Le versioni più avventurose delle auto di casa Dacia si chiamano Stepway e al prossimo Salone di Parigi ne verranno presentate 2: rispettivamente della Lodgy e della Dokker. Entrambe ispirate all'universo dei crossover e che, almeno per il momento, non verranno commercializzate in Italia. Esse si riconoscono senza dubbio per alcuni elementi specifici di design senza contare i paraurti in tinta, i passaruota neri e i profili in cromo satinato, senza contare le barre sul tetto, gli specchi retrovisori e i cerchi in lega da 16 pollici in tinta dark metal. Esclusiva dellaStepway è anche la colorazione 'blu azzurite'.

Gli interni sono sono stati personalizzati con delle sellerie specifiche e impunture blu, ovvero lo stesso colore che troviamo sui quadranti e sulle bocchette dell'aria e che ben contrastano con il resto grigio scuro. Le 2 avventurose sono equipaggiate con un quattro cilindri turbocompressi, il 1.2 benzina TCe 115 che ha un consumo medio omologato di 5,7 L/100 km e il diesel dCi 110 e che percorre 100 km con 4,4 litri di gasolio. 

Se c'è chi pensa che le linee delle vetture giapponesi siano un po' troppo disegnate al computer, abbiamo la foto della prima Infiniti Q80 Inspieation, la concept che verrò presentata come sappiamo al prossimo Salone di Parigi. Essa, dichiaratamente, rappresenta un “esempio di design e di anteprima tecnologica a ciò cui l'Infiniti farà riferimento nei prossimi anni”. Le forme sembrano essere un po' ardite e decisamente diverse da quelle che potrebbero essere le sue rivali come  Audi A7 o Porsche Panamera, tuttavia esse rappresentano la dichiarata intenzione di realizzare una vettura che possa fungere da berlina-coupé, proprio come le rivali. Si presenta bassa e allungata la Infiniti Q80, un'auto per distinguersi a bordo della quale c'è un “approccio intuitivo e focalizzato sull'individuo".

La forma del tetto sembra promettere estrema luminosità. Degli interni poco sappiamo per ora, sebbene dovrebbero essere presenti 4 poltrone singole in alluminio capaci di fondere tecnologia e lusso. Per ulteriori dettagli non ci resta che attendere il Salone di Parigi.

Finalmente è partita la prevendita delle Audi A6 e Audi A6 Avant, che verranno presentate al prossimo Salone di Parigi. Le due vetture sono state modificate più nella sostanza che nella forma e potremo vedere anche una nuova calandra e dei fari che possono essere anche di tipo Matrix led. Arriveranno nelle concessionarie sul finire dell'anno. I motori della gamma Audi A6 sono 8 e tutti Euro 6 abbinati a cambi manuali, automatici sequenziali o robotizzati a doppia frizione a seconda delle versioni di riferimento.  La trazione integrale Quattro è disponibile in abbinamento ai motori 3.0 TFSI e 3.0 TDI nei vari livelli di potenza; mentre i modelli Ultra (1.8 TFSI e 2.0 TDI da 150 CV promettono delle percorrenze di 17,5 e 23,8 km con un litro di carburante.

Gli allestimenti a benzina e turbodiesel sono il Business e Business plus che possono essere integrati con due pacchetti specifici: il primo, per la versione Business, che prevede il sistema MMI Radio plus, il regolatore di velocità, il sistema di ausilio al parcheggio e il sistema di navigazione con MMI. Il prezzo è di 2.650 euro e dovrebbe consentire un risparmio del 36% rispetto al costo dei singoli accessori. Il secondo, per la versione Business plus, prevede il sistema Audi connect, l'Audi sound system, il “clima” a quattro zone, pack luci interne ed esterne, regolatore di velocità, interni in pelle, rivestimenti in pelle, sistema di ausilio al parcheggio, navigatore MMI plus con interfaccia a sfioramento, ad un prezzo di 4.900 euro, contro un risparmio del  48% sul controvalore effettivo secondo quanto dichiarato dalla Casa tedesca.

In occasione del Salone di Parigi 2014, debutta anche la nuova Seat Leon X-Perience, una variante originale della vettura spagnola che è capace di coniugare le caratteristiche di una station wagon con quello che è lo stile off-road tipico di un fuoristrada. Derivata dalla ST, la X-Perience si presenta con un corpo vettura che sebra essere stato disegnato apposta per percorrere percorsi dissestati e sterrati leggeri. Si distingue per i tanti dettagli in plastica nera che proteggono la zona inferiore dei paraurti, mentre abbiamo poi i passaruota  passaruota e i sottoporta laterali. A tali modifiche si aggiunge poi un assetto rialzato di ben 30 mm ed anche l'inarrestabile trazione integrale 4Drive. La versatilità della vettura viene poi confermata da un bagagliaio di 587 litri, che si espande poi fino a 1.470 litri, abbattendo il divano posteriore.

L'offerta prevede 3 unità alimentate a gasolio e un solo motore a benzina. Abbiamo un diesel 1.6 litri TDI da 110 CV e 250 Nm di coppia massima, con un consumo medio dichiarato di 4,8 litri/100 km. Abbiamo poi il 2.0 litri TDI, declinato nella potenza da 150 CV (consumo medio dichiarato 4,9 litri/100 km), e in quella da ben184 CV, che consente di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 7,1 secondi e di raggiungere la velocità massima di 224 km/h. Per quanto riguarda invece la benzina abbiamo il 1.8 litri TSI, capace di offrire una potenza di179 CV e una coppia massima pari a 280 Nm.

Al Salone di Parigi, Maserati Ghibli presenta anche la Ghibli Ermenegildo Zegna Concept, senza dimenticare di portare sulla super vettura anche il concetto di personalizzazione esclusiva in collaborazione con l'atelier Zegna. Questo progetto, infatti, segue quello della Quattroporte Zegna Limited Edition, realizzata in 100 esemplari e che aveva debuttato lo scorso anno. Questa nuova concept, invece, si basa sulla Ghibli 4S ed è stata realizzata per un target di persone che amano e possono permettersi lusso e dettagli preziosi.

La carrozzeria è dipinta della tinta tri-strato Azzurro Astro e i cerchi da 20 pollici prevedono un colore esclusivo, mentre gli interni si caratterizzano per uno schema colori a contrasto che deriva dall'accoppiamento tra la pelle finissima e i filati firmati Zegna. Il motore è un V6 Twin-Turbo capace di erogare ben 410 CV e 550 Nm sulle quattro ruote, spingendola da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi mentre la velocità massima è di 284 km/h. In occasione dei cento anni del marchio, poi, sono presenti anche le GranTurismo e GranCabrio Centennial Edition, senza contare anche la concept Maserati Alfieri, di recente vincitrice del "Design Award for Concept Cars & Prototypes" nel concorso di Eleganza di Villa d'Este, che ha avuto luogo lo scorso mese di maggio.

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand