ClasseMotori

ClasseMotori

Mercedes E63 AMG

Monday, June 10, 2013 11:09
in Berlina

La Mercedes riparte dalla nuova E63 AMG, che avvolge la solita sostanza della casa tedesca, fatta di carattere e qualità, con un look decisamente rivisitato. Si tratta di una vera e propria sportiva, che dunque fa delle prestazioni la sua unica ragion d'essere. Ciò però, a differenza di altre auto dall'assetto prettamente sportivo, non ha impedito alla Mercedes di realizzare un'automobile dall'abitacolo confortevole, che offre la possibilità di compiere lunghi viaggi. Il motore, un V8 biturbo da 5,5 litri, presenta una potenza di ben 600 cavalli, con una trazione integrale 4Matic AMG, che per la prima volta si può apprezzare in un prodotto appartenente a questa gamma. Chiunque dovrebbe poter guidare quest'auto, è questa l'idea alla base della progettazione, e così nella versione con quattro ruote motrici e, con attivi i controlli elettronici, questa prospettiva diviene reale, senza per questo limitare in alcun modo le capacità del modello.

Il telaio è decisamente familiare, essendo lo stesso che è possibile ritrovare in tutte le Classe E. Non mancano però alcune modifiche, rese necessarie soprattutto dai 557 cavalli. La base è molto rigida e le sospensioni pneumatiche regolabili concedono la possibilità di aumentare o diminuire quest'effetto. Rigidità che però non influisce affatto sulla comodità, i cui livelli sono quelli standard, cioè molto elevati, della casa tedesca. L'aspetto può decisamente tradire, dal momento che nulla o quasi farebbe pensare che, nella modalità maggiormente performante, l'auto si trasforma in una vera e propria sportiva dal gran pedigree, con una risposta alquanto secca alle sollecitazioni, che diventa molto più morbida se si passa alla modalità comfort, garantendo una guida serena anche in territori alquanto sconnessi. 

L'auto risponde in maniera perfetta alle intemperie, restando decisamente stabile e garantendo un eccezionale grip in casi di asfalto bagnato. Ciò è reso possibile dall'ottimo sistema Esp che, con svariate correzioni elettroniche consente anche ai più spericolati guidatori e amanti della velocità di tornare a casa sani e salvi. L'importanza dell'Esp è evidente ma il suo inserimento è opzionale. Se si sceglie però di disattivare questa opzione si dovrà essere pronti a prestare molta attenzione nel controllo della propria vettura, soprattutto in curva. L'auto infatti, anche a causa del suo notevole peso, tende ad allargarsi notevolmente in curva, se si accelera troppo, e dunque, se si è privi di controlli elettronici, si dovranno mostrare tutte le proprie abilità di pilota per non sbandare leggermente o perdere il controllo del retro.

Il motore, come nella precedente versione della Classe E, è un V8 biturbo da 5,5 litri, la cui potenza è ulteriormente aumentata nell'edizione 2013, rendendo la vettura decisamente performante, il che, se da un lato offre un gran divertimento al pilota, spinge quasi al limite il telaio. Portare al limite non vuol di certo dire instabilità, ma sottolinea la possibilità, non così rara nel modello con trazione posteriore, che si avverta un certo slittamento delle ruote posteriori. 

Se è vero che il 5,5 biturbo era già stato battezzato nella precedente generazione, va detto che oggi questo motore ha raggiunto un nuovo livello di sviluppo, con una risposta più pronta, ma soprattutto con dei consumi nettamente ridotti. Spinta e velocità hanno raggiunto un ottimo livello, e per fortuna che i sediolini sono molto comodi, perché l'accelerazione è decisamente sentita dai passeggeri, che vengono spinti all'indietro. 


Il carattere sportivo profuso dalla AMG si mescola al meglio con il lusso tipico della Mercedes. Così ci si ritrova seduti tra inserti sportivi e carbonio, sedili molto comodi seppur profilati. A confermare il doppio animo di quest'auto la Mercedes offre inoltre una doppia versione, berlina, per una guida più aggressiva, e familiare, per sfruttare il comfort per lunghi viaggi. 

Il guidatore potrà inoltre regolare la propria posizione, con il sedile e il piantone dello sterzo che si regolano al meglio per una guida che sia sportiva al 100%, e, senza il minimo sforzo, sarà capace di raggiungere tutti i principali comandi, la cui posizione è evidentemente studiata con attenzione maniacale. 

Una buona scelta di design è quella del cambio che, se pur automatico, è regolato da una classica leva sul tunnel piuttosto che attaccata allo sterzo. Inoltre, per il comparto tecnologia, troviamo un display da 11.1 centimetri multifunzione e un orologio analogico AMG dal design IWC accattivante.

 

Read more

I vantaggi di montare Cerchi in Lega

Tuesday, July 02, 2013 10:47

Montare cerchi in lega rispetto ai cerchioni tradizionali può comportare numerosi benefici per l'automobile.
C'è chi crede che il motivo principale di questa scelta sia prettamente estetico in quanto ormai tutte le case automobilistiche ne offrono un'ampia scelta sia di forme che di misure per accontentare un pò tutti i gusti e che, effettivamente, migliorano l'impatto estetico dell'auto. Ma i veri motivi per cui scegliere i cerchi in lega sono molti altri, ad esempio questo tipo di cerchioni consente un'aumentata dissipazione del calore che migliora la frenata. È proprio per questo che vengono consigliati nel momento in cui si montano pneumatici invernali.
Non tutti sanno che per ogni chilogrammo risparmiato sulle masse non sospese di un veicolo si tramuta in una diminuzione di almeno quattro chili sulle masse sospese, quindi essendo i cerchi in lega più leggeri comportano una massa totale inferiore e prestazioni più performanti, uno scatto pronto in accelerazione e un consumo contenuto di carburante.
Inoltre, la struttura di questi cerchi permette un andamento più stabile e comodo anche in curva.
Mentre un tempo questi cerchi erano una prerogativa quasi assolutia dei costosi modelli dei brand di lusso, oggi stando diventando uno standard (comunque un optional diffuso) comune a tutti i produttori di auto proprio per il fatto che il minor peso delle masse sospese aumenta e migliora le prestazioni in generale di ogni veicolo.
Non bisogna poi sottovalutare il fatto che le performances dei cerchioni sono enfatizzate dalle nuove ruote in alluminio, che sostituiscono le più obsolete e pesanti ruote in acciaio.

vantaggi-cerchi-in-lega

 

In definitiva, quello che tanti vedono ancora come un semplice vezzo estetico è in realtà un ottimo alleato per tutte le quattro ruote a prescindere dal modello e dalla cilindrata. Anche se è vero che non è sicuramente il solo impiego dei cerchi in lega che può aumentare la potenza del veicolo, è certo che il loro uso può ottimizzare la qualità in frenata, in accelerazione, in termini di comfort e stabilità, senza dimenticare il vantaggio economico derivante dal minor consumo di carburante.

 

Read more

Le assicurazioni online sono la nuova frontiera dell'assicurazione per l'auto, perché garantiscono innumerevoli vantaggi a chi sceglie di affidare alle agenzie che operano sul web l'assicurazione della propria auto.
I vantaggi dell'assicurarsi online per l'utente finale sono innumerevoli e sono legati principalmente al costo e all'assistenza che viene fornita in tutte le fasi, dal preventivo alla liquidazione dei sinistri; i servizi che vengono offerti, con le relative clausole, sono in qualche modo standard per tutte le tipologie di assicurazione, perché per legge sono stati fissati dei paletti dai quali le compagnie, di qualunque natura esse siano, non possono discostarsi.
Il primo vantaggio che salta dunque all'occhio quando si paragona un preventivo di un'assicurazione online con uno di un'assicurazione tradizionale relativo alla stessa vettura è il costo, che per la prima risulta essere indubbiamente più contenuto; questa differenza notevole è data dall'abbattimento dei costi di una rete di agenzie sul territorio, indispensabile nel caso delle compagnie tradizionali dove l'utente è abituato a recarsi per svolgere tutte le pratiche relative alla propria RCA, che invece con le assicurazioni online possono essere espletate quasi interamente mediante il pc o il telefono fin dalle prime fasi della richiesta del preventivo per arrivare all'eventuale denuncia di un sinistro con relativo invio di tutta la documentazione necessaria per l'apertura della pratica e per la liquidazione.
Ma i vantaggi non sono limitati al costo contenuto, che rappresenta comunque già di per sé un buon motivo per prendere almeno in considerazione l'ipotesi di passare a un'assicurazione online, perché le compagnie che operano sul web hanno sviluppato nella maggior parte dei casi un sistema di assistenza al cliente particolarmente efficiente e di elevata qualità, dovuto soprattutto all'elevata personalizzazione della polizza e del servizio: in molti casi, infatti, ogni utente assicurato ha la possibilità di confrontarsi sempre con lo stesso interlocutore, che quindi ha ben chiara la situazione e può dare sempre il consiglio può adeguato o proporre soluzioni che siano in linea con le necessità del cliente; questo sistema permette di creare un legame di fiducia tra cliente e referente, indispensabile per la soddisfazione dell'assicurato che sa sempre a chi rivolgersi in caso di necessità.

 

vantaggi-assicurazioni-online

 


Un altro vantaggio da non sottovalutare riguarda la liquidazione dei sinistri, che nel caso delle compagnie che operano online è spesso affidata a società esterne che lavorano in cooperazione e collaborazione l'assicurazione e che anticipano l'indennizzo dovuto all'assicurato in maniera diretta, accorciando quindi notevolmente i tempi di liquidazione.
Facendo poi un discorso a tutto tondo, tra i vantaggi delle assicurazioni online vi è la mancanza della formula del tacito rinnovo, che rappresenta invece una catena piuttosto robusta con le assicurazioni tradizionali; con l'assenza di questa clausola, l'assicurato non è tenuto a presentare formale richiesta di disdetta entro trenta giorni dalla data di scadenza della polizza se non vuole proseguire il rapporto con la compagnia, è sufficiente che lasci correre il contratto fino alla sua naturale scadenza per poi cambiare compagnia, in maniera lineare e trasparente; un vantaggio non di poco conto se si considera che in questo modo l'assicurato ha la piena possibilità di cambiare la sua compagnia di riferimento se trova proposte migliori sul mercato, senza essere costretto a presentare la disdetta con un largo preavviso.
Il discorso fatto precedentemente è valido in generale per gli assicurati appartenenti a tutte le classi di merito, che online troveranno in linea di massima sempre una compagnia in grado di offrire un prezzo ritoccato al ribasso rispetto ai preventivi di un'assicurazione offline, anche se c'è da specificare che molte compagnie che operano sul web non prendono in carico le pratiche per autovetture con immatricolazioni eccessivamente datate, preferendo assicurare veicoli nuovi.
Per quanto riguarda i servizi offerti e le coperture assicurative, se si prendono in considerazione le maggiori compagnie che operano online (Linear, Quixa, Directline, Genertel ecc) le differenze sono pressoché minime, ma fare il paragone risulta essere particolarmente agevole dal momento che tutte danno la possibilità di richiedere gratuitamente un preventivo online disponibile da subito, che può essere messo a confronto con gli altri in modo tale da individuare i punti di convenienza e quelli di non convenienza, per scegliere poi quella che meglio si adatta alle esigenze, e anche questo è un vantaggio piuttosto evidente che fa leva sulla comodità di operare da casa e sull'immediatezza.

 

Testiamo le migliori assicurazioni online

 

Read more

Consigli su come personalizzare la tua auto

Tuesday, November 05, 2013 10:23
in Tuning

L’omologazione è una delle note stonate di quando si compra un’auto. A dispetto di qualsiasi colore di carrozzeria che sceglieremo, se la nostra auto sarà una di quelle che ha avuto un ottimo successo sul mercato, molto probabilmente ci troveremo quotidianamente, magari anche nel nostro stesso quartiere, auto perfettamente identiche alla nostra.

La personalizzazione dell’auto è quindi uno dei principi cardini del Tuning, che non mira solo alle prestazioni del motore, e che non si riduce certo alla visione di film come Fast & Furios. L’universo Tuning è abitato da persone che coccolano la propria auto, e che cercano sempre un segno distintivo che la faccia emergere dalla massa. In queste righe proveremo a dare delle dritte per personalizzare la nostra auto.

Partiamo ad esempio, dall’impianto di scarico. Avere una marmitta diversa da quella standard può essere un primo segno distintivo. Ma quale scegliere? Per questo ci si può affidare ad una delle aziende al top nel mondo del Tuning, la Simoni Racing. Sono quasi un centinaio i diversi modelli di uscite di scarico che l’azienda mette a disposizione: singoli o doppi, con uscita tonda, quadra, DTM, in titanio rivettata, rettangolari, romboidali, inclinati, dritti, con griglia in uscita, tagliati in obliquo, con silenziatore regolabile e smontabile, ecc. Visto che non tutti siamo nati meccanici, la Simoni Racing ha pensato di realizzare uscite di scarico che si possono montare, oltre che con il vecchio metodo della saldatura, anche con attacchi U-clamp, con bulloni e perfino con fascette (ideale per le motorizzazioni diesel).

Insomma, anche se avessimo dei gusti difficili, ci sarà sempre una marmitta che attirerà la nostra attenzione tra quelle che ci mette a disposizione la Simoni Racing. Se possiamo permetterci di dare suggerimenti, consigliamo i modelli TRX/80, con uscita tonda e obliqua, realizzato interamente in carbonio, e il TRX/81, con uscita tonda dritta, inclinabile e fissabile con il metodo universale dell’U-clamp. I prezzi variano a seconda dei modelli, si parte dai soli 12 euro per quelli Easy Fit, 73 euro per le marmitte intere e circa 48 euro per i terminali specifici.

 

Marmitte-tuning-simoni-racing


Una piccola chicca per la personalizzazione auto può essere anche l’utilizzo di prodotti specifici per la manutenzione. Molto sottovalutato, ma di una efficacia sorprendete, è il kit rinnova fanali della Sd Distribuzione. Questo prodotto permette di ripristinare la trasparenza dei fanali ingialliti e opacizzati dagli agenti atmosferici e dal tempo che scorre. E’ realizzato come un normalissimo spray, quindi è perfetto anche per chi non è un mago del fai da te. Vanta una resistenza ai graffi e ai lavaggi notevoli, si spruzza sul fanale e si asciuga in dieci minuti. Il tutto a soli 10 euro.

Sempre a proposito di prodotti spray, la Sd Distribuzione si occupa di vernici spray speciali per decorare la nostra auto. Queste vernici sono resistenti al calore ( fino ad un massimo di 800 gradi centigradi), sono anti colatura, grazie alla valvola autopulente di cui sono muniti gli spray, e sono l’ideale per decorare pinze freno, marmitte, tubi di scarico, motore, ecc, il tutto con colori di altissima qualità. Per verniciare le pinze del freno, ad esempio, e sufficiente smontare le ruote della propria auto, e si applica il colore in pochissimo tempo. L’effetto cromatico delle pinze freni verniciate, che svettano al di sotto di un cerchio in lega che ne permetta la visualizzazione, è a dir poco spettacolare. Ogni barattolo di vernice spray costa solo dieci euro, ed è disponibile nei colori nero, oro, argento, giallo, blu e rosso.

 


In ambito di decorazioni non si può certo dimenticare del cosiddetto car wrapping, ovvero dell'ultima tendenza nel mondo tuning a decorare l'auto con specifici adesivi. Anche qui la soluzione migliore è affidarsi alla Simoni Racing, visto che i suoi adesivi sono muniti di microcanali per la fuoriuscita dell'aria, in modo da non creare imperfezioni durante l'adesione.

Infine, consiglio meno estetico ma molto efficiente: la Eco Power Chip. Nuovo prodotto della NTP, la Eco Power Chip è in pratica la centralina più piccola del mondo, che non solo permette di risparmiare il 15% del carburante e di aumentare dello stesso valore la potenza dei cavalli. Nello specifico, la Eco Power Chip controlla i segnali della centralina e li cambia in funzione alle esigenze. L’installazione è facile grazie alla perfetta connessione agli attacchi della centralina originale, e si nasconde all’interno del vano motore.

 

Read more

I saloni automobilistici negli ultimi anni sono andati assumendo un'importanza sempre maggiore e il loro numero si è moltiplicato per portare ovunque nel mondo le diverse novità che mettono in campo le industrie del settore. 
Di fronte a un un numero così elevato è d'obbligo distinguere quelli che sono i più importanti e per noi italiani ciò può essere anche fonte di rammarico pensando al centenario Salone di Torino, nato nel lontano 1900. Fino all'inizio del nuovo millennio era uno dei più frequentati, poi Fiat ha pensato di pensionarlo e nel 2002 la manifestazione, che era già stata programmata, è sparita per sempre.
Recriminazioni a parte per un salone che non c'è più, concentriamoci invece su quelle esposizioni internazionali che invece hanno deciso di proseguire nonostante la forte crisi del mercato automobilistico.

In Europa sono tre i Saloni che meritano una menzione: Ginevra, Parigi e Francoforte.

Il Salone svizzero di Ginevra, chiamato Salon International de l'Auto, è nato nel 1905 e si tiene ogni anno da allora (con l'interruzione nel periodo delle due guerre mondiali). Tra le vetture che fecero qui la loro prima apparizione pubblica vi sono modelli che sono ormai entrati nella storia. L'elenco di queste "prime visioni" è lunghissimo e comprende le Fiat 500 Topolino (1937), 600 (1955), X1/9 (1973), le prestigiose Jaguar E Type (1961), Mercedes Pagoda (1963), Ferrari Dino (1965), Lamborghini Miura (1966). E poi ancora la Ford Capri e la Audi 80 nel 1973 e, in anni più recenti, l'Autobianchi Lancia Y10, la Ford Ka, la Lancia Y, la Porsche 997, l'Audi A 5 e la Skoda Yeti.

Le Salon Mondiale de l'Automobile si tiene invece a Parigi ogni due anni nel mese di ottobre. Nato nel 1898 grazie all'intraprendenza di Albert de Dion, fondatore dell'industria omonima che agli inizi del '900 era il maggior produttore mondiale di automobili. 
Il salone ha avuto cadenza annuale fino al 1976 quando si decise di trasformarlo in biennale (negli anni pari). A partire dal 2000, oltre alla presentazione di nuovi modelli e concept car, si affianca una manifestazione con un tema diverso per ogni edizione, nel 2012 l'argomento proposto era "L'auto e la pubblicità" in cui si sono viste esposte vetture che hanno auto un posto importante negli spot e nelle campagne pubblicitarie.

 

saloni-automobilistici-piu-importanti

IAA, Internationale Automobil-Ausstellung, è invece la denominazione del salone automobilistico che si tiene a Francoforte sul Meno a partire dal 1951. A dire il vero la Germania vanta una lunghissima esperienza in fatto di saloni automobilistici che hanno fatto il loro debutto nel lontano 1897 a Berlino, ma la manifestazione si è sempre spostata da una città all'altra fino all'approdo definitivo a Francoforte.
Tra le vetture più celebri che hanno fatto la loro prima comparsa in pubblico proprio qui si può ricordare la mitica Lancia Delta (1979), vero e proprio idolo motoristico del mondo dei rally.

Al di fuori dell'Europa va citato il celeberrimo NAIAS, North American International Auto Show, il salone di Detroit, la capitale americana dell'auto. Nato nel 1907, si tiene ogni anno al Cobo Center ed è principalmente una vetrina per i marchi americani, per le auto di lusso e le concept più innovative.

In Asia il salone più importante e che vanta una storia più lunga è quello di Tokyo che è nato nel 1954 e che si tiene con cadenza biennale. Sono invece di creazione più recente le manifestazioni di Shangai e Pechino, ma stanno assumendo grande importanza per il mercato potenziale che possono attirare.

 

Read more
POS TOTALE
1 Volkswagen Motorsport 18 37 26 40 33 26 40 31 11 37 40     339
2 Citroen Total Abu Dhabi World Rally Team 37 20 30 20 33 22 12 22 40 15 8     259
3 Qatar World Rally Team 0 10 25 1 10 25 18 18 20 18 12     157
4 Qatar M-Sport World Rally Team 10 21 6 18 18 10 6 23 14 16 14     156
5 Abu Dhabi Citroen Total World Rally Team 15 0 8 4 2 0 4 0 4 4 18     59
6 Jipocar Czech National Team 0 8 6 8 1 6 10 0 12 0 0     51
7 Volkswagen Motorsport II 0 0 0 10 4 12 0 0 0 8 6     40
8 Lotos WRC Team 8 4 0 0 0 0 8 0 0 0 0     20

 

Read more
Pos Totale
1 S.Ogier 18 28 28 28 20 4 28 27 3 28 26     238
2 T.Neuville 0 10 15 0 10 15 20 21 18 20 14     143
3 J.Latvala 0 14 1 16 18 25 16 1 7 12 15     125
4 D.Sordo 15 0 12 0 2 18 12 10 27 0 21     117
5 M.Hirvonen 12 0 18 18 9 4 0 12 15 15 8     111
6 M.Østberg 8 16 2 6 6 8 4 15 2 10 4     81
7 S.Loeb 25 18 0 0 25 0 0 0 0 0 0     68
8 E.Novikov 0 2 1 12 12 4 0 8 1 7 10     57
9 M.Prokop 6 6 2 6 1 6 10 0 12 0 0     49
10 A.Mikkelsen 0 0 0 8 4 13 0 1 0 8 6     40
11 N.Al-Attiyah 0 0 10 10 0 10 0 0 0 0 0     30
12 R.Kubica 0 0 0 0 0 0 2 2 10 0 2     16
13 E.Evans 0 0 0 0 0 0 8 0 8 0 0     16
14 B.Bouffier 10 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0     10
15 J.Hänninen 0 8 0 0 0 0 0 0 0 0 0     8
16 C.Atkinson 0 0 8 0 0 0 0 0 0 0 0     8
17 M.Kosciuszko 1 0 0 0 0 0 6 0 0 0 0     7
18 K.Block 0 0 6 0 0 0 0 0 0 0 0     6
19 J.Ketomaa 0 0 0 0 0 0 0 6 0 0 0     6
20 K.Al Qassimi 0 0 0 2 0 0 1 0 0 2 0     5
21 H.Paddon 0 0 0 0 0 0 0 0 4 0 0     4
22 S.Wiegand 4 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0     4
23 P.Andersson 0 0 0 0 0 0 0 4 0 0 0     4
24 H.Solberg 0 4 0 0 0 0 0 0 0 0 0     4
25 B.Guerra 0 0 4 0 0 0 0 0 0 0 0     4
26 N.Quinn 0 0 0 0 0 0 0 0 0 4 0     4
27 O.Burri 2 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0     2
28 A.Al Kuwari 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0     1
29 Y.Al Rajhi 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0     1
30 R.Dumas 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1     1
31 E.Lappi 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0     1

 

 

Read more

Classifica piloti - campionato Formula 1 2013

 
POSIZIONEPILOTASQUADRAPUNTIVITTORIE
1 Sebastian Vettel Infiniti Red Bull Racing 372 13
2 Fernando Alonso Scuderia Ferrari 227 2
3 Lewis Hamilton Mercedes AMG Petronas F1 Team 187 1
4 Kimi Räikkönen Lotus F1 Team 183 1
5 Mark Webber Infiniti Red Bull Racing 181 0
6 Nico Rosberg Mercedes AMG Petronas F1 Team 161 2
7 Romain Grosjean Lotus F1 Team 132 0
8 Felipe Massa Scuderia Ferrari 106 0
9 Jenson Button Vodafone McLaren Mercedes 61 0
10 Paul Di Resta Sahara Force India F1 Team 48 0
11 Nico Hülkenberg Sauber F1 Team 47 0
12 Sergio Pérez Vodafone McLaren Mercedes 41 0
13 Adrian Sutil Sahara Force India F1 Team 29 0
14 Daniel Ricciardo Scuderia Toro Rosso 19 0
15 Jean-Éric Vergne Scuderia Toro Rosso 13 0
16 Esteban Gutièrrez Sauber F1 Team 6 0
17 Valtteri Bottas Williams F1 Team 4 0
18 Pastor Maldonado Williams F1 Team 1 0
19 Heikki Kovalainen Lotus F1 Team 0 0
20 Jules Bianchi Marussia F1 Team 0 0
21 Charles Pic Caterham F1 Team 0 0
22 Giedo van der Garde Caterham F1 Team 0 0
23 Max Chilton Marussia F1 Team 0 0
 
Read more

Page 17 of 17

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand