Print this page

Mercedes-Benz rivela i dettagli di Truck Future 2025

Rate this item
(0 votes)
Thursday, September 25, 2014 0:00

Mercedes-Benz ha rilasciato dettagli freschi e immagini di un camion nuovo di zecca, che ci fa dare una piccola sbirciatina a quello che i camion saranno nel 2025. Una volta avviato il motore, i LED iniziano a illuminare la mascherina anteriore e i fari, mentre un modello di faro arancione per cambiare direzione consentirà di mettere in guardia gli automobilisti nel traffico sulle intenzioni del camion. Le luci diventano bianche quando il veicolo viene guidato manualmente e blu quando la modalità autonoma è abilitata. Se pensate che ciò non sia abbastanza futuristico, nell'abitacolo sarete accolti da un design pulito e quasi purista. Il layout combina materiali naturali per creare un ambiente rilassante. Quando si viaggia in modalità autonoma, il conducente può reclinare il sedile e ruotare di 45 gradi per adottare una posizione di lavoro più comoda durante l'utilizzo del tablet rimovibile.

Beh, se hai visto automobili autonome e sai che radar e sensori lavorano insieme, la Mercedes-Benz Future Truck 2025 non è diversa. C'è anche la tecnologia della telecamera che viene aggiunta a questa tecnologia. Vanta un sistema Highway Pilot simile alla funzione di pilota automatico di un aereo, mentre un sensore radar installato nella parte inferiore del frontale scansiona la strada più avanti in entrambe le gamme, quella più lunga e quella più breve. C'è anche una fotocamera stereo sopra il supporto del cruscotto dietro il parabrezza che è in grado di identificare uno o due corsie delle strade, oggetti fermi o in movimento, pedoni, così come altri oggetti all'interno dell'area monitorata. Per il momento, questa Truck Future 2025 è solo un prototipo ed è stato costruito e testato con velocità fino a 80 chilometri all'ora.

 

Read 800 times
Simona Vitale

Nata a Napoli nel 1982, amo la cultura, la legge e il giornalismo. Laureanda in Giurisprudenza, mi divido fra le mie grandi passioni sia nel lavoro che nella vita. 

Facebook: Simona Vitale