La nuova Toyota Aygo sembra nata per i giovani. Parliamo di una vettura che si presenta audace nello stile, funzionale nell'uso, efficiente per consumi ed emissioni, senza contare la possibilità di personalizzazione. Rispetto alla vecchia generazione la nuova Aygo si fa notare per una certa evoluzione in termini di silenziosità, assenza di vibrazioni e maneggevolezza. I consumi e le emissioni sono abbassati fino a 3,8 litri/100 km e 88 g/km.
 
 
Andrea Carlucci, responsabile marketing e comunicazione Toyota, ha affermato: 
 
 "Con la nuova Aygo il presidente globale, Akio Toyoda vuole offrire una nuova generazione di automobili, di qualità e più divertenti da guidare".
 
Mentre Satoru Ichijima, amministratore delegato di Toyota Motor Italia ha dichiarato:
 
"Il nostro obiettivo era un'auto dalla forte personalità, efficiente, divertente da guidare e con livelli di qualità vicini agli standard premium". La nuova Aygo arriva in Italia a Settembre, con un prezzo che parte da 12.250 euro. Secondo le previsioni la nuova Aygo dovrebbe vendere circa 15.000 modelli l'anno.
 
 Fabio Capano, responsabile vendite, marketing e comunicazione di Toyota Motor Europa:
 
"Quando ha debuttato nel 2005AYGO aveva solo 9 competitor, oggi ne ha 20, ma crediamo nella sua capacità di conquista. AYGO è un'auto che piace, come dimostrano le 160.000 unità vendute e la quota di mercato del 5%. Nuova AYGO si arricchisce anche di optional dedicati come il sistema multimediale 'x-touch', con display a colori da 7 pollici per la 'connettività' MirrorLink per Smartphone e i sistemi Audio con streaming musica, Bluetooth, Aux e USB, rubrica, telefono e SMS".
 
"Con nuova Aygo volevamo creare un'auto che fosse un'attrattiva - dice David Terai, ingegnere capo, responsabile del progetto Aygo - in un segmento in cui il fascino è determinato solo da praticità, dimensioni e prezzo. Per Aygo abbiamo dovuto fare scelte difficili limitando le dimensioni dei gruppi ottici, incorporando proiettori poliellissoidali ed integrandoli nell'innovativa grafica a forma di 'X'. E' un'innovazione per il segmento delle citycar, che prediligono fari più economici, e di un valido esempio per spiegare che non avevamo alcuna intenzione di scendere a compromessi, da nessun punto di vista''.

Sebbene decisamente notevole sia la passione dei giovani per l'automobile, non tutti possono permettersela a causa delle perdurante crisi economica e del lavoro che, quando c'è, sembra essere sempre più precario. Francesca Sandri, studentessa magistrale di Business Informatics all’Università di Pisa che dal 2009 collabora all’organizzazione di manifestazioni nel settore automotive, ha dichiarato:

 
"I giovani con contratto a tempo determinato o precari non possono accedere al credito perché non riscuotono la fiducia delle istituzioni finanziarie. In attesa che per molti di loro arrivino i contratti a tempo indeterminato, che forniscono garanzie al credito al consumo, forse sarebbe il caso di pensare a vendite di auto a tempo ”determinato”, in pratica con una formula di credito tale e quale a quella di un lungo stage o di un contratto di lavoro a progetto". 
 
Tali parole sono state pronunciate al convegno Missione Mobilità, nel corso del quale si è parlato del futuro del mercato automobilistico e di mobilità equa, responsabile e sostenibile. Sembra che saranno ben 4 milioni i veicoli che, entro il 2020, spariranno per dare maggiore spazio al fenomeno del car sharing.  
 
Tuttavia, la Sandri non sembra essere del tutto d'accordo:
 
 “È una non verità. Secondo i risultati di un sondaggio fatto con la rete, 81 “nativi digitali” su 100, di età compresa tra i 18 e i 31 anni, hanno ancora una grande passione per l’automobile”.
 
Nello specifico, l'indagine della quale riferisce la Sandri è stata svolta su un campione di studenti e lavoratori per mezzo di Facebook, sfruttando quello che è il fenomeno del passaparola e con la condivisione di diverse sottoreti. Secondo il risultati il 45% dei giovani possiede un'auto, il 10% una moto e il 15% entrambe. Il 30%, invece, nessuno dei due. Un'auto, dunque, a tempo determinato in attesa di poterne acquistare una per sé con il proprio lavoro. Potrebbe essere interessante. A voi i commenti. 
 
 

Pelpi International, dal 2002 importa e distribuisce in Italia i quad e gli scooter Aeon. Tuttavia Pelpi si occupa anche di un nuovo marchio, che produce scooter di piccola cilindrata. Parliamo di Overbikes. Tra le proposte più significative di questo periodo abbiamoThor, uno scooter dal look molto sportivo e dalle colorazioni racing. Lo scooter viene prodotto in Cina con il know how dell'azienda italiana e il suo carattere sportivo viene enfatizzato soprattutto dalle pinze e da altri dettagli rossi, così come lo scarico rovesciato e gli pneumatici dal profilo ribassato.

Le cilindrate proposte sono due: un 2 tempi da 50 cc raffreddato a liquido e un 4 tempi da 125 cc raffreddato ad aria. La versione da 50 cc eroga una potenza di 5,1 cv a 5.000 giri, mentre il 125 può contare su una potenza di 9 cv a 8.000 giri. Le ruote in lega misurano 13” per tutte e due le versioni, mentre il serbatoio può contenere 6,8 litri di carburante. Sebbene i pesi siano piuma la differenza sta proprio nei chili delle due vetture: 106 kg per il 125, 84 kg per il più piccolo della gamma. Thor è in vendita a 1.890 euro per il 50 e a 2.190 euro per il 125. Le colorazione sono 2: rosso e bianco. I modelli, per le loro caratteristiche, sono ben destinabili al pubblico più giovane. 

Quando Fiat ha lanciato la Opening Edition della 500 X, il sito è stato preso di mira soprattutto da utenti giovani. Questa è la ragione che ha spinto la Casa italiana a pensare ad una serie speciale a tiratura limitata, meno costosa della versione di base Pop, ma esclusiva e ideal per i giovani. Parliamo di Fiat 500X Web Edition che è dotata di trazione 4x2, motore benzina 1.6 E-torq da 110 CV ed ha un prezzo di 17.250 euro. Si potrà acquistare a partire dalla prossima settimane ed il "porte aperte" programmato a febbraio. Esternamente, la 500X Web Edition si caratterizza per dei cerchi in lega da 17 pollici con finitura diamantata bicolore nero e calotte degli specchi retrovisori nere.

L'ambiente a bordo è prevalentemente nero, sebbene sia possibile dare un tocco di personalizzazione con l'abbinamento di dettagli rossi e grigi. La mostrina del tunnel e la plancia sono invece realizzati in carboon look. La dotazione di serie prevede prevede Cruise Control con limitatore di velocità, vetri elettrici anteriori e posteriori, sedile guida regolabile in altezza, freno di stazionamento elettrico, climatizzatore manuale, sistema Uconnect 5" Radio con display touchscreen a colori e ingresso USB/AUX, selettore di guida "Mood Selector", volante con rivestimento "Techno-leather" e comandi radio al volante. Non manca anche un sito dedicato alla vettura: 500X.fiat500.com, in rete a partire dalla settimana prossima.

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand