirà due aree espositive separate, una delle quali sarà dedicata alla storia del modello più rappresentativo.

Ci saranno auto che hanno coperto diverse generazioni, senza contare anche delle vetture che hanno ispirato l'idea iniziale della Miata, come Lotus Elan e la MG Midget. Sarà presente anche il telaio della MX-5 di prossima generazione, che sarà alla base della realizzazione ad  Hiroshima di una spider del Gruppo Fiat.F.S.

Un'auto nella quale convivono sia grande bellezza che grande velocità? Sì. Esiste. Parliamo della nuova Mercedes Classe S Coupé. Tale variante della Classe S, che va a sostituire la precedente CL, si caratterizza in primis per uno dei design più riusciti della Casa tedesca, come detto anche dal CEO di Daimler, Dieter Zetsche, nel corso della presentazione alla stampa. Non solo. I due propulsori previsti - il V8 5.0 della S Coupé e il V8 5.5 della S Coupé 63 AMG - offrono livelli potenza e di coppia praticamente identici a quelli delle grandi supercar. Parliamo di ben 455 Cv e 700 Nm la prima, 585 Cv e 900 Nm la seconda.

La velocità massima si assesta a 250 km/h, mentre per passare da da 0 a 100 km/h occorrono 4,4 secondi con la S Coupé 5.0 e 3,9 con la S Coupé 63 AMG. Previste le varianti a trazione posteriore o 4Matic a trazione integrale, con trasmissione 7 G-Tronic Plus o Speedshift MCT AMG.

Debutta su tale classe in prima mondiale il sistema di sospensioni Magic Body Control con funzione di inclinazione in curva, che consente di piegare come se l'auto fosse una moto e andando quindi a ridurre l'accelerazione trasversale esercitata sulle persone a bordo, con un sensibile miglioramento della comodità ed anche della guida.

Franz Jung, Presidente di BMW Italia, ha affermato: "È un'auto che ridefinisce i concetti di sportività e di rispetto dell'ambiente, portandoli a un livello mai raggiunto prima, è il modello più innovativo e tecnologico mai prodotto da BMW". 

Parliamo di BMW i8. Gli ordini per averla sono stati appena aperti. Il prezzo di listino parte da 134.000 euro, in sole quattordici selezionatissime concessionarie che trattano anche le BMW della linea. I primi esemplari verranno consegnati dopo l'estate. Piera Kaempf, Product Manager della BMW i8, ha dichiarato: "Abbiamo pensato la i8 per chi vuole distinguersi stando al volante di un'auto sportiva con il tipico feeling di guida BMW ma che sia anche un concentrato di tecnologia per avere il minor impatto possibile sull'ambiente".

Quello che colpisce sono in primis in suo design futuristico, salvo poi ascoltare il suo "silenzio", in quanto il motore elettrico la spinge silenziosamente fino a 120 km/h per circa 37 km, quanddo poi interviene il propulsore termico. Parliamo di un 1,5 3 cilindri turbo a benzina capace di 231 CV. La potenza massima è di 362 CV, che sono sufficienti a far raggiungere alla vettura i 250 km/h (autolimitati) e i 100 km/h in circa 4,4 secondi con partenza da fermo. 

 

Le prestazioni sono dovute anche alla leggerezza, con 1.485 kg in ordine di marcia, alla distribuzione delle masse con rapporto 50:50 e a un centro di gravità posizionato a soli 46 cm da terra. La cellula dell'abitacolo è realizzata in CFRP, un composito di carbonio e fibre a matrice polimerica che serve a contribuire a rendere la i8 una ibrida plug-in che può essere ricaricata con una presa di corrente per percorre una piccola parte di tragitto senza emettere CO2, o per consumare quasi 50 km con un litro, sfruttando quella che è l'interazione tra i 2 motori. A vederla la i8 si può definire come una coupé 2+2, con i piccoli sedili posteriori adatti solamente ai bambini e le due porte che si aprono come se fossero delle ali. La strumentazione è completamente digitale e l'head-up display riporta le informazioni principali sul parabrezza. A sinistra del volante abbiamo i tasti per gestire le modalità di guida, dalla 100% elettrica eDrive all'aggressiva Sport, senza dimenticare di passare per la basica Comfort e la risparmiosa Eco Pro.

Sebbene venga qualificata come SUV, bisognerebbe chiamarla più precisamente crossover. Parliamo dell'Audi TT offroad concept, che rappresenta un incrocio tra due diverse auto: una coupé (l’Audi TT) e una suv (ad esempio la Q3, date le dimensioni). Questo concept è stato presentato al Salone di Pechino 2014 e potrebbe rappresentare la variante più sportiva, sebbene il suo nome possa far pensare una nuova famiglia di modelli in effetti derivanti dalla coupé.

 

In ogni caso, per quanto riguarda le caratteristiche la vettura risulta lunga circa 4,39 metri, con un passo di 2,63 che rende l'Audi TT offroad concept più bassa di 8 centimetri rispetto alla Q3.Il sistema è ibrido e si compone del 2.0 Tfsi da 292 cv e 380 Nm, unito ad un motore elettrico da 40 kW (54 cv) e 220 Nm di coppia, che si integra nel cambio Dsg a 6 rapporti e a un altro elettrico accoppiato all’asse posteriore e in grado di erogare 85 kW (115 cv) e 270 Nm.

 

Parliamo di un totale di 408 cv e 650 Nm di coppiache consentono al concept di passare da 0 a 100 in 5,2″ e toccare la velocità massima di 250 km/h. Non solo, per mezzo delle batterie da 12 kWh e ai diversi programmi di trazione (EV, ibrida e sportiva), la vettura può percorrere fino a 50 km in modalità zero emissioni.La media di emissioni dichiarata è di 45 g/km, il consumo medio si attesta, invece, sui 52km percorribili con litri, per un'autonomia di circa 880 chilometri.

 

La parentela con la nuova generazione della coupé è sicuramente notevole, grazie al quadro strumenti che si compone dell'Audi Virtual Cockpit, le bocchette d’areazione tonde, la plancia decisamente pulita e i sedili sportivi. La lista degli assistenti elettronici comprende anche due novità che sono pronte a debuttare sui modelli di serie: parliamo dell'assistente per gli incroci e per l'informazione online per semafori.

Arriva alla sua quarta generazione, il coupé sportivo di Mercedes. Il motore è un 6 cilindri da 431 cavalli e che consente di passare da 0 a 100 chilometri orari in soli 4.1 secondi. La lettera M consente a tutti gli appassionati di auto sportive di ripensare alla storia decisamente gloriosa della M3 e di tutti i suoi successi nei trofei turismo, a partire dagli anni '80. Dopo 30 anni la tradizione si rinnova e, dopo la presentazione al Salone di Detroit, le nuove M3 ed M4 debuttano sul mercato.

 

Non poche sono le novità. Dal motore che ora è un 6 cilindri (in linea) biturbo da 3 litri, in grado di rilasciare ben 431 cavalli che consentono di passare da 0 a 100 in soli 4.1 secondi. Il tutto in abbinamento col cambio doppia frizione DKG e con la possibilità di raggiungere la velocità massima, 250 km/h con limitatore elettronico.  

Le prestazioni sono sempre al top e sono garantire da un lavoro estremamente preciso di alleggerimento dell'auto che ora pesa circa 80 kg in meno e ha una massa contenuta entro i 1500 chilogrammi. I più precisi puristi potrebbero dire che il sound non è più quello di prima rispetto al precedente motore V8; tuttavia il nuovo biturbo mette comunque in soggezione. I prezzi partono da ben 76.750 euro. 

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand