Peugeot ha deciso di festeggiare il 30esimo compleanno della sua sportiva 205 GTI con la Peugeot 208 GTi 30th anniversary special edition, che debutterà al Salone di Parigi (4-19 ottobre). La vettura sarà in vendita a partire dal prossimo mese di novembre nei colori bianco perla e rosso rubino. Per la presentazione il look scelto è stato quello bicolore della Peugeot 308 R Concept e del prototipo Exalt, sebbene sotto una verniciatura nera e rossa c’è il motore 1.6 turbo THP Euro 6 potenziato a 208 CV e 300 Nm ed accoppiato a un cambio manuale a 6 marce. Per lo scatto da 0 a 100 km/h il tempo dichiarato è di 6,5 secondi, mentre le emissioni sono di 125 g/km di CO2.

Nel dettaglio, specifichiamo che l’assetto è stato ribassato di 1 cm, la carreggiata anteriore allargata di 2,2 cm e quella posteriore di 1,6 cm. I parafanghi sono stati allargati e montati poi degli pneumatici Michelin Pilot Super Sport 205/40 da 18”su cerchi in lega con finitura opaca. L'aggressività del look è stata poi affidata ad elementi in nero opaco che vanno a sostituire alcune finiture della GTi ora a listino: cromature, griglia frontale, cornici dei fendinebbia, gusci degli specchietti, minigonne laterali. All'interno, le finiture che spaziano dal rosso al nero lasciano poi il posto ad elementi in nero laccato, così come nere sono le maniglie porta, con linee rosse che richiamano le cinture di sicurezza, ed anche i dettagli dei tappetini. 

Sebbene ormai a Parigi tutto ferve ed è lì che la quinta generazione della Opel Corsa verrà svelata, il reparto OPC (Opel Performance Center) è impegnato nei collaudi stradali della variante sportiva. La vettura è destinata a scontrarsi con dei giganti del calibro di Ford Fiesta ST, Renault Clio RS e Peugeot 208 GTI e potrebbe esordire a marzo al Salone di Ginevra.

Quel che sembra certo è che la carrozzeria sarà sicuramente più cattiva con dei paraurti specifici, sfogo appena sopra la calandra, predellini laterali, spoiler posteriore, cerchi in lega bicolore e doppio terminale di scarico. Per quanto riguarda il propulsore, la nuova Opel Corsa OPC del 2015 dovrebbe essere equipaggiata con il nuovo motore quattro cilindri 1.6 SIDI Turbo adattato per erogare una potenza di circa 200 CV, in linea con le avversarie dirette. Anche in questo caso dovrebbe essere disponibile la sola versione a tre porte con freni e sospensioni che saranno adattati in ragione delle aumentate prestazioni. Anche l'abitacolo adotterà sedili sportivi e finiture dedicate a questa versione che dovrebbe esordire nel marzo 2015.

La nuova MINI John Cooper Works si presenta più potente e cattiva rispetto alle altre versioni. Per la prima volta la vettura monta il quattro cilindri2.0 turbo benzina da 231 CV e 320 Nm, ovvero una versione evoluta del motore della MINI Cooper S che supera di 20 CV il motore 1.6 turbo montato sulla JCW della serie precedente. La potenza è di 231 CV  e rappresenta la stessa della rivale diretta, ovvero l'Audi S1 che però vanta anche la trazione integrale quattro. L'arrivo nelle concessionarie è previsto per l'estate dell'anno prossimo.

I tempi sono decisamente interessanti: occorrono 6,1 secondinecessari per accelerare da 0 a 100 km/h con ilcambio automatico6 marce e 6,3 secondiquando è montato il cambiomanuale 6 marce. I consumi si riducono del 23% rispetto alla precedente MINI JCW, in quanto scendono a5,7 l/100 kmnella versione automatica e a 6,7 l/100 km con il cambio manuale. L'assetto deriva da quello della MINI Cooper S, sebbene siano previsti dei settaggi specifici, con degli ammortizzatori regolabiliDynamic Damper Controlopzionali, dei cerchi da 17 o 18 pollici, un differenziale a bloccaggio elettronico e servosterzo elettromeccanico con compensazione della coppia. Diversi dalla Cooper S sono iparaurti specifici che prevedono anche delle generose prese d'aria e sfoghi aerodinamici, griglia inferiore di nuova foggia,fari full LEDcon indicatori di direzione bianchi, terminali di scarico dedicati e varie placchette JCW. 

In seguito al lancio del nuovo SUV, che è previsto per il 2016, Bentley potrebbe aggiungere alla sua gamma di preziosi modelli anche una berlinetta sportiva ad alte prestazioni e che si basa sulla piattaforma ed altri elementi dell'Audi R8, sebbene spinta, nel rispetto delle tradizioni dal Dopo il lancio del nuovo suv, previsto per il 2016, Bentley potrebbe aggiungere alla sua gamma una berlinetta ispirata ad Audi R8 ma spinta dal motore W12 6,0 litri da 625 Cv. Questo almeno secondo quanto dichiarato da Wolfgang Duerheimer, CEO della marca luxury del Gruppo Volkswagen, che ha aggiunto che, in alternativa alla due posti sportiva, potrebbe essere costruita una quinta linea di prodotto Bentley  da inserire tra la Continental e la Mulsanne.

 
Il CEO ha aggiunto: ''Entrambi questi nuovi modelli sono economicamente fattibili''. Secondo la rivista tedesca Auto Motor und Sport, questo quinto modello Bentley dovrebbe proprio essere la berlinetta derivata dalla R8. La presentazione di una concept capace di prefigurare questo nuovo modello potrebbe essere programmata per il Salone di Ginevra del prossimo anno, in conferma della 'serietà' con cui Bentley cerca di portare avanti il suo programma di espansione che prevede il raggiungimento delle 15.000 unità per il 2018. Per quanto riguarda i motori, accanto al W12, avremo il V8 4.0 twin turbo da 507 Cv già usato in altri modelli Bentley.

Impegnata sul mercato cinese, la Volkswagen ha scelto il Salone di Pechino per presentare un prototipo che anticipa una futura coupé a quattro porte che, per dimensioni e carattere, potrebbe diventare una forte rivale della Mercedes CLA, che sta riscuotendo tanto successo. Parliamo della Volkswagen New Midsize Coupé, o NMC: ovvero una coupé di taglia media più lunga di una Golf, ma che si presenza comunque più compatta della Jetta e della Passat.

 
 
A guardarla, la vettura appare effettivamente come un incrocio tra una berlina con la coda e una sportiva, della quale riprende il taglio del tetto. Si presenta come un prototipo decisamente elegante e di aspetto dinamico, per via del muso lungo e della coda corta, che viene raccordata da un ampio montante del tetto posteriore.
 
L'abitacolo della Volkswagen NMC appare simile a quello della Golf, ma comunque più lussuoso spazioso sia nella parte anteriore che in quella riservata ai passeggeri sul divano. I sedili sono più eleganti che sportivi, con le cuciture che creano degli incroci a rombo. ll prototipo è spinto da un motore a benzina 2.0 TSI da 220 CV, capace di generare una velocità massima di 244 km/h e un'accelerazione da 0 a 100 km/h coperta in 6,5 secondi. 
 
Interessanti i dati dei consumi, la Volkswagen dichiara una percorrenza di 15,6 km/l grazie all'ottima aerodinamica (Cx 0,29) e al cambio DSG a 7 rapporti. Ne sapremo di più con la versione definitiva.
 
Page 2 of 3

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand