Una nuova vettura ERC2 entra a far parte del Campionato Europeo Rally FIA: parliamo della Subaru WRX STI. La vettura è stata sottoposta a diversi test di sviluppo affinché fosse pronta per fronteggiare al meglio i round previsti per questa stagione. 

La squadra britannica ha costruito questa auto-produzione seguendo i nuovi regolamenti tecniciFIA per le NR4, che rientrano, appunto, nella categoria ERC2. La JRM ha sviluppato questa automobile, in collaborazione con i giapponesi di Subaru Tecnica International, basandosi sul modello MY15 WRX. 

L’ultima versione della Subaru WRX STI h subìto dei milgioramenti su due piani: quello della rigidità e quello delle sospensioni. Sul piano tecnico, infatti, si possono riscontrare dei netti miglioramenti per quel che concerne la prestazione in curva e per quel che concerne la trazione, rispetto ai modelli precedentemente lanciati. 

Come ha spiegato Steve Smith, Sales Manager di JRM “Questa è la nostra nuova auto produzione per i rally mondiali, costruita appositamente per soddisfare le nuove norme tecniche FIA NR4, introdotte per creare maggior parità di condizioni nella categoria. Negli ultimi anni si è registrata una carenza di novità nelle vetture produzione, ecco perché abbiamo voluto costruire questa auto. Come modello del 2015, la WRX STI NR4 include le ultime tecnologie per i veicoli che Subaru ha sviluppato su diversi tipi di strade, per quanto riguarda la Classe produzione dei rally. Ci aspettiamo di compiere un grande balzo in avanti in termini di performance fra tutti i piloti che la sceglieranno per puntare alla vittoria della categoria.

 

Su tutte, vogliamo oggi proporvi un'interessante novità dall'84° Salone di Ginevra. Una superba unione tra un SUV futuristico e una berlina sportiva, connubio di due concept d'avanguardia. Il primo è Viziv 2, erede del prototipo presentato a Ginevra lo scorso anno e in merito al quale non sono stati rilasciati dati ufficiali.
 
Passiamo poi a WRX STI, vettura che cercherà di regalare a Subaru la sua quarta vittoria alla gara 24Ore del Nurburgring. 
 
In tutta la sua bellezza aggressiva, la vettura presenta un motore 2.5 turbo Boxer da 305 cavalli, e dotato di sistema di controllo valvole AVCS (Dual Active Valve Control System), con una coppia massima dii 393 Nm a 4.000. Il cambio è manuale e a sei marce, con trazione integrale.
 
Tale auto non può essere definita in maniera semplcice berlina; la Subaru WRX STI è una berlina, ma da corsa. Rappresenta davvero l'erede ideale dei prototitipi che hanno conquistato diversi titoli nel Mondiale Rally sin dal 1995, quando a stravincere fu una Subaru Impreza WRC guidata da Colin McRae.
 

In occasione del 44esimo Salone di Tokyo è stata presentata la concept car Subaru Impreza. Scopriamo insieme le sue caratteristiche. La vettura ha dimensioni di segmento C.

Inoltre, il frontale, il laterale e il posteriore dell'automobile si armonizzano perfettamente nel design “Dynamic & Solid”. L'auto è a cinque porte. Il colore esterno argento richiama il metallo vivo. L'automobile, inoltre, ha una forma larga e bassa, dal tratto sportivo. Le caratteristiche linee laterali si estendono dal parafango anteriore fino alle porte anteriori e posteriori verso il retro sia sulla linea di cintura che nella parte inferiore conferendo dinamicità alla superficie del corpo. 

Infine, la silhouette stretta della carrozzeria aumenta il tratto sportive di questa vettura, mentre le luci posteriori hanno lo stesso design dei fari anteriori e sono inglobati nei massicci parafanghi posteriori.

Nel nostro Paese sono circa 200mila i cani che vivono nei rifugi, più del doppio, invece, sono randagi. Ebbene, il tema degli animali che non hanno una casa è sentito in Italia, ma non solo. In Russia, infatti, molto scalpore sta facendo uno spot realizzato da Subaru, nel quale si vede una donna che investe un cane e poi tenta di soccorrerlo.
 
Alla fine c'è una sorpresa che non vi riveliamo, ma che vi invitiamo a guardare nel video che segue e che ha superato i 5 milioni di visualizzazioni.
 
Ricordiamo, inoltre, che in Italia un caso di omissione di soccorso ad un animale costa all'automobilista almeno 389 euro. Anche il passeggero è punito per complicità con delle sanzioni pecuniare che vanno dai 78 ai 311 euro. 

 

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand