ClasseMotori

ClasseMotori

Ufficialmente non è stata ancora presentata, ma abbiamo avuto l'onore di vedere la Lamborghini Huracan, la supercar che raccoglierà la pesante eredità della Lamborghini Gallardo che con le sue 14.022 unità è stata l'auto più venduta del marchio italiano.

La Lamborghini Huracan Lp 610-4, come da tradizione, prende il suo nome da un toro e sarà presentata ufficialmente al Salone di Ginevra nel marzo del 2014 e in anteprima in 130 feste private blindatissime per clienti selezionati e operatori di settore.

Esteticamente la Huracan ha molti elementi in comune con la Lamborghini Aventador, come il posteriore ribassato, i quattro tubi di scappamento e le prese d’aria esagonali dello spoiler anteriore e presenta una linea più dolce rispetto alla Gallardo.

Fari e luci sono rigorosamente full-led, mentre la scocca è costituita da una struttura ibrida che associa parti in alluminio e fibra di carbonio. Soluzione che riduce il peso portandolo a 1422 kg (poco se si considera l’incidenza della trazione integrale e del motore V10), con rapporto peso/potenza di 2,33 kg/cv.

All'interno dell'abitacolo c'è la vera novità, un display da 12,3 pollici che all'occorenza funge anche da navigatore oltre a mostra le informazioni principali per la guida. 

 

 

Le prestazioni sono altissime e superiori alla Gallardo, il motore da 610 Cv (50 in più della precedente) permette il raggiungimento dei 325 km/h con un accelerazione da o a 10 di 3,2 sec. Stiamo su livelli vicini alla sorella maggiore Aventador.

Il cambio sarà per la prima volta automatico/sequenziale a 7 marce con doppia frizione e il piacere di guida è garantito da ben 3 regolazioni: Sport, Strada, Corsa. 

I consumi sono un altro fiore all'occhiello della Lamborghini Huracan, che è capace di percorrere 100 km in percorso misto con 12,5 litri, niente male per una supercar!

Il prezzo e la data di uscita saranno svelati al Salone di Ginevra ma verosimilmente dovrebbe oscillare tra i 200 e i 260 mila euro e le prime auto rilasciate ad Aprile 2014 e la produzione è stata confermata a Santa Agata Bolognese.

Il Made in Italy è salvo e gode di ottima salute.

 

Read more

Continua la lotta per la vita di Michael Schumacher.

Il sette volte campione del mondo di Formula 1 è ricoverato, in coma farmacologico,  all'ospedale di Grenoble in seguito ad un incidente sugli sci avvenuto fuoripista a Meribel. 

L'ultimo bollettino medico parla di "situazione critica a seguito di lesione cerebrali diffuse che hanno portato ad un intervento chirurgico". I medici, in conferenza stampa, non si sono voluti sbilanciare sulla prognosi e sulle percentuali di sopravvivenza, sottolineando la gravità dell'incidente che "senza il casco sarebbe stato sicuramente mortale".

Oltre alla moglie Corinna e ai tre figli, al capezzale di Schumacher sono giunti Jean Todt e Rass Brawn oltre al professor Gerard Saillant, tra i massimi esponenti al mondo di traumi al cervello.

Al momento non sono previsti ulteriori comunicati ufficiali e il coma farmacologico dovrebbe durare almeno per i prossimi 3-4 giorni.

 

Incidente-michael-schumacher-bollettino-medico

 

Intanto arrivano i messaggi di forza e di auguri da parte del mondo della Formula 1, che da Alonso a Massa, da Barrichello a Vettel si stringe in un ideale abbraccio con colui che più ha vinto nella storia di questo sport.

 

Seguono aggiornamenti

 

Read more

Grosse novità nella lista delle 7 finaliste all’ambitissimo premio di Car of the year 2014, per la prima volta infatti ci saranno due vetture elettriche che potrebbero diventare auto dell’anno: la Bmw i3 e la Tesla modello S.

La lista è completata da Citroën C4 PicassoMazda 3Mercedes-Benz Classe S,  Peugeot 308Skoda Octavia e la proclamazione avverrà, come di consueto, al Salone di Ginevra, il 2 marzo.

Una lista che conferma come il mondo delle quattro ruote stia dando particolare attenzione al rispetto dell’ambiente e alle nuove tecnologie, vere e propri cardini per superare il generale calo delle vendite.

Oltre che per le due automobili elettriche, c’è molta curiosità anche per la Mercedes Classe S che porta una auto ammiraglia in finale dopo vari anni di assenza. Una rosa di candidate molto varia e interessante dove le favorite sono le francesi Citroen C4 Picasso e la Peugeot 308, due delle case che hanno vinto più volte il titolo (3 volte a testa). Mentre Skoda e Tesla non sono riuscite mai a portare a podio una vettura.

Si rinnova quindi la sfida tra  i colossi tedeschi Bmw e Mercedes che però, cosa strana, possono vantare solo una vittoria in due (Mercedes nel 1974) ma tantissimi podi.

 

 

Non ci resta quindi che attendere il Salone di Ginevra per scoprire la Car of the year 2014 e scoprire a che punto è lo sviluppo dei motori elettrici e delle nuove tecnologie.  

 

Read more

Gli italiani abbandonano il “nuovo” andando a caccia dell’offerta a buon prezzo.

Nonostante un calo fatto registrare a novembre, il mercato auto dell’usato in Italia rimane piuttosto interessante. Basti pensare che anche nell’ultimo mese il rapporto rimane positivo per “il vecchio”, con 199 vetture usate vendute ogni 100 nuova. Certo, la crescita fatta registrare ad inizio anno si è trasformata in una brusca frenata,  ma il segno complessivo del 2013 rimane in positivo al contrario delle immatricolazione dei modelli nuovi. Fiat continua ad essere il marchio con più mercato in Italia per quanto riguarda il settore dell’usato seguita da Volkswagen, Lancia e Ford.

I dati riflettono la crisi economica attuale che spinge molti automobilisti a cercare l’offerta vincente e l’occasione giusta in un panorama che, complessivamente, offre opportunità a buon prezzo. E le previsioni sembrano orientate al proseguimento di questo trend come dimostra anche il proliferare di offerte presenti in numerose piattaforme e portali web.

Tra le nuove “piazze virtuali” citiamo“Annunci Web Auto” un portale semplice e dalla grafica pulita (con un evidente richiamo al “look and feel” in stile Pinterest) che permette agli utenti di inserire annunci per vendere o comperare in pochi click e in maniera totalmente gratuita.

 

Si ringrazia per la collaborazione la redazione di Web Auto.

 

Read more

E' ancora forte il dolore per la morte di Paul Walker, scomparso il 30 novembre scorso in un incidente d'auto mentre andava ad un evento benefico.

Lo staff di Fast & Furious ha voluto omaggiarlo con un video che in pochi giorni vanta decine di milioni di visualizzazioni. 

Anche noi di ClasseMotori ci uniamo all'omaggio e vi proponiamo l'emozionante video in sua memoria.

 

 

Read more

La delusione per la cancellazione del MotorShow 2013 è stata grande tra gli addetti ai lavori e gli appassionati, ma dalle ceneri della manifestazione bolognese nasce un nuovo salone automobilistico che si preannuncia come “il più bello del mondo, il più coinvolgente, il più trendy”.

Le affermazioni sono di Alfredo Cazzola storico organizzatore del MotorShow dal 1980 fino al 2006 (quando ha ceduto i diritti al gruppo Francese GI Events), deciso a portare la manifestazione negli enormi spazi della fiera di Rho a Milano dal 10 al 21 dicembre 2014.

Il Milano AutoShow erediterà alcune caratteristiche del MotorShow come le esibizione agonistiche, la presentazione di nuovi modelli e concept car, ma darà grandissimo spazio alle tecnologie ibride e  all’infotainment, ovvero tutte quelle innovazioni tecnologiche capace di migliorare il tempo trascorso in auto di guidatori e passeggeri e soprattutto ai consigli e alla scelta dell’acquisto migliore per i visitatori.

La scelta di Milano è strategica anche per l’eventuale cooperazione con l’expo 2015 che porterà 20 milioni di visitatori nella città meneghina durante l’anno.

 

motorshow-bologna-si-sposta-Milano

 

E Bologna?

Nella città Emiliana sono state annunciate anche le date dell’edizione 2014 del MotorShow “classico”, che si dovrebbe tenere dall’8 al 14 dicembre 2014, ma la sensazione è che si si tratti di un modo per intraprendere un braccio di ferro con l’organizzazione francese, dove in ballo ci sono pendenze economiche e la responsabilità del mancato evento del 2013.

La strada è ancora lunga e manca ancora tempo a dicembre 2014 ma la forte sensazione è che il Milano AutoShow sia destinato a diventare uno dei saloni automobilistici più importanti al pari e più di Francoforte, Ginevra e Parigi, grazie all’enorme esperienza di Alfredo Cazzola e agli spazi della Fiera di Rho – Milano, facilmente raggiungibili da tutta Europa e disponibili a qualsiasi tipo di allestimento

 

Read more

Motori e famosi: un binomio che non passa mai di moda come ci spiega Web Auto

Auto e vip, avanti il prossimo! Non è certo una novità che i personaggi famosi amino esibire bolidi griffati, esclusivi e personalizzati. Le automobili sono un mezzo che denotano lo stile e i gusti di chi li possiede, proprio come un abito. E soprattutto sono ambiti dai fotografi e dai mezzi di comunicazione che proprio sul binomio auto-famosi hanno scattato rullini e scritto pagine su pagine. Per non parlare degli sponsor che hanno capito le potenzialità delle quattro ruote e hanno deciso così di “tatuare” il loro marchio di fabbrica nella carrozzeria. Avete visto la Lamborghini di LeBron James? La stella NBA per il proprio bolide ha sfoggiato una livrea identica a quella delle sue scarpette Nike… (vedo foto in alto).

Capricci degli sportivi! Per non parlare delle esagerazioni dei divi del cinema come Vin Diesel che ha regalato l’auto utilizzata nel film Fast &Furious alla figlia di cinque anni (!). Ma il re dello stile e del glamour rimane senza dubbio Lapo Elkann che recentemente è stato fotografato a bordo di una Abarth 695 gessata, elegante come un abito.

 

abarth-lapo-Auto-strane

 

Perché va bene avere un proprio stile ed essere riconoscibili ma la classe…quella proprio non si acquista! 

Si ringrazia per la collaborazione la redazione di WebAuto.it 

 

Read more

A poco più di un giorno dalla tragica notizia della morte di Paul Walker, tra i protagonisti da serie di film di culto "Fast and Furious", continuando ad arrivare i messaggi di cordoglio da parte di amici e colleghi.

L'incidente che è costato la vita al giovane attore ha provocato uno shock in tutta Hollywood e non solo.

Comprensibilmente scioccati gli amici di set, che hanno affidato a poche e toccanti parole su twitter il loro ricordo di Paul.

 

 

"Fratello mi mancherai veramente tanto. Sono assolutamente senza parole. Il Paradiso ha un nuovo angelo. Riposa in Pace". Questo il messaggio che Vin Diesel ha dedicato a Paul Walker, seguito da una foto che li ritraeva entrambi sorridenti.

 

 

Particolarmente toccante il messaggio di The Rock: "Tutta la mia forza, amore e fede per la famiglia Walker durante questi momenti devastanti. Troveremo la nostra forza...nella sua luce. Ti voglio bene fratello"

 

 

Altro collega di film, Ludacris ha twittato:"Il tuo umile spirito si è sentito fin dall’inizio, sia benedetta la tua presenza ovunque tu vada, perché qui hai lasciato un segno" 

 

 

Il regista della serie, James Wan, non riesce a dire molto: "Sono cosi distrutto ora. Non riesco a elaborare nulla"  

 

 

Anche il mondo della Musica è scosso dalla tragica notizia, Miley Cirus sempre molto attiva su twitter ci comunica la sua tristezza.

 

Read more

Le pagelle del campionato F1 appena concluso

Thursday, November 28, 2013 18:42

Il campionato mondiale di Formula 1 si è concluso con il Gp di Interlagos e i titoli assegnati a Vettel e alla Red Bull.

E' ora di fare le pagelle ai protagonisti:

 

Sebastian Vettel 10

Semplicemente fantastico!

Ha iniziato bene ma è dopo la rottura del cambio in Gran Bretagna che ha accelerato lasciando un vuoto incolmabile, 10 vittorie nelle ultime 11 gare di cui 9 consecutive. Ha eguagliato anche il record di vittorie (13) in una stagione. Un dominio assoluto per il 4 volte campione del mondo. Fenomenale!

 

Fernando Alonso 8

L'unico che ha provato a scalfire l'egemonia di Vettel. Non è stato aiutato da una vettura all'altezza che spesso gli ha fatto perdere la calma (vedi il famigerato "Ma siete scemi?" detto ai box). Poteva fare di più in qualifica ma l'impressione è che sia l'unico a poter competere con il fenomento tedesco. Irriducibile.

 

Mark Webber 6,5

E' vero, non ha vinto nemmeno una gara pur guidando la vettura più veloce ma ha dimostrato grande senso di squadra e costanza. L'anno prossimo lo vedremo alla Porsche. Diligente.

 

Lewis Hamilton 5,5

Primo anno alla Mercedes non sufficiente per l'inglese. Ha vinto solo una gara, in Ungheria, ma non è riuscito a mostrare costanza di rendimento. Siamo sicuri che l'anno prossimo sarà uno dei pretendenti al titolo. Rimandato.

 

Kimi Raikkonen 7

Il glaciale Finlandese è tornato in F1 ad alti livelli. Partito subito benissimo, con la vittoria in Australia, si è guadagnato il ritorno in Ferrari a forza di una invidiabile costanza di rendimento. ha chiusto la stagione saltando le ultime gare. Redivivo.

 

Nico Rosberg 6,5

Il suo problema è di arrivare al traguardo. Quando è costante raggiunge sempre ottime posizioni e le due vittorie (meglio del compagno di squadra) con 3 pole lo confermano. Promettente.

 

Gli altri:

Menzione speciale per Sebastian Grosjean che è stato autore di un'ottima annata mentre dobbiamo sottolineare la scarsa stagione di Felipe Massa. Il pilota Brasiliano ha sofferto particolarmente la situazione di incertezza sul suo futuro per gran parte della stagione.

 

 

Read more

L'Istat ha diramato le statistiche riguardo il numero di sinistri nell'anno scorso e le notizie sono buone.

Si sono infatti verificati 186.726 incidenti stradali con lesioni a persone, per un calo di quasi il 10% rispetto all'anno prima. Anche i feriti e morti sono diminuiti, rispettivamente del 5,4% e del 9,3%. Con questi dati l'Italia si assesta al tredicesimo posto in Europa, dietro Regno Unito, Spagna, Germania e Francia. 

Ma le buone notizie purtroppo finiscono qui. A fronte di una diminuzione degli incidenti non corrisponde una diminuzione della RCA auto, infatti gli automobilisti Italiani sono i più tartassati d'Europa, pagando addiritura più del doppio riguardo gli automobilisti Francesi. 

Ma com'è possibile questo?

Le compagnie assicurative si difendono adducendo la colpa al "costo medio relativamente alto dei sinistri dovuto all'elevata incidenza degli incidenti con danno alla persona e sopratutto dal fatto che la legislazione italiana appare permeabile a fenomeni di tipo opportunistico, dovuti anche alla predisposizione culturale e ad abitudini difficili da estirpare in questi fenomeni". In parole povere l'Italiano è più portato a frodare le assicurazioni. Alla luce di queste affermazioni è interessante notare come, secondo l'Antitrust, le frodi accertate in Italia sono il 2,5% dei sinistri contro il 5% in Francia e addirittura il 10% nel Regno Unito. Delle due l'una: o in Italia le compagnie assicurative fanno cartello accordandosi per prezzi al rialzo, o hanno poca voglia di approfondire eventuali frodi.  

 

Perche-assicurazioni-italiane-costano-piu

 

Altro luogo comune da sfatare è sul prezzo delle Assicurazioni in Campania, si è sempre sostenuto che sia il più caro d'Europa per via dell'elevato numero degli incidenti. Bene, secondo L'istat in Campania nel 2012 si sono verificati 957d incidenti pari al 5,1% del totale nazionale. E allora perchè questi prezzi cosi alti??? 

 

Read more

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand