Quella di Hankook Tire è una storia particolarmente fitta di eventi, di evoluzioni e di innovazioni continue: tutti elementi che, col passare degli anni, hanno reso questo marchio uno dei più autorevoli al mondo nell'ambito del pneumatico. Nata nel '41 come primo produttore di pneumatici in Corea, nei decenni a venire Hankook ha saputo ampliare il suo raggio di influenza aprendo sedi negli Stati Uniti, in Cina e in Europa. Un processo di espansione che è stato reso possibile da un catalogo di prodotti sempre più al passo coi tempi, capace di rispondere alle esigenze di tenuta e sicurezza stradale tanto richieste dai comuni automobilisti.

 

I Pneumatici Hankook integrano quattro valori fondanti, gli stessi che si ripercuotono sulle scelte aziendali e sulla qualità delle sue gomme. A partire dalle prestazioni, rese sempre più forti da una tecnologia di ultima generazione che aumenta la stabilità alla guida, permette una buona maneggevolezza e garantisce una maggiore durata del pneumatico. Secondo fattore determinante è dato dalla sicurezza, a tutti gli effetti eletto come uno dei punti chiave di una buona gomma: su questo fronte Hankook assicura un perfetto mantenimento dell'integrità, del disegno e della composizione di ogni suo prodotto, così da rendere la guida più sicura che mai anche su fondi bagnati o particolarmente insidiosi.

 

Il comfort e l'ambiente, infine, sono i due ultimi punti di forza dei pneumatici Hankook: se il primo vuol togliere di mezzo ogni forma di stress, permettendo all'automobilista di mettersi alla guida senza dover sopportare il peso del rumore e di vibrazioni varie; il rispetto dell'ambiente fa invece sì che le tecnologie ecologiche incorporate riducano al minimo l'impatto del pneumatico sull'ambiente circostante.

 

Ma scendiamo nel dettaglio analizzando quelli che sono i prodotti Hankook Tire di maggior pregio, o quantomeno quelli eletti come tra i più importanti dell'anno appena inaugurato. Su questo fronte ci troviamo dinanzi a Winter i*cept RS, un pneumatico per auto studiato appositamente per adattarsi ai climi temperati dell'Europa centrale ed occidentale. Questa gomma va incontro alle esigenze dei proprietari di utilitarie cittadine e di berline compatte, dei monovolumi fino a quelli delle station wagon.

 

I suoi elementi di forza trovano concretezza in una maggiore trazione, resa possibile da una particolare disposizione delle tacche, e da un battistrada più ampio che contribuisce ad una migliore aderenza sull'asfalto (anche su strade ghiacciate e innevate!). Le tacche in 3D, poi, non fanno che aumentare le performance di tenuta e di frenata facendo di Winter i*cept RS un pneumatico estremamente sicuro!

 

Una soluzione più improntata alla stagione estiva è invece data da S1 evo 2, una gomma la cui caratteristica predominante è quella di sapersi comportare in maniera egregia tanto su asfalto asciutto quanto su fondo bagnato. Tutto merito della sua particolare conformazione che oltre a renderla performante su qualsiasi tipologia di strada, la aiuta in una capacità di sterzata molto precisa e in un comfort di indubbia portata.


Le prestazioni di S1 evo 2 vanno a braccetto con la sua natura eco friendly: i materiali che ne compongono ogni sua minima parte sono stati appositamente studiati per limitare al minimo l'impatto ambientale. E per finire Kinergy Eco, questo sì vero e proprio esempio di pneumatico amico dell'ambiente e dei valori fondanti di un'ecologia sana. Il suo elemento di forza è per lo più dato dalla capacità di risparmiare carburante, sviluppata combinando nano particelle di silice e particolari tecnologie di miscelazione. Due fattori che contribuiscono a migliorare l'efficienza energetica di questo pneumatico auto, oltre che ad aumentare considerevolmente le prestazioni di frenata su fondi bagnati.

 

 

 

 

 

La situazione in tema di immatricolazioni auto è decisamente diversa a seconda del Paese al quale ci riferiamo. In Francia, nello scorso mese di febbraio, è stato registrato un calo dell'1,4% (pari a 141.300 unità), dopo che nel mese di gennaio c'era stata una lieve crescita. La notizia è stata fornita dalla Ccfa, l'Associazione dei costruttori francesi di automobili che però hanno constatato un aumento delle vendite con Psa Peugeot (4,2%) e con il gruppo Renault (1,7%). Se oltralpe calano le vendite dei produttori stranieri, la Fiat è riuscita comunque a strappare un 1,6%. Bene anche Alfa Romeo.

 

Situazione diversa in Giappone dove, a febbraio, le immatricolazioni hanno registrato un incremento del 15%, escludendo le minicar. Lo scorso mese sono stati venduti 336.176 auto, camion e bus superiori a 600 cc. Tale incremento, però, rischia di crollare a marzo a causa della tassa sui consumi che dal primo aprile aumenterà all'8% (attualmente è al 5%).

 

Anche in Spagna le immatricolazioni di febbraio sono cresciute del 17,8%, (parliamo di 68.763 unità) grazie al beneficio della rottamazione decisa dal governo iberico. A renderlo noto l'Anfac, l'Associazione spagnola dei fabbricanti di auto.

 
In una nota si legge: "Febbraio è stato un mese di forte rialzo delle vendite grazie al sostegno del piano Pive 5".

Oltreoceano, in America, Fiat Chrysler ha fatto sapere che le vendite di Chrysler sono cresciute e la casa Detroit, che fa parte di Fiat Chrysler Automobiles, ha registrato un aumento delle immatricolazioni di 154.866 unità (11%). Il comunicato della società rende noto che è buona la performance per i marchi Chrysler, Jeep, Ram Truck e Fiat, che, su base annuale, hanno tutte registrato un aumento delle vendite.
 

Chi di voi appassionati automobilisti non ha mai sognato di guidare un'automobile potente e velocissima? Immaginiamo nessuna. Ebbene, oggi, vogliamo darvi notizia di una vettura capace di raggiungere la supersonica velocità di 440 km/h. 

 
Il suo nome è Koenigsegg Agera One:1 e nasce per opera dell’azienda scandinava specializzata nella creazione di vetture da record che ormai fanno concorrenza alle varie Lamborghini, Bugatti o Ferrari. Parliamo di veicoli eccezionali ed anche in questo caso le caratteristiche non mentono: la vettura in questione monta un V8 da 5 litri che sprigiona ben1341 cavalli (parliamo di quasi un Megawatt di potenza). 
 
La sigla One:1, presente nel nome della vettura, sta ad indicare il rapporto peso/potenza. Ciò sta a significare che ad ogni chilogrammo dell'Agera corrisponde un cavallo vapore. Nessun'auto su strada aveva mai raggiunto tale primato sino ad ora.

 

Non finisce qui: Agera sarebbe in grado di passare da 0 a 400 km/h in 20 secondi, mentre i 440 km/h la rendono l'auto più veloce del mondo. Curata in tutti i dettagli aerodinamici, che sono abbinati a delle linee capaci di rendere la vettura aggressiva e seducente, siamo sicuri che i ricconi faranno a gara per averla. Ne sono stati infatti prodotti solo 6 esemplari, anche se indiscrezioni rivelano che essi siano già stati tutti prenotati. Il prezzo non è ancora stato reso noto.

 

Cosa si fa quando ci si sente abbandonati? Si protesta. E ciò non vale certamente solo per gli esseri umani, ma anche per gli animali. Accade così che in Scozia, un cane, abbandonato dai suoi due proprietari in auto per troppo tempo ha deciso di poggiarsi sul clacson dell'automobile per 15 minuti attirando l'attenzione di tutti coloro che passavano.
 
Pertanto mentre i due padroni di Fern erano intenti a visitare una galleria d'arte, il boxer ha invece deciso di farsi sentire da tutti i cittadini di Broughty Ferry con ben 15 minuti di suono ininterrotto. Ovviamente il boxer è subito diventato famosissimo grazie ai social network poiché tanti sono stati i passanti che hanno ripreso con foto e video il simpatico cane.  
 
Quando finalmente i due padroni hanno deciso di ritornare verso l'auto sono stati bersagliati dagli sguardi di decine di persone che guardavano il cane poggiato allo schienale del guidatore e con la zampa fissa sul clacson. 
 
Siccome è risaputo che i cani, qualora vengano lasciati troppo tempo in un luogo dove non entra aria, possano collassare o avere un arresto cardiaco alquanto facilmente, il consiglio è quello di non portare con sé il proprio amico a 4 zampe se si sa che si andrà in un luogo nel quale il suo ingresso è vietato.
 
Di seguito il video che mostra il simpatico boxer nell'atto di "vendicarsi".

 

Sebbene decisamente notevole sia la passione dei giovani per l'automobile, non tutti possono permettersela a causa delle perdurante crisi economica e del lavoro che, quando c'è, sembra essere sempre più precario. Francesca Sandri, studentessa magistrale di Business Informatics all’Università di Pisa che dal 2009 collabora all’organizzazione di manifestazioni nel settore automotive, ha dichiarato:

 
"I giovani con contratto a tempo determinato o precari non possono accedere al credito perché non riscuotono la fiducia delle istituzioni finanziarie. In attesa che per molti di loro arrivino i contratti a tempo indeterminato, che forniscono garanzie al credito al consumo, forse sarebbe il caso di pensare a vendite di auto a tempo ”determinato”, in pratica con una formula di credito tale e quale a quella di un lungo stage o di un contratto di lavoro a progetto". 
 
Tali parole sono state pronunciate al convegno Missione Mobilità, nel corso del quale si è parlato del futuro del mercato automobilistico e di mobilità equa, responsabile e sostenibile. Sembra che saranno ben 4 milioni i veicoli che, entro il 2020, spariranno per dare maggiore spazio al fenomeno del car sharing.  
 
Tuttavia, la Sandri non sembra essere del tutto d'accordo:
 
 “È una non verità. Secondo i risultati di un sondaggio fatto con la rete, 81 “nativi digitali” su 100, di età compresa tra i 18 e i 31 anni, hanno ancora una grande passione per l’automobile”.
 
Nello specifico, l'indagine della quale riferisce la Sandri è stata svolta su un campione di studenti e lavoratori per mezzo di Facebook, sfruttando quello che è il fenomeno del passaparola e con la condivisione di diverse sottoreti. Secondo il risultati il 45% dei giovani possiede un'auto, il 10% una moto e il 15% entrambe. Il 30%, invece, nessuno dei due. Un'auto, dunque, a tempo determinato in attesa di poterne acquistare una per sé con il proprio lavoro. Potrebbe essere interessante. A voi i commenti. 
 
 
Page 1 of 14

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand