La Cadillac ATS presenta in Europa la sua versione coupé, pensata per un pubblico più giovane che però non voglia di certo rinunciare ad eleganza e lusso.
La nuova Cadillac ATS Coupé 2015 presenta carreggiate più larghe rispetto allaversione a quattro porte, sfruttando però delle soluzioni più aggressive. Abbiamo il tetto, le portiere, il portellone del bagagliaio e il paraurti posteriore disegnati appositamente per la versione nella quale debutta poi anche il nuovo stemma Cadillac.
Il motore è un rinnovato quattro cilindri turbo a benzina di 2 litri a iniezione diretta, doppio Albero a camme in testa e fasatura variabile capace di erogare circa 14% di coppia in più se confrontato con la ATS berlina e che arriva a garantire ben 400 Nm che portano l'accelerazione da 0 a 100 km/h con circa 6,2 secondi. La potenza arriva a 276 cavalli e il peso è di circa 1.602 kg con un rapporto di 138 cavalli per chilogrammo.


La distribuzione delle masse arriva a sfiorare circa 50/50, il Baricentro ribassato e le sospensioni indipendenti a cinque bracci al posteriore e Multilink con montante MacPherson all'anteriore vanno invece a garantire piacere di guida, reattività e reazioni equilibrate. L'impianto dei freni è fornito da Brembo e si accompagna a dei cerchi in lega in alluminio da 18 pollici progettati appositamente per il modello, mentre la trazione integrale è disponibile a richiesta. Abbiamo poi in dotazione ben 8 Airbag e accessori come i fari anteriori bi-xeno, il sistema Adaptive Forward Lighting, le luci posteriori a LED, il volante in pelle con leve in magnesio di serie con il cambio automatico, il Forward Collision Alert, il sistema di avviso di superamento dei limiti di carreggiata, il Traffic Sign Recognition, l'impianto audio Bose e gli interni con imbottiture tagliate e cucite a mano. Nell'abitacolo abbiamo poi dei materiali di pregio come la pelle e il legno, senza dimenticare delle componenti rivestite in alluminio e in fibra di carbonio mentre il sistema Cadillac CUE con schermo multitouch LCD da 8 pollici rappresenta il massimo del marchio americano per quello che riguarda l'intrattenimento e i dati di bordo.

Al prossimo Salone di Los Angeles, Cadillac svelerà quella che è la nuova ATS-V.R ufficializzando la futura generazione di modelli V-Series ad alte prestazioni. Parliamo di un modello da corsa della futura Cadillac ATS-V Coupe 2016, la vettura che porterà nel primo modello di mid-size ad alte prestazioni del marchio, l'esperienza accumulata in oltre 10 anni con le V-Series. La ATS-V Coupe sarà presentata la settimana prossima insieme alla ATS-V berlina e dovrebbe arrivare sul mercato americano a partire dalla prossima primavera. La potenza è di 600 CV e rispetta quelle che sono le specifiche internazionali FIA GT3, potendo così competete in più di 30 diverse categorie GT in tutto il mondo. È inoltre equipaggiata con il LF4.R, la versione da corsa del Twin Turbo 3.6L V-6 montato sulla Cadillac CTS Vsport. Spiccano i due turbocompressori BorgWarner più grandi, un intercooler di capacità superiore; la gestione del motore da competizione e uno scarico diretto a uscita laterale.
 
La leggerezza di monoblocco e testata in alluminio viene bilanciata dal gruppo cambio-differenziale posteriore, che assicura alla ATS-V.R una distribuzione delle masse del 49% all’anteriore e del 51% al posteriore.

Il salone di Detroit, North American International Auto Show, si è rapidamente guadagnato il titolo di uno dei saloni automobilistici più importanti al mondo. Merito di due fattori importanti: l'aumento della vendita di vetture in America negli ultimi anni (Nel 2013 c'è stato un confortante + 7,6%) e la conseguente presenza sempre maggiore di tutte le case automobilistiche importanti.

Solo in questa edizione (13-26 Gennaio 2014) sono state presentate oltre 50 nuovi modelli, alcuni dei quali veramente impressionanti.

Andiamo a vederli nel dettaglio:

BMW M4 - Evoluzione della M3, vanta un design più aerodinamico e prestazioni maggiorate grazie al motore twin-turbo 3.0 425 cavalli e ad un nuovo materiale che mischia fibra di carbonio e plastica che le permetteranno di essere più leggera. Il lancio è previsto per l'Estate prossima. 

 

Chevrolet Corvette Z-06 - La Chevrolet gioca in casa e lancia la vettura sportiva più sofisticata prodotta dalla General Motors, infatti, sotto il telaio in alluminio si nasconde un motore V8 6.2 e ben 625 cavalli servito da due differenti cambi automatici a 7 e ad 8 marce. L'uscita è prevista per il 2015. 

 

Mercedes Benz Classe C - La quarta generazione della Classe C punta su interni più spaziosi e sopratutto sull'Hi-Tech grazie ad un nuovo schermo da 7 pollici sul cruscotto ed a una superficie dove poter collegare lo smartphone e gestire tutti i vari canali di infotainment presenti semrpe connessi ad internet grazie all'hotspot personale. La versione full optional include anche l'innovativo dispositivo Distronic Plus che prende in mano la guida della vettura in caso di ingorghi e una fotocamera a 360 gradi per facilitare parcheggio e manovre. 

 

Cadillac ATS Coupè - La Cadillac lancia la versione Coupè della fortunata ATS. La versione base è fornita di un motore 2.0 4 cilindri turbo da 272 cavalli mentre è prevista anche una versione High con motore 3.6 V6 da 321 cavalli che porta la vettura da o a 100 km/h in circa 5,6 secondi.

 

Porsche 911 Targa - La Porsche non poteva mancare a questo importante appuntamento e lo fa con la versione puntando su un'evoluzione del tradizionale modello 911. La Porsche 911 Targa è prevista in due versioni (4 e 4S) rispettivamente con motore 3.4 350 cavalli e 3.6 400 cavalli. Entrambe con cambio automatico da 7 marce e doppia frizione per la gioia degli affezionati Porsche. 

 

C'è davvero l'imbarazzo della scelta tra tutte queste meraviglie, ma voi quale preferite? 

 

Già proprietaria di marchi come Opel, Chevrolet e Cadillac, Genaral Motors ha reso note delle informazioni maggiori su quelli che saranno i motori di nuova generazione Ecotec. Parliamo di ben 11  modelli. Tali motori Ecotec, entro il 2017, andranno ad equipaggiare 27 modelli di cinque marchi GM.L'obiettivo è quello di produrre 2,5 milioni di unità all'anno in 5 siti di produzione: Michigan, China, Ungheria, Messico e Sud Corea. Basta pensare che solo l'impianto di Flint, negli Stati Uniti, ha beneficiato di un investimento di 200 milioni di dollari in tecnologie che saranno indispensabili per la produzione dei muovi motori

In Europa, Opel ha presentato motore Ecotec che ha presentato un 1.0 tre cilindri turbo da 90 e 115 Cv al debutto sulla Adam. Secondo la GM, tale motore risulta più efficiente del 20% rispetto al motore 1.6 quattro cilindri che sostituisce. Ad esso, seguiranno i motori 1.4 turbo che sviluppa una potenza da 150 CV e che la casa ritiene più silenziosa di almeno il 50% del motore 1.4 della Volkswagen. Tale modello si presenta del 25% più silenzioso rispetto al tre cilindri 1.0 turbo Ecobbost. Tale motore svilupperà una potenza di 148 CV e 235 Nm di coppia.   
 
Tale nuovo motore, che sarà impiegato insieme all'1.4 turbo sulla prossima Chevrolet Cruze in Cina, è un 1.5 aspirato a quattro cilindri capace di sviluppare 115 CV e 146 Nm di coppia. Nel complesso i motori Ecotec comprenderanno modelli a tre e quattro cilindri da 1.0 a 1.5 e capaci di sviluppare delle potenze comprese tra i 75 e i 165 CV e una coppia da 95 a 250 Nm.
 
 

Sebbene probabilmente non è destinato a cambiare il corso della storia delle auto, lo specchietto retrovisore digitale che ci è stato proposto da Cadillac verrà ricordato forse come uno dei piccoli passi fatti dall'uomo per un utilizzo più pratico e sicuro. L'idea di utilizzare una telecamera posteriore e un display al posto del classico specchietto in vetro non è del tutto nuova. Audi già l'ha usata nelle auto da corsa e ne ha anche annunciato l'arrivo sulla R8 e-Tron nel 2015. La nuova tecnologia Cadillac vedrà invece la lucenel 2016 sulla CT6, una nuova ammiraglia americana di lusso destinata a sfidare Audi A8, BMW Serie 7 e Mercedes Classe S.

Secondo Travis Hester, ingegnere capo del progettoCadillac CT6, il nuovo specchietto virtuale offrirà una visuale "simile solo a quella di una cabriolet con tetto aperto", ma senza i punti ciechi creati dai montanti, dal tetto, dai poggiatesta o dagli stessi passeggeri. Il sistema della Cadillac CT6 utilizza una telecamera posteriore ad alta risoluzione che invia il segnale video ad undisplay TFT-LCD da 1.280x240 pixele 171 ppi posizionato come sempre nella parte alta e centrale del parabrezza. L'immagine dovrebbe risultare piùchiara e priva di riflessi, anche per il fatto che l'obiettivo della telecamera viene ricoperto con uno speciale rivestimento idrorepellente. 

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand