Subaru in primavera prevede il debutto del sistema EyeSight, una tecnologia pensata per migliorare la sicurezza attiva sulle automobili e che già apprezzata sia in Giappone che negli USA. In Europa, il sistemaEyeSight esordirà con lanuova Subaru Outback che arriverà sul mercato tra pochi mesi. Alla base del suo funzionamento ci sono 2telecamere stereoscopichead alta definizione (la cui visibilità è stata migliorata di circa il 40% con il più recente aggiornamento) che riprendono in 3D l'ambiente attorno al veicolo per identificare tutti gli oggetti, i pedoni, i ciclisti e gli altri veicoli presenti nelle vicinanze. Lo scopo è quello di aiutare la guida dell'automobilista grazie ad un avviso acusticonel caso in cui il sistema elettronico rilevi la possibilità di un impatto imminente.

Ovviamente, l'obiettivo è quello di evitare del tutto l'impatto o di diminuire la forza di collisione con una conseguente riduzione delle conseguenze per veicoli e persone che si trovano nella direzione di marcia della vettura. Tra le altre funzioni, c'è anche quella di riconoscere e avvisare il guidatore in caso diuscita dalla carreggiatacon superamento delle linee stradali, senza contare il mantenere ladistanza di sicurezza con il veicolo che precede adeguando in maniera automatica la velocità in base alle condizioni e alla fluidità del traffico.

Se sui comuni smartphone il display  multi-touch è all'ordine del giorno, sulle auto non è propriamente così. Accade dunque che però è un'esigenza da soddisfare ben presto. Dunque, Continental, uno dei più grandi fornitori di componenti per l'industria automobilistica, fa una sua proposta per le auto auto più economiche che potrebbero avere tale funzionalità evitando però il costo elevato degli schermi Lcd multi-touch.

L'alternativa a infrarossi della Continental è in fase di sviluppo dal 2011 nei laboratori situati a Singapore e permette di riconoscere i tipici gesti normali: come l'immissione di testo, il trascinamento del dito (swipe) e la pizzicata (pinch to zoom).

Questa soluzione può essere applicata a qualunque tipo di superficie, perché si basa sul posizionamento di speciali Led e foto diodi a formare una matrice che costituisce il tappeto a infrarossi su cui vengono proiettate le immagini provenienti dal sistema multimediale dell'auto. La messa in produzione è prevista per il 2017.

Arriverà a metà settembre in commercio la quarta generazione della Mercedes Classe C station wagon arriva. Il prezzo di listino parte da 37.732 euro. Tante le novità. In primis la carrozzeria che è in composito ibrido di alluminio assemblato con sistemi di incollaggio aeronautico e rivettatura. La struttura risulta essere costituita per il 49% di lega leggera e 65 kg in meno. La nuova Classe C familiare è più lunga di 96 mm (4,70 metri), sebbene quello che conti in termini di abitabilità è l’allungamento del passo di 80 mm, con maggiore spazio per chi sta seduto sul divano. Il vano bagagli acquista 10 litri di volume, passando da 490 a 1.510 litri.

Il portellone si può aprire con il sistema Easy-Pack, infilando il piede sotto il paraurti e lo sportello che si apre da solo. I motori sono tutti Euro 6 e tutti hanno l’Eco start/stop. La gamma diesel BlueTEC è a 4 cilindri, con tecnologia SCR (Selective Catalytic Reduction) e potenze che vanno da 116 e 204 cv. Arriverà poi anche la C 300 BlueTce Hybrid, ibrida che combina un diesel 4 cilindri e un elettrico per una potenza di 204 + 27 cv, con un consumo dichiarato di soli 3,8 litri/100 km con 99 grammi/km di CO2. I motori a benzina BlueDirect sono capaci di erogare delle potenze comprese tra 156 e 333 cv.

Sulla nuova Classe C Wagon è stato montato, in prima europea, il servizio Mercedes Connect me, con la connessione per le chiamate di emergenza, la gestione incidenti, la manutenzione e la telediagnosi.

Page 5 of 5

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand