Vorreste conoscere il grado di inquinamento delle diverse zone della vostra città? Da oggi è possibile grazie a Monica (“Monitoraggio Cooperativo della Qualità dell’aria). Parliamo, per l'appunto, di uno strumento elettronico che permette di misurare l'inquinamento in diverse zone della città e di individuare un percorso alternativo in modo da ridurre l'esposizione allo smog.
 
Tale piattaforma è stata realizzata dall’ENEA, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo sostenibile. Il dispositivo è economico e portatile e si basa su un sistema multisensoriale che a sua volta si basa sull’open source. Agganciato alla borsa o al manubrio della bici, esso consente agli utenti di monitorare l’aria intorno in maniera costante. In gergo tecnico viene anche chiamato "naso elettronico". Prevedibilmente, non poteva mancare la funzione social network grazie a cui è possibile condividere il proprio percorso, e relative informazioni sull'inquinamento, con altri utenti. 
 
Il dispositivo è stato sviluppato presso il centro Enea di Portici (Napoli) e consente di ricevere una valutazione della qualità dell’aria attraverso brevi report. A breve i ricercatori campani svilupperanno anche nuove applicazioni in grado di fornire delle informazioni di tipo quantitativo. Monica è stato finanziato dal programma POR- Campania e il suo fine nobile è quello di sensibilizzare i cittadini al problema dell'inquinamento, davvero notevole nelle più grandi (e non solo) città italiane.

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand