Volkswagen lancia e-Golf, la sua nuova auto elettrica. Non molto sembra cambiare alla vista rispetto alle versioni benzina, diesel e metano, sebbene la nuova vettura adotti un'unità elettrica da 115 cavalli e 270 Nm. Con le sue batterie da 24,2 kWk, la sua autonomia è di 190 chilomenbtri. Basandoci su quello che è il prezzo medio dell’elettricità in Germania (0,258 euro/kWh) la e-Golf riuscirà a percorrere 100 km con circa 3,30 euro. La garanzia della vettura è di 8 anni, con percorrenza di 160mila chilometri. Il prezzo è di 34.900 euro.
 
Questa vettura sarà in vendita dalla prossima primavera e sarà caratterizzata da finiture esterne “Think Blue”, dai fari a Led anteriori, senza contare gli accessori. La velocità massima è di 140 km/h, mentre per passare da o a 100 km occorrono 10,4 secondi, presentandosi dunque adatta anche agli spostamenti extra urbani. Con le modalità Eco ed Eco+, pensate per il risparmio di energia, le prestazioni però si riducono un bel po'. Per quanto riguarda la ricarica completa a 230 volt, occorrono circa 13 ore, scendendo però ai 30 minuti per l'80% del pieno con i sistemi CCS ad alto voltaggio. 
 
Del primo equipaggiamento, fanno parte l’impianto stereo con navigatore satellitare “Discover Pro”, il climatizzatore automatico, il parabrezza riscaldabile, il volante in pelle, i cerchi in lega e i fari di tipo full Led. Quindi, dopo la e-Up!, in vendita a 26.900 euro, la Volkswagen introduce ora l'attesa variante elettrica del suo modello Golf.
Immaginiamo che a tutti noi piacerebbe guidare un’auto elettrica? Ciò perché essa è silenziosa, rilassante da guidare e spesso non emette gas di scarico. In Italia, l'ostacolo maggiore alla diffusione dei veicoli elettrici è rappresentato dai prezzi che sono ancora decisamente elevati. Non solo, le colonnine pubbliche per la loro ricarica non presenti in numero ancora insufficiente. Alcuni incentivi di tipo statale come quelli che hanno messo a disposizione in Francia sarebbero di aiuto. Pertanto, in attesa che qualcosa si muova anche in Italia il prezzo della Nissan Leaf è sceso di 5.000 euro per il mese di aprile. Si parte da un prezzo di listino di 18.690 euro con la formula Flex e da 24.590 qualora si decisa di acquistare auto e batteria. 
 
Valida fino al 30 aprile, la promozione riguarda tutti gli allestimenti e le immatricolazioni delle auto disponibili a stock. Per i finanzialmenti, Visia Flex prevede una rata mensile di 149 euro per 24 mesi, al termine dei quali si potrà scegliere se tenere l'auto o restituirla (senza percorrere però più di 15mila chilometri l'anno). Ad esempio, su un prezzo d’acquisto di 18.690 euro chiavi in mano, per un importo totale del credito di 13.090 euro, si prevede un anticipo di 5.600 euro.
 
La rata finale è di 10.908 euro, mentre la somma complessiva dovuta è di 14.480 euro, con tasso fisso TAN 3,99% e tasso globale TAEG 5,69%. Le spese d’istruttoria pratica ammontano a 300 euro più 3 euro d’imposta di bollo in misura di legge, spese di gestione pratica e incasso mensili.
 
Con tale offerta la Nissan Leaf risponde alle nuove concorrenti presenti sul mercato. 

Guidare dei veicoli alimentati da energia elettrica potrebbe ridurre del 70% la percentuale di decessi causati dall'inquinamento atmosferico. Ciò emerge da un'analisi condotta dall'università del Minnesota e pubblicata su Proceedings of the National Academy of Sciences. Invece, passare da auto a benzina a quelle alimentate a etanolo derivato dal mais o a energia elettrica ricavata dal carbone, potrebbe fa aumentare i decessi fino all'80%. L'indagine prende in esame il ciclo di vita dei veicoli convenzionali e alternativi e il loro impatto sulla salute pubblica.

I ricercatori hanno proceduto alla valutazione del cambiamento delle concentrazioni di 2 importanti inquinanti, il particolato e l'ozono troposferico, in base al tipo di alimentazione dei veicoli. Hanno poi esaminato sia le emissioni delle auto sia quelle generate per produrre carburanti ed elettricità. 

 "Lo studio - come ha spiegato Chris Tessum, uno degli autori - dimostra l'importanza dell'energia elettrica pulita, ad esempio da gas naturale o fonti rinnovabili, nel ridurre sostanzialmente gli impatti negativi del trasporto sulla salute". "Il nostro lavoro mette in evidenza la necessità di guardare al ciclo di vita della produzione di energia e il suo uso, non solo a ciò che esce dagli scarichi. Se ignoriamo le emissioni a monte per la produzione di carburanti ed elettricità, sottovalutiamo l'impatto del trasporto sulla qualità dell'aria".

Salvaguardare l'ambiente utilizzando auto elettriche è un primo passo verso una logistica basata sul rispetto dell'ecosistema. Le case automobilisitche, leader nel settore, puntano ad incrementare gli impianti di rifornimento delle auto elettriche: parliamo, nello specifico, di Volkswagen e BMV.

L'impatto è zero per la nuova Kia Soul Eco-Electric che il prossimo anno debutterà in Italia con un prezzo di lancio fissato a 36.000 euro, compreso il pack batterie. La nuova variante Kia conserva il corpo dell'ultima generazione Soul con un'autonomia che è di dica 210 chilometri con due euro di ricarica, senza dimenticare anche delle prestazioni di spicco che rappresentano la forza del brand, come spiegato da Giuseppe Bitti, AD di Kia Motors Italia: "Un concentrato di tecnologia capace di posizionarsi immediatamente come riferimento all'interno del mercato delle vetture a zero emissioni. Stile e design come biglietto da visita, ma anche un'autonomia record e un piacere di guida identico a quello offerto dalle vetture termiche. Senza dimenticare la garanzia estesa a 7 anni anche per quanto riguarda le batterie''.

Da un punto di vista estetico, la vettura si distingue per alcuni dettagli importanti come gli esclusivi cerchi in lega aerodinamici, le luci posteriori a LED ed il badge Eco-electric che è stato posto alla base del montante parabrezza. Spicca frontalmente la mascherina completamente ridisegnata che va ad integrare lo sportello di ricarica nella linea della vettura. La vettura si distingue poi per l'esclusiva verniciatura bicolore Pure Soul bianca e turchese che viene ripresa anche nello schema cromatico bicolore degli interni. Gli interni sono costruiti utilizzando materiali innovativi a basso impatto ambientale come la cellulosa e la canna da zucchero, a cui vanno poi ad aggiungersi materiali antibatterici e verniciature atossiche. La versione Eco-Electric è la prima Kia a utilizzare un innovativo cruscotto elettronico Oled (Organic Led) ed un plancia realizzata con un processo di doppia iniezione capace di migliorare la sensazione di qualità e il soft touch della superficie.

Page 1 of 2

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand