La BMW elaborata da Lumma Design è davvero super-esagerata. Parliamo di un suv-coupé tedesco che è staro rivisto dallo stile del tuner di Monaco e che si presenta in ogni modo, ma di sicuro non sobrio. Evidenti sono i fascioni anteriori, laterali e posteriori ed i nuovi passaruota. Di sicuro non possono poi passare inosservati i cerchi in lega da 22”. Le sorprese però non finiscono qua. Anche gi interni sono molto audaci. Basta pensare che nell'abitacolo tutto è basato sul contrasto. Infatti si alternano pelle bianca e nera con inserti di alcantara e dei dettagli in carbonio. Spiccano poi anche i sedili guscio by Recaro, sia per il conducente che per i passeggeri posteriori.

Lumma Design però non si è limitata solo ad effettuare un restyling estetico, ma ha aumentato la potenza del SUV-Coupé tedesco con una nuova mappatura della centralina del 6 cilindri 3.0 turbodiesel procedendo anche all'installazione di nuovo kit di scarico che eroga 340 CV e una coppia di 670 Nm. La velocità massima si assesta sui 295 km/h. Si può però osare di più, in quanto per la xDrive 50i si può chiedere il motore V8 4.4 litri biturbo benzina potenziato fino a 434 CV.

In casa Mercedes si continua a lavorare al modello MCL, ovvero su quello che è e sarà il nuovo SUV che la Casa farà uscirà sul mercato prossimamente, almeno questo è quanto si evince dalle foto spia che sono state immortalate in alcuni test effettuati su strada e che vi proponiamo di seguito.
 
 
Il concept in questione è stato presentato al Salone di Pechino recentemente e non dovrebbe effettivamente discostarsi da quella che sarà la vettura commercializzata. I motori montati dovrebbero essere a benzina e a diesel, mentre per quanto riguarda il debutto sembra che esso avverrà entro la seconda metà del 2015. 
 
Non ci resta che attendere.
 
Themotorreport ha diffuso quella che è la fotospia che mostra un mantello nero sotto il quale si nasconde quella che sarà la suv, piccola e quindi dalle dimensioni contenute, di Suzuki. Tale modello, decisamente più piccolo della S-Cross, potrebbe andare a sostituire le non più molto giovani  SX4 e Grand Vitara. Sebbene in maniera camuffata, è comunque possibile distinguere alcuni tratti distintivi della vettura, la concept iV-4 del 2013. Pensiamo alla calandra a feritoie verticali in stile jeep, senza contare le profonde nervature sul cofano motore. Ma anche la forma dei fari, sia quelli posteriori che quelli anteriori, ma anche il profilo a boomerang del paraurti anteriore.
 
La nuova suvettina della Suzuki, sembra che debba riprendere anche quelle che sono le misure della concept. Se essa misurava 421 cm in lunghezza, 185 cm in larghezza, 166,5 cm in altezza con un passo di 250 cm, anche la vettura sembra debba essere pressapoco così. I motori ed il sistema di trazione integrale AllGrip dovrebbero invece essere quelli della S-Cross.
 
Sembra che la vettura sarà presentata a Parigi nel prossimo mese di ottobre, ma che dovremo aspettare l'anno nuovo per vederla nelle concessionarie europee.
 
 

BMW, in collaborazione con gli studenti della Clemson University (Carolina del Sud, USA), ha realizzato la BMW Deep Orange 4 concept, un prototipo basato sulla X3 che è in grado di proporre delle nuove idee per il vano posteriore della Casa tedesca. La concept è dotata di un lunotto che si ritrae ed anche di un portellone automatico che si apre come se fosse un cancello che consentono di trasformare la vettura in un pick up a seconda dei gusti del proprietario.   La concept facilita le operazioni di carico e scarico, offrendo nuove potenzialità alla vettura.

Il portellone, inoltre, è dotato di un sistema del tutto automatizzato che fa scorrere il vetro ed aprire il portellone verso l'esterno, consentendo di sfruttare lo spazio anche in altezza. Gli studenti hanno lavorato sui montanti posteriori, andando ad eliminare l'intera sezione posteriore e sostituendola con il vetro. Un certo carattere è dato anche dal wrapping arancione da cui prende il nome. Il costo sembra essere di 8.000 dollari in piùrispetto al prezzo del modello standard.

Peugeot svelerà la sua Peugeot Quartz Concept al prossimo Salone di Parigi. Grazie a tale prototipo possiamo dunque sare una sbirciatina a quelli che saranno i SUV futuri che prenderanno la via d'uscita dalla scuderia Peugeot. L'esterno vede uno stile sobrio con linee decise e sbalzi corti. Il SUV cavalca su enormi ruote da 23 pollici e beneficia di una struttura composita e di carene incollate che aiutano a ridurre il peso. Non c'è montante B e la Peugeot ha deciso di andare per porte di forbice, mentre i fari posteriori sono LED. Sotto il cofano del concetto abbiamo un 1.6 litri, motore a benzina 4 cilindri THP turbo capace di sviluppare 270bhp e 330 Nm. L'asse anteriore è anche alimentato da un 115bhp che fornisce un motore elettrico che ricarica la batteria da 400V durante la decelerazione e fornisce anche assistenza al motore convenzionale durante i cambi di marcia. Sul retro c'è un altro motore elettrico da 85 kW per la propulsione e la ricarica della batteria.

La modalità ZEV offre una gamma completamente elettrica di 50 chilometri in modalità Road ed utilizza il motore a combustione e il motore elettrico montato sull'asse anteriore. Il passaggio alla modalità Race permetterà alla concept di utilizzare la potenza combinata di motore THP e due motori elettrici. Ci sono un sacco di dettagli all'interno della macchina e c'è un progetto i-Cockpit con un volante compatto con controlli integrati per cambiare marcia, cambiare modalità di guida e utilizzare gli indicatori. La cabina vanta anche un display head-up configurabile con una striscia in policarbonato di 45 gradi centrale che fornisce delle informazioni in più, insieme con i sedili che hanno una struttura del sedile a vista e sono dotati di un' imbracatura a scomparsa.

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand