Al Salone di Ginevra 2014, dopo 40 anni di assenza, torna la mitica 695 Abarth. Esternamente la vettura si caratterizza per un kit firmato Zender. Il frontale mostra un grosso paraurti, che espande le dimensioni delle prese d’aria spingendo verso il basso il muso di quella che ormai è una supercar. Cerchi in lega per le gomme. Essi sono da 18 pollici, sviluppati da OZ Racing e calzano pneumatici 215/35 R18. La vettura risulta poi alleggerita da cristalli anteriori fissi e sportelli scorrevoli in policarbonato, mentre le finiture della carrozzeria presentano elementi in titanio e in carbonio.
 
Un elemento ulteriormente utilizzato è sicuramente l'alluminio per il cofano anteriore a doppia gobba. Il colore è un bel grigio scuro che conferire un carattere decisamente tenebroso alla vettura, mentre la collaborazione con Alber regala alla Biposto dei montanti e delle calotte per gli specchietti in carbonio. 
 
Passando agli interni, l'Abarth 695 elimina i sedili posteriori sostituendoli con rollbar in titanio, realizzato da Poggipolini. Il bagagliaio è rivestito da un materiale tecnico, in tinta scura come la carrozzeria mentre la rete anti-intrusione ferma il contenuto dell'area di carico. Sabelt ha realizzato le mitiche cinture a quattro punti dei sedili Abarth Corsa by Sablet, con guscio in carbonio e rivestiti in Alcantara e pelle color titanio. Il carbonio riveste la plancia, i pannelli porta, il rivestimento del tunnel centrale e la leva del freno a mano. La pedaliera è in alluminio, mentre tale materiale è utilizzato poi per i poggiapiedi. 
 
Cuore della vettura è il motore T-Jet 1.4 litri 16V, montato sulla 695 Tributo Maserati, ma che viene potenziato per scaricare sull’asfalto ben 190 CV di potenza. Con un peso di 997 Kg, il rapporto peso potenza di 5,2 Kg/CV è decisamente ottimo. Un dato da notare è che per la prima volta su un'auto stradale viene montato un cambio ad innesti frontali, con differenziale autobloccante a dischi e comandi che prendono ispirazione dal mondo delle corse automobilistiche. Il passaggio da 0 a 100 Km/h avviene in soli 5,9 secondi, mentre la velocità massima è di 230 Km/h. Il sistema di scarico è a doppio stadio e utilizza terminali in titanio Akrapovic, spesso impegnata nei campionati Moto GP e Superbike. Gli amortizzatori Extreme Shox sono del tutto regolabili in altezza, mentre il tasto Sport sul cruscotto apre completamente le valvole di scarico trasformando la vettura in una vera e propria supercar.
 
Nello scorso mese di aprile il mercato automobilistico italiano ha fatto registrare un leggero +1,9%, sebbene, però, la quota degli acquirenti sia sempre minore e ridotta al 58,5%. I segnali di ripresa sono ancora minimi, ma diamo comunque un'occhiata a quelle che sono le auto maggiormente vendute in Italia, per capire quali sono i gusti del pubblico del Belpaese.  In prima posizione ad aprile 2014 abbiamo ancora una volta la Fiat Panda, con 8.884 vetture immatricolate. Seguono sul podio Fiat 500L (5.879) e Fiat 500 (5.372). Quarta la Fiat Punto, al quinto posto abbiamo Lancia Ypsilon.
 
Rispetto al mese di marzo 2014, la prima variazione spunta solo in sesta posizione, dove troviamo la Volkswagen Golf, primo modello straniero della classifica che spinge la la Renault Clio al nono posto. Seguono Ford Fiesta, settima e in salita, Citroen C3, che torna in top ten, e Nissan Qashqai, decima.
 
 Fra le vetture Diesel prevale la Fiat 500L, seguita da Fiat Panda e Volkswagen Golf; sebbene faccia il suo ingresso anche Peugeot 2008, nona fra le auto a gasolio. Passando alle vetture a gas troviamo invece la Opel Corsa in cima, seguita da Ford Fiesta e Lancia Ypsilon. Domina il gruppo Toyota nel settore delle automobili ibride, con la Toyota Yaris Hybrid che prevale su Auris Hybrid e Lexus CT Hybrid. Per quanto riguarda le auto elettriche, invece, domina Nissan Leaf a quota 100 vetture immatricolate ad aprile, seguita da BMW i3.
 
 
 
 

La classe motori di certo non è settore appannaggio esclusivo del maschietti. Tante sono le donne che amano le auto e che sanno bene cosa vogliono dalla 4 ruote che le porta al lavoro o a fare shopping (tra le altre cose). Scopriamo dunque insieme quali sembrano essere le tipologie di auto maggiormente amate dalla donne. In generale le auto per le donne rispecchiano effettivamente quello che è il carattere e la personalità della rappresentante del gentil sesso che la guida. Così, le donne che vivono nelle grandi città, in cui notevoli sono i problemi relativi al parcheggio, preferiranno scegliere delle utilitarie scattanti. Piccoline sì, ma con uno spazio adeguato per raccogliere sia i figli che la spesa. Anche il design, dev'essere tale da non passare di certo inosservate.

Spiccano, dunque, in pole position nella classifica delle auto preferite dalle donne delle vetture piccole e compatte, indispensabili per potersi muovere fra le affollate vie cittadine. La scelta della vettura ideale, ovviamente, si deve a 2 fattori: in primis alle esigenze quotidiane e a quante ora si passano al volante, senza contare poi la professione svolta. In tanti, tra riviste femminile e specializzate nel settore motori, hanno cercato di comprendere quali tipologie, marche e modelli di auto siano molto amate dalle donne. Una ricerca ha messo in mostra che la macchina più è piccola e compatta e più si presenta ideale per la donna. Fra le marche preferite abbiamo nell'ordine:  Mini, Nissan, Kia, Honda e Mitsubishi. La classifica stilata invece da Panoram.auto mette invece al primo posto, come auto ideale per la donna, la Fiat 500, al secondo la Lancia Y e a seguire Mice e la Nissan Juke. Il sito france Voituresaufeminin. fr, inserisce invece in classifica Mini, a seguire Fiat 500 e la Citroën DS3. Altri ancora la Mercedes Classe A 200. E voi, donne, quale modello preferite?

Il fenomeno, partito per raccogliere donazioni da investire nella ricerca alla SLA, dell'Ice Bucket Challenge sembra davvero non conoscere confini ed ora, oltre alle persone, vengono nominate anche le auto. Il canale YouTube della Fiat ha così pubblicato uno dei primi video diauto-secchiatache vede come protagonista una Fiat 500 C con tanto di nomination ad altre concorrenti dirette come Renault Twingo e MINI.

Come potete nel video che vi proponiamo di seguito, Fiat ha fatto "parlare" la sua 500 con una specie di codice morse accompagnata dai sottotitoli.

 

 

La vettura di sicuro non ha sofferto tantissimo in quanto finestrini e tetto erano rigorosamente chiusi. Al momento Fiat ha devoluto 10mila euro, ora non ci resta che aspettare la risposta delle concorrenti nominate mentre vi ricordiamo che nel frattempo i soldi raccolti ammontano a circa 960mila euro in Italia. 

Il 24esimo episodio della saga cinematografica di James Bond non vedrà come auto protagonista una fiammante Aston Martin, ma una piccola Fiat 500. La casa torinese non ha confermato la notizia, ma dall’Inghilterra trapelano molte indiscrezioni che riguardano il fatto che buona parte del film sarà girato a Cinecittà e nella Reggia di Caserta.

L’attore Daniel Craig, alla sua quarta interpretazione di 007 dopo quella in Casino Royale (2006), Quantum of Solace (2008) e Skyfall, sarà protagonista insieme alla Fiat 500 in una sequenza ambientata a Borgo Vittorio, nei pressi di Castel Sant’Angelo e al Vaticano. Si prospetta un adrenalinico inseguimento lungo Corso Vittorio Emanuele II e il Lungo Tevere. Le riprese romane sono previste dal 19 febbraio al 12 marzo 2015.

Il Gruppo Fiat avrebbe quindi soppiantato avuto la meglio sulla Ford (che in Quantum of Solace mostrava la nuova Ka e in Casinò Royal la Mondeo). Staremo a vedere.

Page 1 of 2

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand