ClasseMotori

ClasseMotori

Donne e motori sono da sempre un binomio inscindibile e anche molto seguito (la nostra gallery in homepage è molto visitata), ma in Ducati hanno deciso di prendere con ironia la cosa. 

La casa di Borgo Panigale e il suo reparto vendite americano (motocorsa) hanno, infatti, lanciato una campagna pubblicitaria che vede i loro meccanici nei panni di.... modelle sexy.

Gli scatti sono stati realizzati nella sede di Portland e mostrano i ragazzi a loro agio in pose ammicanti e sensuali come potete vedere nella gallery sotto.

 

 

La simpatica trovata pubblicitaria, utile anche a far riflettere sul ruolo della donna nella pubblicità, sta avendo molto successo, grazie ad una condivisione virale sui vari social network. 

Non possiamo ancora sapere se gioverà in termini di vendite, ma sicuramente accresce la simpatia verso la Ducati, marchio storico del made in Italy che in futuro entrerà a far parte del gruppo Volkswagen e strapperà una risata a molto di voi.

 

Read more

Dopo averci provato nel giugno del 2010 la Bugatti Veyron Super Sport è finalmente diventata l'auto più veloce al mondo raggiungendo la ragguardevole cifra di 434,212 km/h!

Secondo gli esperti tecnici questo è il massimo ottenibile se si vogliono mantenere inalterate la caratteristiche di comodità che sono presenti nella Veyron normale.

Registrata dai giudici del Guinness World Record come fastest production car, la Bugatti Veyron Super Sport prodotta in livrea nero-arancione, subito ribattezzata livrea World Record, ha raggiunto la velocità media di 431,7 km/h, con una velocità di punta uguale a 434,212 km/h, certificati dal TÜV; battendo la SSC Ultimate Aero TT con 412,28 km/h (21,932 km/h in più).

Per questioni di sicurezza (ed evitare il rapido deterioramento delle gomme) la versione in vendita potra raggiungere "solo" 407 km/h, sufficienti comunque per non giungere in ritardo ad un appuntamento. 

 

 

Tale incremento di prestazioni è possibile grazie alla modifiche apportate al motore, che ne hanno aumentato la potenza di 200 CV e di 250 Nm. Inoltre i tecnici hanno migliorato l’aerodinamicità: sostituendo le prese d’aria che sporgevano sul tetto con due nuove prese piatte, chiamate NACA, e aumentando le dimensioni di quelle sul paraurti anteriore. Questa versione è più leggera di 60 kg rispetto a quella normale, riuscendo così a scattare da 0 a 100 km/h in 2,3 secondi e da 0 a 200 in 7 secondi netti. Le modifiche hanno interessato anche la stabilità, infatti i tecnici hanno migliorato le sospensioni in modo da portare la tenuta laterale da 1.26 g a 1.4 g. La Super Sport è stata prodotta in 30 esemplari di cui 5 con colorazione nero-arancio, ovvero in livrea World Record.

 

Read more

Motori sotto shock! Morta la 33 enne pilota Maria de Villota.

La de Villota è stata trovata morta stamattina in una stanza di hotel a Siviglia dove si trovava per la presentazione della sua autobiografia. 

A trovare il corpo senza vita è stato il suo agente, che ha immediatamente avvertito, purtroppo inutimente, i soccorsi.

Sconosciute le cause del decesso, non ci sarebbero segni di violenza sul corpo della Spagnola, nè tantomeno farmaci in stanza.

Maria de Villota era stata protagonista di un terribile incidente il 3 luglio 2012 a Duxford, quando con la sua Marussia era andata a sbattere contro il portellone posteriore di un camion parcheggiato erroneamente ai bordi del circuito, incidente che le aveva fatto perdere un occhio e messa in pericolo di vita per giorni.

 

Maria-de-Villota-incidente-occhio

 

A tal proposito la famiglia ha diramato la seguente nota "Cari amici, Maria se n’è andata. Doveva andare in cielo come tutti gli angeli. Ringraziamo Dio per l’anno e mezzo che l’ha lasciata ancora con noi"

Sconvolti anche Fernando Alonso e Marc Genè amici e connazionali di Maria de Villota, impegnati in questi giorni a Suzuka con le prove per il prossimo decisivo Gran Premio di F1.

 

Read more

Citroen C5. La Berlina ultra sicura

Friday, November 15, 2013 14:26
in Berlina

La Citroen C5 è una berlina quattro porte che seppure pensata per un'utenza business non disdegna di essere una vettura familiare a tutti gli effetti. Sono state previste due versioni: la VTR, il modello entry-level, ed una versione VTR+ pensata per coloro che desiderano il massimo della comodità e del comfort. Qualunque sia la versione prescelta si otterrà un veicolo estremamente confortevole, perfetto per divorare chilometri sulle lunghe distanze.

La nuova Citroen C5 si inserisce in un segmento di mercato già particolarmente affollato. Nonostante ciò, grazie alle numerose novità introdotte, ha tutte le carte in regola per affermarsi e riscuotere successo tra gli automobilisti europei. A contendergli il trono di regina del segmento vi sono veicoli quali la Ford Mondeo, la Opel Insignia e la Volkswagen Passat.

Nella definizione della Citroen C5 i progettisti francesi hanno attinto a piene mani dalla sorella maggiore C6, alla quale il modello minore si ispira notevolmente a partire dal muso arrotondato con la presenza della griglia anteriore per finire al tipico lunotto concavo. Gli interni risultano di particolare pregio con inserti in legno, sedili in pelle ed una serie di optional di serie.

 

citroen-c5-interni

Nella prova su strada le sospensioni hanno positivamente sorpreso per l'elevato assorbimento degli urti; abbinate alla presenza di vetri stratificati riescono a donare un comfort ed una silenziosità di guida davvero eccezionale. Diverse le motorizzazioni disponibili. Il top di gamma prevede un motore da 2.0 litri HDI nel caso si scelga l'alimentazione a benzina oppure un propulsore V6 da 3.0 litri nel caso si opti per il diesel. In entrambi i casi le prestazioni risultano essere in linea tra loro benché, come risaputo, la prima soluzione consenta di avere minori costi di gestione.

Il debutto sul mercato della Citroen C5 non è stato dei più semplici. Le prime vetture hanno subito diversi richiami in fabbrica per problemi di natura elettrica e meccanica. Nonostante ciò, superata la fase di test iniziale la C5 sembra aver raggiunto una notevole stabilità ed affidabilità. A testimonianza di ciò la berlina della nota casa francese può vantare un Euro NCAP crash test a cinque stelle oltre al controllo elettronico di stabilità di serie.

Come di consueto per le berline lo spazio interno a disposizione dei passeggeri è davvero notevole. Tra l'altro la possibilità di piegare il sedile posteriore contribuisce ad aumentare la versatilità della vettura e permetterne il suo impiego anche in condizioni non proprio "ortodosse". Viceversa il bagagliaio di 439 litri, seppure ampio, risulta essere inferiore ai volumi tipici presenti su autovetture della stesso segmento di mercato come la Ford Mondeo che viceversa dispone di un bagagliaio di ben 528 litri.

La Citroen C5 viene venduta ad un prezzo di 23.000€ riferito però all'assetto base VTR. Qualora si voglia disporre di tutti i notevoli optional dei quali è dotata la vettura il prezzo lievita intorno ai 35.000€. In quest'ultimo caso si potrà disporre dei cerchi in lega, del navigatore satellitare, aria condizionata bi-zona, connettività bluetooth e sensori di parcheggio installati nel paraurti posteriore.

 

Read more

Audi A8. L'ammiraglia tedesca tutta comfort

Thursday, August 15, 2013 11:19
in Berlina

L'Audi ha presentato la sua ultima berlina dalle grandi dimensioni alla stampa internazionale, la nuova A8, che offre ai possibili acquirenti delle misure nettamente superiori a quelle della concorrenza e del modello precedente proposto dalla casa. Un'auto che punta tutto sul comfort, con uno sguardo sempre più rivolto al futuro.

La località scelta dall'Audi per la presentazione alla stampa internazionale della nuova A8 è stata la Spagna del sud, dove l'auto si è mostrata in tutta la sua imponenza, definita da 5.137 mm in lunghezza, 1.949 in larghezza, 1.460 in altezza e 2.992 di passo. 

L'auto sfoggia orgogliosa un look innovativo, con una cura maniacale dei dettagli e un utilizzo frequente di elementi in plastica. Un ottimo lavoro è stato eseguito con gli spigoli superiori, che ben s'amalgamano con il frontale, mentre la larghezza è viene decisamente accentuata dalla presenza delle evidenti cromature orizzontali. 

Le novità presenti in questa vettura sono i fari, scelti allo xeno plus, interamente a LED, che per la prima volta si erano visti su di una vettura Audi con la R8. A questo gruppo ottico è possibile integrare dei fari direzionali, i celebri adaptive light, che garantiscono una continuata illuminazione ottimale, al di là dei movimenti che l'auto è costretta a eseguire, eliminando in questo modo i fastidiosi, ma soprattutto pericolosi, angoli bui che, soprattutto percorrendo strade secondarie, possono provocare seri danni. Al posto dei fendinebbia troviamo le innovative luci all weather, ovvero delle luci in grado di adattarsi alle più svariate condizioni meteo. I cambiamenti riguardano anche la carrozzeria in alluminio, il cui peso è stato notevolmente ridotto, al fine di garantire una dinamica di marcia migliorata e dalle prestazioni decisamente più elevate. 

Il design invece tende a conservare lo stile family che caratterizzava anche molti altri modelli precedenti, anche se con la A8 si è tentato un nuovo esperimento, ovvero quella di fondere il noto comfort familiare con l'aggressività che ha contraddistinto l'acclamata R8. L'abitacolo è alquanto accogliente e ampio, decisamente più vivibile e luminoso del modello precedente, con un elemento innovativo pregevole, l'arco wrap around, che corrisponde a una plancia che richiama di molto quelle presenti sugli yacht. Questo integra l'intero quadro strumenti, dalle forme slanciate, che l'Audi ha deciso di ribassare, con un frontale semplice ed essenziale e un corpo che si snoda in una piacevole onda. Per quanto riguarda il reparto comandi, questi rispettano perfettamente la filosofia della casa tedesca, con un'ampia forma circolare per gli strumenti, perfettamente leggibili. Inoltre l'aspetto muta con l'inserimento di un display posto al centro di sette pollici, alquanto intuitivo, e che consente d'avere a portata di mano la gestione di ogni funzione d'interazione offerta dall'auto. 

 

Audi-A8-interni


Grandi modifiche sono state effettuate sul motore a sei cilindri a gasolio. Il 3.0 V6 TDI presenta infatti una sorprendente potenza oltre che un'elasticità del tutto nuova. Rispetto al modello precedente la nuova A8 presenta 17 cavalli e ben 100 Nm in più. 

Il motore V6 è un diesel che consente all'A8 di raggiungere i 100 km/h in soli 6.6 secondi, facendo segnare un miglioramento di circa 1.9 l/100 km, pari al 22%, mentre le emissioni di anidride carbonica equivalgono a 174 g/km. Il guidatore può inoltre far affidamento su di un ottimo sistema Star and Stop che, con una tempistica perfetta, spegne e riaccende la vettura non appena essa si ferma e viene poi sollevato il piede dal freno. 

Il cambio è automatico e del tutto nuovo. Si tratta di un tiptronic con otto rapporti, con una spaziatura pari a 7.0:1 tra il rapporto più lungo e il più corto, che rende possibile d'ottenere un risparmio nei consumi equivalente al 6%. Ogni cambio di marcia è praticamente impercettibile, con meccanismi rapidi e flessibili. Inoltre, grazie alla trazione integrale permanente, si ottiene una dinamica ammirevole. Dal punto di vista delle sicurezza inoltre il differenziale, in caso di slittamento di una delle ruote, procede a trasmettere la maggior parte della coppia all'asse, garantendo la migliore trazione. 

La piacevolezza alla guida, integrata con una tecnologia all'avanguardia che dà il suo contributo in ambito sicurezza, fa della A8 una vera e propria ammiraglia, che garantisce al guidatore un ottimo isolamento acustico, grandi prestazioni e una reattività di classe A.

La versione più economica è la L TDI 3.0, che costa 86.250 euro. Il terzo posto invece spetta alla L FSI 4.2, il cui costo è di 101.250 euro, mentre il secondo e il primo posto appartengono rispettivamente alla L FSI W12 6.3, 139.500 euro, e alla L TDI 4.2, 102.150 euro.

 

Read more

La Porsche Panamera si rifà il trucco

Tuesday, August 06, 2013 8:23
in Coupè

La Porsche Panamera è la coupè comoda e spaziosa a quattro porte della casa automobilistica tedesca Porsche commercializzata dal 2009 e ormai giunta al doveroso face lift.
Il modello, inconsueto per l'impronta sportiva della casa di Stoccarda, ha fatto registrare in poco tempo vendite strabilianti soprattutto in oriente (Cina in testa), e un elevato numero di nuovi clienti per il brand. 
Il restyling della Panamera, presentato nello scorso aprile al Salone di Shanghai, prevede una nuova motorizzazione con sei cilindri a V da 3.0 litri e l'inedito S E-Hybrid con potenza da 416 Cv.
La nuova gamma si presenta con linee più marcate e nuovi dettagli e prevede due versioni "Executive" con un passo più lungo di ben 15 cm. Il debutto dei nuovi modelli è previsto per il mese di luglio con prezzi di listino a partire da 84.698 euro per la versione diesel.
Esteticamente la Gran Turismo tedesca ha un frontale più pronunciato con prese d'aria più evidenti ed un lunotto meno stondato. Lo spoiler sul portellone automatico è più generoso, mentre i fari sono a tecnologia Led e Bi-xenon. 
Negli interni molto curati spicca il volante multi funzione e una gamma completa di dispositivi per la sicurezza.

 

Porsche-Panamera-Turbo-coupe


Ma le vere innovazioni di questo restyling sono sotto al cofano. La messa a punto del motore V6 da 3.0 litri, cilindrata ridotta rispetto al precedente V8 da 4.8 litri, in abbinamento alla sovralimentazione biturbo permette performance degne di propulsori maggiori con consumi ed emissioni decisamente ridotti. Il nuovo motore vanta infatti 20 Cv in più di potenza e consumi abbassati di circa il 18% se paragonati al precedente V8.
Su tutti i modelli è installato il cambio a doppia frizione PDK a 7 marce (Porsche Doppelkupplung), fanno eccezione la Panamera Diesel e la S E-Hybrid che montano un cambio automatico a 8 rapporti Tiptronic S.
I modelli con cambio PDK, esclusa la Panamera GTS, sono dotati di sistema 'coasting' che riduce al minimo il numero dei giri del motore lasciando avanzare l'auto per inerzia ed ottimizzando il consumo del carburante.
La versione Full-Hybrid offre un dispositivo elettrico con il doppio della potenza rispetto al modello precedente (70 kW per 95 Cv), grazie alla sostituzione della batteria al nichel-metal con una di ultima generazione agli ioni di litio che prevede la tecnologia plug-in in grado di ricaricare il motore con un semplice collegamento alla rete elettrica.
Per il 2014 sono previsti un nuovo motore diesel da 300 Cv di potenza e due nuovi modelli: la Porsche Panamera Turbo S e la Panamera Turbo S versione Executive.
I prezzi di listino per il top di gamma (Panamera Turbo e Turbo Executive), sorpassano abbondantemente i 160 mila euro.

  

Read more

Le vacanze sono arrivate e per la maggioranza degli italiani l'Automobile sarà il mezzo prescelto per spostarsi. 

Come ogni anno la società Autostrade elabora un grafico con le previsione di traffico sulle autostrade Italiane. Un modo per consigliare i giorni giusti per viaggiare

Quest'anno i giorni da evitare (se possibile) sono sabato 3 agosto, domenica 4 agosto, sabato 10 Agosto e sabato 17 agosto sono i giorni da bollino rosso, dove si concentrerà il maggior flusso di Automobili dirette verso le località di villeggiatura.

Questo nello specifico il grafico

 

Previsioni-Traffico-Autostrade

 

Per mattina si intede l'orario che va dalle 6 alle 14, per pomeriggio dalle 14 alle 22 e per notte dalle 22 alle 6 di mattina. 

Per quanto riguarda i mezzi pesanti la circolazione è vietata dalle nelle giornate di sabato (7-23) e domenica (7-24).

Buone Vacanze

 

Read more

Nonostante da tempo si discuta dell'inevitabile crollo del mercato, la domanda di SUV e Crossover continua a crescere a ritmi sostenuti in diverse parti del mondo, in particolare nel ricco mercato automobilistico europeo. Con cinque milioni di unità vendute dal suo esordio sul mercato, l'Honda CR-V,acronimo di "Comfortable Runabout Vehicle", è senza dubbio uno dei modelli maggiormente apprezzati e diffusi dell'intero settore.

Il design e le specifiche dell'Honda CR-V hanno subito un notevole restyling nell'attuale quarta generazione. La doppia griglia presente sul modello precedente ha lasciato il posto ad un unico muso che gli conferisce un'aria molto più ordinata e pulita seppure i più nostalgici abbiano la possibilità di montare nuovamente una griglia a nido d'ape interamente cromata.

Guardando con attenzione il retro della vettura è possibile scorgere con chiarezza il tipico profilo pronunciato del CR-V sul quale troneggiano i gruppi ottici posteriori davvero ben realizzati ed in sintonia con le linee del SUV. Anche i finestrini laterali hanno subito diverse modifiche disegnando delle curve nette e ben definite.

I progettisti della Honda hanno lavorato parecchio anche nel miglioramento dell'ergonomia e della comodità di accesso ai vari comandi della plancia e del cruscotto ottenendo un risultato davvero notevole. Tutto risulta perfettamente a portata di mano e disposto nel modo più congeniale alla comodità ed al comfort di guida. Nonostante in questi anni la Honda ci abbia abituato a delle soluzioni di design futuristiche e parecchio fuori dall'ordinario, nel suo complesso l'interno risulta essere dall'aspetto alquanto "tradizionale".

Al centro del cruscotto è presente una cavità che ospita il display da cinque pollici dove vengono mostrate le informazioni di bordo e le immagini posteriori quando si attiva il sensore di parcheggio. Nonostante le dimensioni, l'incasso del display all'interno della plancia risulta essere notevole il che, a detta di molti, limita la visione dello stesso e soprattutto non consente una visione ottimale con un semplice colpo d'occhio.

 

Honda-C-RV-2013-test-drive

 

Come è intuitivo aspettarsi da un SUV / Crossover, l'Honda CR-V dispone di un abitacolo notevole che rende la permanenza all'interno del veicolo comoda e rilassante. Grazie ad un meccanismo a molle ideato dalla Honda, con un semplice gesto è possibile retrarre i sedili posteriori in un batter d'occhio rivelando uno spazio di carico di ben 1.146 litri. Se non bastasse all'interno dell'abitacolo sono previsti anche diversi vani e spazi riponi oggetti.

Appena girata la chiave di accensione il motore SOHC i-VTEC 2.0 fa sentire tutta la sua voce. Grazie ad una potenza di picco di 150 CV ed una coppia massima di 190 Nm il propulsore è in grado di spingere l'Honda CR-V da 0 a 100 Km/h in 12,7 secondi fino ad una velocità massima di 183 Km/h. Valori in linea con i parametri medi fatti registrare da altri autoveicoli di analoga categoria.

Il cambio a cinque marce risulta ben smorzato mentre il motore emette un suono in sordina pulito che aumenta di frequenza al salire dei giri. Presupposto che un veicolo del genere permette di apprezzare appieno le sue possibilità su percorsi accidentati e tortuosi, la guida cittadina risulta particolarmente comoda. La visibilità a tutto tondo e la resistenza dello sterzo, variabile in funzione della velocità, consentono un'esperienza di guida particolarmente piacevole e confortevole.

Da sottolineare la presenza di un'innovativa tecnologia denominata "Real Time 4WD" che si occupa di trasmettere la trazione alle ruote posteriori solo quando necessario oltre a sistemi di sicurezza e assistenza alla guida quali: airbag, ABS, EBD, VSA, TCS e ISOFIX. Il prezzo risulta molto variabile in funzione della specifica configurazione prescelta. Si parte da 23.900 euro per il modello base Honda CR-V 2.0 i-VTEC Comfort fino ad arrivare ai 43.500 euro dell'Honda CR-V 2.2 i-DTEC Executive Navi Adas Aut.

 

Read more

Volkswagen Golf, una delle macchine più famose e più vendute nel mondo (in Europa è l'auto più venduta della storia), è arrivata alla sua settima edizione, continuando a mietere successi e a stupire il mercato automobilistico con i suoi elevatissimi standard di qualità e sicurezza.

Come nelle precedenti edizioni infatti tutti i particolari sono curati nei minimi dettagli, offrendo al cliente una vettura dotata di moltissimi accessori e dalle elevate prestazioni motoristiche, destinata sia al pubblico giovane che alla famiglia vista la sua grande spaziosità e la comodità dei suoi interni.

Gli interni ricalcano quelli della precedente edizione, con cinque posti a sedere molto comodi e spaziosi e una plancia di comandi essenziale e facile da utilizzare. Il cruscotto è molto ben disegnato e offre una completezza di informazioni tale da poter tenere sempre sotto controllo ogni minimo aspetto dell'autovettura.
La linea è allo stesso tempo sportiva e lussuosa, confermando l'aggressività degli ultimi modelli e la sinuosità nelle forme. L'ampia scelta di versioni coloristiche permette anche una notevole personalizzazione dell'autovettura.

 

test-drive-volkswagen-golf-auto-piu-venduta

 

Gli allestimenti motoristici sono diversi e vanno dal classico 1.7 a benzina, dall'ottimo spunto e dal prezzo a partire dai 25.000 euro, fino all'ottimo 2.0 GTD con motore diesel a quattro cilindri con sistema common rail e turbocompressore ad alto rendimento. Il sistema Start & Stop e il BlueMotion conferiscono alla vettura dei livelli altissimi per quanto riguarda l'efficienza, ottenendo dei consumi davvero contenuti a fronte di prestazioni di tutto rispetto. Il prezzo si aggira sui 30.000 euro per un allestimento medio che comprenda tutti gli optional più comuni.

Tra le novità in fatto di optional proposti in questa nuova serie di Volkswagen Golf c'è la frenata anti collisione multipla, la pedaliera sportiva in acciaio, il cruise control, il sistema che permettere di riconoscere la stanchezza del guidatore, il climatizzatore automatico, il sensore pioggia, l'indicatore della pressione dei pneumatici, la radio-cd con schermo touchscreen, la regolazione automatica della distanza di sicurezza, il Park Assist e la telecamera per la retromarcia. 
Per i più stravaganti e fantasiosi è disponibile anche la versione con il tetto panoramico trasparente e il navigatore satellitare in tre dimensioni basato su Google Earth.

 

Read more

Alla ventesima edizione del Festival of Speed che si è tenuto come sempre a Goodwood nella tenuta di Lord Charles March dall' 11 al 14 luglio scorsi sono state messe in mostra le auto più prestigiose del momento e del passato e Bentley ne ha approfittato per presentare la sua versione definitiva della nuova Continental GT 3.
Questa elegante britannica è stata predisposta appositamente per partecipare alle Blancpain Series di FIA del 2014 e motore e specifiche tecniche rispondono appieno alle richieste FIA per i GT3. E così ecco un motore TFSI V8 che è stato sviluppato da Audi e Volkswagen che esprime una potenza di 600 cavalli, mentre il peso totale della vettura ha subito una drastica dieta che lo ha ridotto di ben 1.000 chilogrammi rispetto alla Continental GT di cui è un'evoluzione. La nuova Bentley Continental GT3, quindi, rientra ora perfettamente nei canoni FIA con i suoi 1.300 chilogrammi, ma per raggiungere questo peso forma è stato necessario eliminare gran parte dello sfizioso (e lussuoso) equipaggiamento di bordo, oltre all'utilizzo massiccio di materiali super leggeri come la fibra di carbonio.
Nella Bentley Continental GT3 è stata rivista la parte meccanica affidando la gestione della parte elettronica a Cosworth, mentre il motore è stato posizionato molto più indietro, così come la trasmissione che ora è molto più vicina al treno posteriore e il cambio automatico è divenuto a sei marce. Questo nuovo schema della meccanica consente una migliore distribuzione dei pesi con un rapporto pari 52:48.

 

bentley-continental-gt3-2013


Per quel che concerne l'estetica e l'aerodinamica, la nuova Bentley Continental GT3 presenta le consuete linee accattivanti del modello da cui deriva, ma sono stati aggiunti posteriormente uno spoiler e un diffusore che le danno un look tutto nuovo e molto più aggressivo, perfetto per una versione racing. Anteriormente invece lo spoiler è stato ridisegnato, così come le prese d'aria per un aspetto più da cattiva.
Dopo averla ammirata più volte in versione concept, Goodwood ha poi offerto l'occasione ai tanti appassionati di vedere cosa è capace di fare in pista la GT3 e la sua prova non ha certo deluso, ora non c'è che da attendere l'esito delle gare.

 

Read more

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand