Al Salone My Special Car di Rimini ha fatto la sua apparizione anche la Peugeot RCZ R, in tre versioni davvero speciali: RCZ R, RCZ Racing Cup Replica, RCZ “Elaborare”. Parliamo di versioni sportive del modello base capace da sviluppare ben 200 Cavalli, la più potente di segmento B più potente mai realizzata. Il baricentro della vettura si presente decisamente basso, 10 mm meno della normale RCZ, ed, inoltre, si presenta come una vera bomba all’alettone posteriore che massimizza la resa aerodinamica.
 
Il motore 1.6 turbo benzina è stato potenziato fino ad essere capace di sviluppare ben 270 CV ed è capace di passare da 0 a 100 chilometri orari in soli 5,9 secondi. La coppia massima di 330 Nm è erogata già ai bassi regimi, 1.900 giri al minuto, grazie al differenziale a slittamento limitato Torsen. 
 
Gli pneumatici sono i Goodyear Eagle F1 Asymmetric 235/40 da 19 pollici che vanno ad ottimizzare l’aderenza, finendo per garantire una straordinaria tenuta di strada. Il prezzo di listino della RCZ R è di 41.700 euro. Dal Trofeo RCZ Racing Cup, arriva invecela RCZ Racing Cup Replica. Parliamo di un'auto potente e modificata nell’assetto, nel sistema di scarico e nell’impianto frenante, mentre davvero ad hoc sono gli ammortizzatori Ohlins “Road and Track”. 
 
La RCZ Racing Cup Replica è bianca, ma le fiancate sono invece solcate dalle strisce rosso/blu/giallo/azzurro che appartengono alla Peugeot Sport. Gli interni sono in pelle nera e Alcantara rossa. La potenza è di 280 CV per la RCZ by Elaborare, mentre gli pneumatici sono Continental ContiSport Contact 5 di misura 235/35 da 19 pollici e i freni anteriori presentano dischi maggiorati e pinze Brembo a sei pistoncini. Insomma, amici, una vera bomba.
 
 

I saloni automobilistici negli ultimi anni sono andati assumendo un'importanza sempre maggiore e il loro numero si è moltiplicato per portare ovunque nel mondo le diverse novità che mettono in campo le industrie del settore. 
Di fronte a un un numero così elevato è d'obbligo distinguere quelli che sono i più importanti e per noi italiani ciò può essere anche fonte di rammarico pensando al centenario Salone di Torino, nato nel lontano 1900. Fino all'inizio del nuovo millennio era uno dei più frequentati, poi Fiat ha pensato di pensionarlo e nel 2002 la manifestazione, che era già stata programmata, è sparita per sempre.
Recriminazioni a parte per un salone che non c'è più, concentriamoci invece su quelle esposizioni internazionali che invece hanno deciso di proseguire nonostante la forte crisi del mercato automobilistico.

In Europa sono tre i Saloni che meritano una menzione: Ginevra, Parigi e Francoforte.

Il Salone svizzero di Ginevra, chiamato Salon International de l'Auto, è nato nel 1905 e si tiene ogni anno da allora (con l'interruzione nel periodo delle due guerre mondiali). Tra le vetture che fecero qui la loro prima apparizione pubblica vi sono modelli che sono ormai entrati nella storia. L'elenco di queste "prime visioni" è lunghissimo e comprende le Fiat 500 Topolino (1937), 600 (1955), X1/9 (1973), le prestigiose Jaguar E Type (1961), Mercedes Pagoda (1963), Ferrari Dino (1965), Lamborghini Miura (1966). E poi ancora la Ford Capri e la Audi 80 nel 1973 e, in anni più recenti, l'Autobianchi Lancia Y10, la Ford Ka, la Lancia Y, la Porsche 997, l'Audi A 5 e la Skoda Yeti.

Le Salon Mondiale de l'Automobile si tiene invece a Parigi ogni due anni nel mese di ottobre. Nato nel 1898 grazie all'intraprendenza di Albert de Dion, fondatore dell'industria omonima che agli inizi del '900 era il maggior produttore mondiale di automobili. 
Il salone ha avuto cadenza annuale fino al 1976 quando si decise di trasformarlo in biennale (negli anni pari). A partire dal 2000, oltre alla presentazione di nuovi modelli e concept car, si affianca una manifestazione con un tema diverso per ogni edizione, nel 2012 l'argomento proposto era "L'auto e la pubblicità" in cui si sono viste esposte vetture che hanno auto un posto importante negli spot e nelle campagne pubblicitarie.

 

saloni-automobilistici-piu-importanti

IAA, Internationale Automobil-Ausstellung, è invece la denominazione del salone automobilistico che si tiene a Francoforte sul Meno a partire dal 1951. A dire il vero la Germania vanta una lunghissima esperienza in fatto di saloni automobilistici che hanno fatto il loro debutto nel lontano 1897 a Berlino, ma la manifestazione si è sempre spostata da una città all'altra fino all'approdo definitivo a Francoforte.
Tra le vetture più celebri che hanno fatto la loro prima comparsa in pubblico proprio qui si può ricordare la mitica Lancia Delta (1979), vero e proprio idolo motoristico del mondo dei rally.

Al di fuori dell'Europa va citato il celeberrimo NAIAS, North American International Auto Show, il salone di Detroit, la capitale americana dell'auto. Nato nel 1907, si tiene ogni anno al Cobo Center ed è principalmente una vetrina per i marchi americani, per le auto di lusso e le concept più innovative.

In Asia il salone più importante e che vanta una storia più lunga è quello di Tokyo che è nato nel 1954 e che si tiene con cadenza biennale. Sono invece di creazione più recente le manifestazioni di Shangai e Pechino, ma stanno assumendo grande importanza per il mercato potenziale che possono attirare.

 

La delusione per la cancellazione del MotorShow 2013 è stata grande tra gli addetti ai lavori e gli appassionati, ma dalle ceneri della manifestazione bolognese nasce un nuovo salone automobilistico che si preannuncia come “il più bello del mondo, il più coinvolgente, il più trendy”.

Le affermazioni sono di Alfredo Cazzola storico organizzatore del MotorShow dal 1980 fino al 2006 (quando ha ceduto i diritti al gruppo Francese GI Events), deciso a portare la manifestazione negli enormi spazi della fiera di Rho a Milano dal 10 al 21 dicembre 2014.

Il Milano AutoShow erediterà alcune caratteristiche del MotorShow come le esibizione agonistiche, la presentazione di nuovi modelli e concept car, ma darà grandissimo spazio alle tecnologie ibride e  all’infotainment, ovvero tutte quelle innovazioni tecnologiche capace di migliorare il tempo trascorso in auto di guidatori e passeggeri e soprattutto ai consigli e alla scelta dell’acquisto migliore per i visitatori.

La scelta di Milano è strategica anche per l’eventuale cooperazione con l’expo 2015 che porterà 20 milioni di visitatori nella città meneghina durante l’anno.

 

motorshow-bologna-si-sposta-Milano

 

E Bologna?

Nella città Emiliana sono state annunciate anche le date dell’edizione 2014 del MotorShow “classico”, che si dovrebbe tenere dall’8 al 14 dicembre 2014, ma la sensazione è che si si tratti di un modo per intraprendere un braccio di ferro con l’organizzazione francese, dove in ballo ci sono pendenze economiche e la responsabilità del mancato evento del 2013.

La strada è ancora lunga e manca ancora tempo a dicembre 2014 ma la forte sensazione è che il Milano AutoShow sia destinato a diventare uno dei saloni automobilistici più importanti al pari e più di Francoforte, Ginevra e Parigi, grazie all’enorme esperienza di Alfredo Cazzola e agli spazi della Fiera di Rho – Milano, facilmente raggiungibili da tutta Europa e disponibili a qualsiasi tipo di allestimento

 

Il salone di Detroit, North American International Auto Show, si è rapidamente guadagnato il titolo di uno dei saloni automobilistici più importanti al mondo. Merito di due fattori importanti: l'aumento della vendita di vetture in America negli ultimi anni (Nel 2013 c'è stato un confortante + 7,6%) e la conseguente presenza sempre maggiore di tutte le case automobilistiche importanti.

Solo in questa edizione (13-26 Gennaio 2014) sono state presentate oltre 50 nuovi modelli, alcuni dei quali veramente impressionanti.

Andiamo a vederli nel dettaglio:

BMW M4 - Evoluzione della M3, vanta un design più aerodinamico e prestazioni maggiorate grazie al motore twin-turbo 3.0 425 cavalli e ad un nuovo materiale che mischia fibra di carbonio e plastica che le permetteranno di essere più leggera. Il lancio è previsto per l'Estate prossima. 

 

Chevrolet Corvette Z-06 - La Chevrolet gioca in casa e lancia la vettura sportiva più sofisticata prodotta dalla General Motors, infatti, sotto il telaio in alluminio si nasconde un motore V8 6.2 e ben 625 cavalli servito da due differenti cambi automatici a 7 e ad 8 marce. L'uscita è prevista per il 2015. 

 

Mercedes Benz Classe C - La quarta generazione della Classe C punta su interni più spaziosi e sopratutto sull'Hi-Tech grazie ad un nuovo schermo da 7 pollici sul cruscotto ed a una superficie dove poter collegare lo smartphone e gestire tutti i vari canali di infotainment presenti semrpe connessi ad internet grazie all'hotspot personale. La versione full optional include anche l'innovativo dispositivo Distronic Plus che prende in mano la guida della vettura in caso di ingorghi e una fotocamera a 360 gradi per facilitare parcheggio e manovre. 

 

Cadillac ATS Coupè - La Cadillac lancia la versione Coupè della fortunata ATS. La versione base è fornita di un motore 2.0 4 cilindri turbo da 272 cavalli mentre è prevista anche una versione High con motore 3.6 V6 da 321 cavalli che porta la vettura da o a 100 km/h in circa 5,6 secondi.

 

Porsche 911 Targa - La Porsche non poteva mancare a questo importante appuntamento e lo fa con la versione puntando su un'evoluzione del tradizionale modello 911. La Porsche 911 Targa è prevista in due versioni (4 e 4S) rispettivamente con motore 3.4 350 cavalli e 3.6 400 cavalli. Entrambe con cambio automatico da 7 marce e doppia frizione per la gioia degli affezionati Porsche. 

 

C'è davvero l'imbarazzo della scelta tra tutte queste meraviglie, ma voi quale preferite? 

 

Dopo un po' di attesa torna 4X4 FEST 2014. Parliamo del Salone Nazionale dell'Auto a Trazione Integrale 2014, un evento dedicato ai fuoristrada, ma non solo. Ne fanno parte anche Quad, moto ed elaborazioni dei 4x4. L'appuntamento è fissato per il fine settimana del 10, 11 e 12 ottobre al CarraraFiere, dunque esattamente ad un anno dal Salone 2013. Gli appassionati potranno assistere a delle produzioni fuoriserie e delle elaborazioni personalizzate che sono state create dai marchi più importanti del settore. Occorre anche ricordare, però, che parte della manifestazione sarà dedicata anche ai pezzi di ricambio, all'oggettistica e a diversi accessori tecnici.

 
Il pubblico presente al Salone potrà anche partecipare in maniera attiva aderendo ad uno dei test organizzati dalla Scuola Pilotaggio Mitsubishi, nonché a corsi e seminari di aggiornamento. 
 
R Team e RalliArt Off Road Team Italy presenteranno anche le vetture ed i camion che gareggeranno alla Coppa del Mondo FIA Cross Country Rallies e alla Dakar. Vi anticipiamo che il prezzo del biglietto sarà di 10 euro, mentre gli stand delle Case saranno visitabili dalle 10 alle 19 (venerdì e domenica), mentre nella giornata di sabato rimarranno aperti fino alle 20.
 
Page 1 of 2

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand