Dopo averci provato nel giugno del 2010 la Bugatti Veyron Super Sport è finalmente diventata l'auto più veloce al mondo raggiungendo la ragguardevole cifra di 434,212 km/h!

Secondo gli esperti tecnici questo è il massimo ottenibile se si vogliono mantenere inalterate la caratteristiche di comodità che sono presenti nella Veyron normale.

Registrata dai giudici del Guinness World Record come fastest production car, la Bugatti Veyron Super Sport prodotta in livrea nero-arancione, subito ribattezzata livrea World Record, ha raggiunto la velocità media di 431,7 km/h, con una velocità di punta uguale a 434,212 km/h, certificati dal TÜV; battendo la SSC Ultimate Aero TT con 412,28 km/h (21,932 km/h in più).

Per questioni di sicurezza (ed evitare il rapido deterioramento delle gomme) la versione in vendita potra raggiungere "solo" 407 km/h, sufficienti comunque per non giungere in ritardo ad un appuntamento. 

 

 

Tale incremento di prestazioni è possibile grazie alla modifiche apportate al motore, che ne hanno aumentato la potenza di 200 CV e di 250 Nm. Inoltre i tecnici hanno migliorato l’aerodinamicità: sostituendo le prese d’aria che sporgevano sul tetto con due nuove prese piatte, chiamate NACA, e aumentando le dimensioni di quelle sul paraurti anteriore. Questa versione è più leggera di 60 kg rispetto a quella normale, riuscendo così a scattare da 0 a 100 km/h in 2,3 secondi e da 0 a 200 in 7 secondi netti. Le modifiche hanno interessato anche la stabilità, infatti i tecnici hanno migliorato le sospensioni in modo da portare la tenuta laterale da 1.26 g a 1.4 g. La Super Sport è stata prodotta in 30 esemplari di cui 5 con colorazione nero-arancio, ovvero in livrea World Record.

 

Afzal Kahn, un ricco imprenditore inglese, ha messo in vendita la targa F1, acquistata nel 2007 al costo di circa 550mila euro. Ebbene ora la targa è stata messa in vendita per circa 12,5 milioni di euro. Un prezzo a dir poco impressionante che però, secondo l'imprenditore inglese, potrebbe anche suscitare l'interesse di qualche riccone. Sembra che sul finire del 2013, avesse già rifiutato ben 6milioni di euro offerti da un fanatico appassionato, sostenendo che la cifra non fosse adeguata al reale valore della targa. 

Negli scorsi anni la targa identificava l’auto del presidente del Concil, una Volvo S80,  ed è rimasta in possesso dell’autorità locale, prima di essere sostituita dalla più anonima ECC1, mentre il ricavato fu destinato a progetti di utilità pubblica. Roman Abramovich pagò 285.000 sterline per aggiudicarsi la targa VIP 1. La targa F1 è oggi indossata da una Bugatti Veyron.

Insomma vedremo se ci sarà qualche ultra-riccone disposto a spendere più di 10 milioni di euro per averla tutta per sé.
 
 

In seguito all'infelice esperienza della Veyron, della quale sono stati prodotti 450 esemplari con una perdita di 4,95 milioni di euro per ogni auto venduta, Bugatti starebbe pensando ad una svolta, pur restando però nel settore delle hypercar ad altissime prestazioni. Come già aveva già anticipato Wolfgang Schreiber, presidente della Bugatti, la marca 'top' del Gruppo Volkswagen avrebbe elaborato i piani ed i progetti tecnici per un modello che andrà a sostituire la Veyron e che consenta il rilancio di questo brand.

I rumors che sono giunti dall'azienda e che sono relativi ad una inedita Bugatti ibrida, parlano di una vettura capace di superare le prestazioni della Veyron Grand Sport Vitesse da 1.200 Cv.

Un portavoce di Bugatti ha fatto sapere che questa vettura ''non sarà meno eccitante della Veyron perché i nostri clienti hanno certe aspettative''. Si parla così di una variante da 1.500 Cv del 16 cilindri Bugatti, riprogettata in modo da abbassare le emissioni e al contempo sfruttare la sezione elettrica per incrementare sempre più le prestazioni.

Il passaggio dall'auto alle passerelle sembra essere davvero breve. Se n'è accorto anche Bugatti che ha lanciato sul mercato una linea di abbigliamento estremamente dettagliata e lussuosissima. La linea si ispira alla collezione di auto rappresentate dalle 6 leggende della mitica supercar.   Come ha dichiarato Massimiliano Ferrari, Managing Directori di Bugatti Inernational:

 

"La Bugatti Legends capsule collection è il primo grande esempio di tailor-madedettagliatissimo e rivolto allifestyleche proponiamo ai clienti”. Ce n'è per tutte e 6 le supercar che, esposte per la prima volta al completo a Pepple Beach,valgono in totale 13,18 milioni di euro. La serie “Les Légendes de Bugatti" è dedicata a tutti i personaggi che hanno fatto la storia della Casa francese. Il primo modello presentato è ispirato alla leggenda di Jean-pierre Wimille. Per lui ci sono cristalli Swarovskisulle magliette da donna e tinta blu per il giacchetto in pelle realizzato per l’uomo. Per la Jean Bugatti non mancano colori scuri, mentre per la Rembrandt Bugatti abbiamo effetti in fibra di carbonio. Alla Ettore Bugatti sono invece dedicati capi che fanno largo uso di seta. Insomma, lusso anche nei vestiti. 

A Pebble Beach Bugatti ha guardato indietro e, dopo aver realizzato le sei leggende ispirate ai grandi personaggi che hanno segnato la storia della Casa, ha messo in mostra la Grand Sport Vitesse “1 of 1”, che già a partire dal nome avverte di essere un esemplare unico al mondo. Gli appassionati sicuramente sapranno che esso rappresenta un omaggio ai modelli del secolo scorsoType 41 Royale,Type 55eType 44. Il richiamo avviene principalmente nei colori:  giallo e nero, così come Ettore Bugatti ha voluto e ci ha insegnato.

La vettura appartiene ad un miliardario misterioso la cui sigla, impressa sulla griglia, è di PL. Un piccolo lavoro costano ben 200 ore di lavorazione da parte degli artigiani che l'hanno assemblata a mano. Al momento non sappiamo quale sia il valore reale della vettura, sebbene sia facile pensare che esso si aggiri intorno a qualche milione di euro. Ricordiamo inoltre che l'unicità del modello sta anche nel fatto che tale combinazione di colori non verrà mai più riprodotta. 

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand