Recentemente è stato inaugurato negli Emirati Arabi Uniti, al Dubai Mall, il primo fashion store del Middle East della Collezione Automobili Lamborghini. Ad essere partner di questa collaborazione è Abdulaziz Al Rasheed Trading, membro di Al Rasheed Group, società che gestisce spazi per il retail nei Paesi del Gulf Cooperation Council (Gcc) e in Libano. Lo store presenta tantissimi prodotti che  spaziano dall’abbigliamento agli accessori. “Il nostro obiettivo è comunicare i caratteri distintivi del nostro marchio (stile, materiali eccellenti e design innovativo) anche attraverso la collezione di abbigliamento e accessori”, ha detto Boris Puddu, responsabile Collezione Automobili Lamborghini.

“Gli appassionati e i proprietari di Lamborghini degli Emirati Arabi Uniti potranno finalmente acquistare l’abbigliamento e gli accessori che riflettono lo stile di vita Lamborghini e avranno quindi un’ulteriore possibilità per esprimere la loro passione per il marchio e per la sua storia”, ha concluso poi Puddu.

Lamboorghini vanta oltre 129 concessionari in tutto il mondo ed in poco più di mezzo secolo ha creato auto da sogno tra cui spiccano: la 350 GT, Miura, Espada, Countach, Diablo, Murciélago e serie limitate come Reventòn, Sesto Elemento e Aventador J. L’Egoista.

Al Motor Show di Bologna 2014 è possibile ammirare un Toro rosso che, in realtà, non è di certo un bolide da F1, quanto piuttosto, nel padiglione 26, una Lamborghini Huracan verniciata in colore Rosso Mars, quasi come se fosse una sfida alle rosse di Maranello che sono presenti nello stesso spazio Motor Valley che celebra i miti automobilistici della Via Emilia.

La vettura è affiancata da una gialla Miura e da una Aventador in grigio opaco. Sicuramente questa Lamborghini rossa spicca con i suoi cerchi Mimas da 20" che non nascondono i dischi freno carboceramici. Se in molti storcono il naso di fronte al colore rosso che da sempre rappresenta quello tipico della Ferrari, da Lamborghini fanno sapere che tale scelta rappresenta un tributo al colore nazionale delle auto da corsa italiane prima dell'avvento degli sponsor e chiamato "rosso corsa". Sin dagli anni Venti del secolo scorso le varie Alfa Romeo, Fiat, Maserati che correvano e vincevano in tutto il mondo erano già dipinte di rosso, come avvenuto poi anche per le Ferrari e le Abarth.

Il 2014 per Lamborghini è stato un anno d'oro: l'azienda, infatti, ha venduto 2.500 esemplari: un ottimo risultato, visto che c'è stato un incremento delle vendite del 19% rispetto all'anno 2013.

Arriva la nuova Lamborghini Huracán sviluppata dal Centro Stile di Lamborghini e dagli specialisti dell'Aerodinamica di Sant'Agata Bolognese. L'auto ha un frontale ancora più aggressivo e un motore aggressivo e prorompente da 580 cavalli.

Presentata al Salone di Los Angeles ha tratti diversi, rispetto alla versione a trazione integrale, soprattutto per quel che concerne il design. La zona anteriore e quella posteriore sono state rimodellate, rendendo questa meravigliosa auto ancora più accativante. Sul piano tecnologico, possiamo notare l'introduzione del Lamborghini Infotainment System II con schermo TFT da 12,3 pollici ad alta risoluzione e un pulsante da cui attivare l’ANIMA (Adaptive Intelligent Network Management) e le differenti modalità di guida ricalibrate: STRADA, SPORT e CORSA

A rendere ancora più bella e sportiva la nuova Huracán i cerchi Kari da 19'', con gomme Pirelli Pzero. A ciò si aggiungono anche i freni a disco in acciaio con pinze in alluminio. Altre caratteristiche sono le seguenti: peso a secco di 1.389 kg, è doata di un telaio ibrido in alluminio e fibra di carbonio, motore aspirato V10 da 5.2 litri da 580 cavalli.

La Huracan raggiunge da ferma i 100 km/h in 3-4 secondi con un picco massimo di 320 km/h.

Ecco il video della presentazione al Salone di Los Angeles 2015:

Se la Lamborghini e il vostro mito e vorreste sapere, passaggio per passaggio, come viene ad esempio costruita la Aventador, partendo dalla scelta dei tessuti all'assemblaggio finale, potete farlo leggendo le 320 pagine del libro libro “Lamborghini, 50 anni di fascino e passione”, scritto da Daniele Buzzonetti, giornalista specializzato nel settore dell’auto e cultore di storia del motorismo.

La storia di questo autentico mito è raccontata non solo dalle parole, ma anche da un vasto archivio di immagini Lamborghini, che ripropongono tutte le vetture del marchio del Toro, comprese le one-off, i concept, le Formula 1 equipaggiate con il motore Lamborghini a 12 cilindri, ma anche le versioni da competizione di Gallardo e Huracán.

La presentazione è avvenuta a Sant’Agata Bolognese alla presenza diStephan Winkelmann, Presidente e AD di Automobili Lamborghini, di Luigi Sartoni, Presidente del Consorzio Banche Popolari, che ha sostenuto il progetto, dell’Editore del libro Antonella Artioli, del curatore Daniele Buzzonetti e del Direttore Editoriale di Quattroruote e Top Gear Italia, Marcello Minerbi. Il libro è disponibile nelle migliori librerie.

Page 2 of 3

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand