Le nuove immagini di Skoda Fabia 2015 mostrano una vettura che si caratterizza per maggiore sportività e linee aerodinamiche più precise. Questo emerge, dunque, dalle prime foto della vettura il cui debutto ufficiale è previsto al Salone di Parigi 2014, in programma dal 4 al 19 ottobre.

Sebbene sia ancora presto per conoscere le novità tecniche della vettura, Skoda Fabia si candida a giocare un ruolo di competitore di Ford Fiesta e Volkswagen Polo. Indiscrezioni rivelano che il lancio di nuova Skoda Fabia si articolerà su due motorizzazioni a benzina e una unità turbodiesel. Nel dettaglio, la prima sarà formata dal nuovo 1.0 Mpi Tsi a tre cilindri aspirato da 60 CV, che è già a borda della Skoda Citigo, e dal 1.2 Tsi turbocompresso che è declinato su livelli di potenza fino a 110 C. Per quanto riguarda il fronte turbodiesel, la nuova Skoda Fabia sarà equipaggiata con il 1.4 Tdi common rail declinato su tre livelli di potenza, da 75 a 105 CV.

La vettura viene sviluppata sulla nota piattaforma modulare Mqb (Modular Querbaukasten) che è nata nel 2012 per le nuove Audi A3 e VW Golf 7 e che è destinata a costituire l'ossatura di gran parte della produzione del Gruppo Vag. Il concetto di partenza della vettura è la Skoda Vision C presentata allo scorso Salone di Ginvebra come una vettura capace di coniugare caratteristiche di funzionalità e design, secondo i dettami indicati dai responsabili del Centro Stile di Skoda.

La nuova Mazda MX-5 farà il suo debutto ufficiale al prossimo Salone di Parigi(in programma dal 4 al 19 ottobre 2014) puntando il tutto per tutto su quelle caratteristiche che l'hanno davvero resa vincente e che sono: dimensioni ridotte, agilità, peso contenuto e "Jinba Ittai", ovvero l’integrazione perfetta fra uomo e macchina capace di regalare un puro piacere di guida. Senza perdere lo schema tipico della decappottabile a due posti con motore anteriore e trazione posteriore, la vettura sfoggia però una lunghezza di 3.915 mm, una larghezza di 1.730 mm e un’altezza di 1.235 mm che la rende più compatta rispetto alla versione precedente. Il peso è stato ridotto di ben 100 chili, consentendo dunque maggiore agilità.

La massa totale è inferiore ai 1.000 kg, così come la distribuzione dei pesi: parliamo di 50:50 davanti e dietro. Sotto al cofano abbiamo i motori con tecnologia Skyactiv-G a iniezione diretta di benzina, ottimizzati per la spider e disposti longitudinalmente. La cilindrata e la potenza saranno annunciate solo al prossimo Salone di Parigi, sebbene le indiscrezioni rivelano che esse saranno un 1.5 e un 2.0, mentre il cambio è stato appositamente progettato è il cambio a 6 marce è manuale o automatico. Quando la capote è abbassata, la nuova MX-5 è dotata di frangivento, mentre gli altoparlanti nei poggiatesta migliorano l’esperienza di ascolto della musica. Per quanto riguarda la sicurezza, abbiamo il sistema Mazda Proactive Safety e l’ultima generazione dell’interfaccia uomo-macchina (HMI) con MZD Connect.

 

Come hanno lasciato intendere le ultime dichiarazioni di Luca Cordero di Montezemolo alla vigilia del gran premio d'Italia, dominato dalla Mercedes di Hamilton, una certa insicurezza è legata al suo futuro alla guida della Ferrari. Quel che invece è certo è la presentazione al prossimo Salone di Parigi di una nuova supercar made in Maranello, che sarà prodotta in soli 10 ed esclusivi esemplari. Le informazioni raccolte lasciano evincere che potrebbe trattarsi della versione stradale della concept  Pininfarina Sergio, presentata al Salone di Ginevra nel 2013, e che prende il nome e la sostanza dal fondatore della celebre carrozzeria torinese, Battista (detto “Pinin”) Farina.     

 
La meccanica è quella della Ferrari 458 Italia Spider (motore 4.5 V8 da 570 CV) e le modifiche che si rendono necessarie per renderla omologabile riguarderebbero pochi elementi, con l'aggiunta del parabrezza e dei finestrini che invece erano assenti nei prototipi. La carrozzeria rimane avveniristica con un frontale che riguarda proprio un celebre prototipo della  Pininfarina, sempre con meccanica Ferrari: la Dino Berlinetta Speciale del 1965. 

C'è molta attesa in merito a quella che sarà la terza generazione del SUV Cayenne, presentato da Porsche proprio allo showroom parigino. Il design è più affinato, i motori più efficienti e l'equipaggiamento di serie ancora più completo. Il Salone rappresenta l'occasione per svelare al mondo quella che sarà la versione ibrida plug-in. Dal suo lancio sul mercato, che è avvenuto nel 2002, ad oggi, e due generazioni, il lussuoso Suv ha totalizzato quasi seicentomila unità vendute in tutto il mondo.

La prossima Cayenne sarà disponibile in 5 versioni: S, Turbo, Diesel, S Diesel e S E-Hybrid2. Con la Cayenne a trazione ibrida plug-in Porsche rappresenta l'unico costruttore al mondo ad offrire nella sua gamma tre modelli di vetture con questo sistema (Cayenne, Panamera S e 918 Spyder), andando anche ad offrire delle migliori performance e delle motorizzazioni che fanno registrare consumi di carburante molto inferiori rispetto alle analoghe versioni precedenti. La nuova versione di Cayenne debutterà il prossimo 11 ottobre e sarà in vendita in versione Diesel a 69.784 euro, la S a 84.058 euro, la S Diesel a 86.010 euro. L'ammiraglia Turbo a 133.468 euro, mentre quella S E-Hybrid ha un listino di 85.553 euro.

Honda ha svelato il prototipo Jazz, prima del suo debutto al Motor Show di Parigi in programma ad ottobre. La macchina ha trovato ispirazione per il suo design dalla versione Fit europea, ma è  di 15 millimetri più lunga rispetto al suo predecessore. 

Honda dice che la nuova Jazz  sarà disponibile con nuove sospensioni che promettono di offrire una guida più raffinata e confortevole. Altre specifiche della vettura non sono state ancora rivelate, ma Honda ha confermato che il modello sarà alimentata da un motore 1.3 litri a benzina.

Un cambio manuale a sei marce o una trasmissione a variazione continua caratterizzanno la vettura. Honda Jazz sarà presentata il 2 ottobre e ulteriori informazioni saranno rilasciate in quella data. 

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand