Guida alla stesura della constatazione amichevole (CID)

Rate this item
(1 Vote)
Tuesday, June 11, 2013 14:07

La constatazione amichevole è una prassi secondo la quale le due parti coinvolte in un sinistro, purchè questo non sia avvenuto con un ciclomotore, firmano il cosiddetto CID, sigla che sta ad indicare la Convenzione Indennizzo Diretto. 
Si tratta, in sostanza, di un modo senza dubbio più semplice e veloce con il quale entrambe le parti possono richiedere, ognuno alla propria compagnia assicurativa, l'indennizzo dei danni relativi al sinistro, qualora non si siano riscontrati gravi danni alle persone e ci sia pieno accordo sulla dinamica dell'incidente. 
Nel caso in cui le due parti coinvolte nel sinistro si accordano per la stesura della constatazione amichevole, bisogna procedere alla compilazione, in ogni sua parte, del CID, detto più comunemente modulo blu. 
Molte persone tengono sempre a bordo questo documento, anche se ciò non risulta essere obbligatorio. 
Qualora nessuno dei due conducenti coinvolti nell'incidente disponga del modulo blu, occorrerà procedere alla stesura di un documento volto a sostituire quest'ultimo, all'interno del quale dovrà essere descritto il sinistro in maniera particolarmente dettagliata. 
Tale documento, dunque, dovrà riportare al proprio interno innanzitutto giorno, ora e luogo esatto dell'incidente; queste informazioni preliminari, poi, dovranno esser seguite dall'identificazione dell'assicurato, mediante la precisazione di nome, cognome e indirizzo, e dal numero di patente di quest'ultimo, con relativa scadenza di validità. 
Altre informazioni che non devono mancare all'interno di questo documento sono il numero di polizza, gli estremi dei veicoli coinvolti, le generalità e il numero di patente dell'altro conducente coinvolto, oltre ai dati identificativi di eventuali persone danneggiate; bisognerà, inoltre, riportare l'entità dei danni verificatisi, siano essi relativi a cose o a persone, l'identificazione di eventuali testimoni o delle forze dell'ordine intervenute e, per concludere, sarà necessaria una descrizione particolareggiata della dinamica del sinistro. 
Ciascuna delle parti coinvolte nell'incidente, infine, dovrà consegnare una copia della constatazione amichevole, ovviamente firmata da entrambi i conducenti, alla propria compagnia assicurativa entro i tre giorni successivi al sinistro al fine di poter ottenere in tempi brevi il rimborso relativo ai danni subiti a seguito di quest'ultimo.

 

Read 2826 times Last modified on Thursday, 27 June 2013 18:27

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand

Ti interesserà pure