Alfa Romeo Mito è diventata un tributo alle canzoni degli anni'50 andando a sostituire per questo la leva del cambio con un vero e proprio microfono d'epoca. A pensarla in questo modo è stata la Marshall Amplification, ovvero la compagnia che da oltre 50 anni, progetta e produce degli amplificatori acustici, casse per chitarra elettrica e basso elettrico che i cultori conoscono bene. 
 
La Alfa MiTo By Marshall non poteva dunque non avere un impianto amatissimo. Nel cofano abbiamo un JVM205H da 50 Watt. L'Alfa MiTo By Marshall si basa sulla Distinctive MY '14 che viene equipaggiata con il 1.6 JTDM da 120 CV ed ha cerchi da 18 pollici, pedali in alluminio e dettagli cromati. Visto che si tratta di una one off, la vettura ha diversi elementi brandizzati come come il battitacco o la carrozzeria, che in più punti ha la firma del produttore inglese. 
 
L'alleanza va di pari passo con la sponsorizzazione della serata dedicata al documentarioSound City, diretto da Dave Grohl, organizzata negli Olympic Studios di Londra. Insieme all'Alfa MiTo verrà sponsorizzata anche l'Alfa-chitarra elettrica di cui vi abbiamo già parlato.
Lamborghini ha annunciato l'intenzione di introdurre un misterioso nuovo modello al Salone di Parigi. L'azienda si è astenuta dal dare alcun dettaglio e non ha detto molto sulla macchina, tranne che: "Una volta che la perfezione è raggiunta, si può soltanto raddoppiarla".
 
Questo annuncio è stato accompagnato da un immagine chse sembra un bel rompicapo; tuttavia, la silhouette regala molto poco della vettura. Da quello che abbiamo potuto capire dall'immagine, questo elegante nuovo veicolo sfoggia un parabrezza slanciato, una linea del tetto leggermente in pendenza e parafanghi posteriori muscolari. Considerando la scarsità di informazioni, questo è tutto quello che possiamo dire su questa misteriosa Lamborghini. La Casa svelerà la macchina il 2 ottobre 2014 al Salone di Parigi. Il consiglio è dunque quello di rimanete sintonizzati per ulteriori dettagli.

Ecco una piccola sportiva che può arrivare dalla Nissan, sebbene nulla vi sia ancora di certo. In sintesi questo è il pensiero di Pierre Loing, responsabile per la pianificazione prodotto di Nissan America. Nel corso di un incontro con la stampa, Loing ha spiegato: “Una piccola sportiva a trazione posteriore, della fascia di prezzo della Subaru BRZ o della Toyota GT86 è un bel punto interrogativo, perché le piattaforme a trazione posteriore coprono modelli più costosi”.  

Loing ha poi aggiungo:

“Se si fa qualcosa di simile e si riesce a produrre un veicolo di questa fascia di prezzo, cosa fare di altro sulla piattaforma? Perché francamente realizzare una piattaforma per una produzione da 50.000 o 60.000 unità annue non vale la pena”. In casa Nissan, quel che dunque sembra certo è che tra la Idx Freeflow e la Idx Nismo, che sono due interessanti concept viste all'ultimo Salone di Tokyo, dalle linee tese e con vari richiami agli Anni 70, si può raggiungere questa linea di produzione nel 2016. Facile ipotizzare un motori 4 cilindri turbo da 1.2 fino a 1.5.

Manca ormai meno di una settimana all'apertura del Motor Show di San Paolo in Brasile in programma dal 30 ottobre al 4 novembre. Ebbene, Peugeot ha deciso di svelare un progetto decisamente ambizioso realizzato in collaborazione con il costruttore aeronautico brasiliano Embraer. Le due aziende, attraverso il Centro Stile di PSA a Puerto Real, hanno creato la concept 208 Natural che ha lo scopo di mostrare quanto sia possibile nell'industria l'utilizzo di materiali al 100% sostenibili.
 
La 208 Natural ne utilizza ben 68 kg, spaziando dalla carta di giornale riciclata (come nella concept Exalt) al legno, dalla pelle 'vacchetta' al sughero. Una delle novità assolute è la presenza di diversi elementi rivestiti in pelle di Arapaima - uno dei pesci di acqua dolce più grande al mondo ed originario dell'Amazzonia. Peugeot l'ha impiegato per i sedili, per i braccioli, per la plancia, mentre in pelle di salmone sono i soffitti del cambio e del freno a mano. Inconsueti anche i materiali scelti per i tappetini, un mix di silicone, sughero, pelle bovina naturale e bambù laminato
La vettura è stata poi verniciata con un eco-smalto a base di terre coloranti e presenta molte altre particolarità che espongono le tante e possibili capacità di innovazione in questo campo: i monogrammi 208 e le maniglie porta sono in titanio riciclato, mentre la scritta Natural è in bambù.

Subaru Forester è un'auto pensata sia per le famiglie che per chi ama muoversi nel tempo libero, ma a quanto sembra, a partire dal prossimo 25 novembre, è in arrivo una nuova variante Sti griffata. I primi scatti dell'auto mostrano alcuni dettagli che evidenziano un'ampia zona del frontale che mette in luce il carattere sportivo della vettura, con un tocco di rosso che è presente nella calandra e alle luci diurne a Led verticali.

La concept sarà spinta da un motore 4 cilindri 2.5 da305 CV e si preannuncia come molto brillante, sebbene non sappiamo ancora se rimarrà una versione destinata al solo mercato giapponese o se arriverà anche in Italia. Non ci resta che aspettare il lancio ufficiale per saperne di più anche sul versante prezzi, argomento a cui i mercati tengono molti in tempi di crisi come quelli che corrono, anche in questo settore.

Page 1 of 14

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand