Non ci si collega alla rete soltanto da telefoni, tablet e pc di ultima generazione. Ci si collega alla rete anche in automobile. Una recente indagine condotta da Accenture su 14.195 automobilisti di 12 paesi del mondo ha messo in evidenza quella che è l'importanza di essere connessi anche quando si è al volante della propria auto.

 
Per quanto riguarda quelli che sono i guidatori nostrani ne è emerso che l'81% degli automobilisti si connette alla rete per sapere gli aggiornamenti del traffico in modo da essere sempre al corrente di code o incidenti. L'’89% considera una priorità poter disporre delle funzioni di arresto automatico della macchina con relativa chiamata di emergenza qualora ciò si rendesse necessario. 
 
Il 74% degli intervistati, invece, è favorevole ad un sistema black box per quelle che potrebbero essere delle eventuali contestazioni assicurative, mentre il parcheggio automatico è desiderato dal 67% degli intervistati. La scelta tra le tecnologie più importantidi cui gli automobilisti italiani vorrebbero disporre e usufruire sta sicuramente nei sistemi per migliorare la visione notturna, desiderata dal 69% degli intervistati. Seguono sistemi di allarme anti collisione con radar e sensori, per il 66%, e sistemi per avvertire il guidatore in caso di calo dell’attenzione alla guida per il 45%.
 

Il 62% dei passeggeri intervistati, invece, vorrebbe, prevedibilmente, musica in streaming gratis. Seguono, con il 52% delle preferenze, anche dei sistemi di ausilio al traffico per evitare di rimanere intrappolati troppo tempo in automobile, nonché navigare tramite un sistema di infotainment di bordo.

 

Volvo, insieme all’Ente dei Trasporti Svedese (Trafikverket) e a quello per la Gestione della Rete Stradale Pubblica norvegese (Statens Vegvesen) ha messo a punto un progetto di sicurezza stradale grazie alla tecnologia «cloud». L'idea di fondo consiste nella realizzazione di un sistema che permette di far sì che le informazioni sulle condizioni del fondo stradale che provengono dalle singole vetture possano essere condivise attraverso il web e quindi siano disponibili per tutti coloro che guidano nella penisola scandinava. Parliamo del Cooperative ITS (Sistema di Trasporto Intelligente Cooperativo) che utilizza i dati rilevati in tempo reale sui tratti stradali con fondo scivoloso allo scopo di avvertire sia i veicoli che sono in transito nelle immediate vicinanze che per aumentare l'efficienza della manuntenzione stradale, soprattutto nel corso della stagione invernale. 
 
Quando un’auto, che è stat utilizzata per il test, segnala la presenza di un tratto di strada ghiacciato o con fondo scivoloso, l’informazione viene trasmessa ad un database centrale grazie ad Internet. Un computer centrale elabora poi il dato che viene trasmesso e condiviso in tempo reale con gli altri automobilisti al fine di evitare una situazione di criticità. Il guidatore viene avvisato per mezzo di un segnale sul quadro della strumentazione: la grafica, infatti, riflette quella che è la pericolosità della situazione, tenendo conto anche di quella che è la velocità del veicolo e le condizioni stradali del momento. 
 
Erik Israelsson, Responsabile Volvo del Sistema di Trasporto Intelligente Cooperativo, ha dichiarato:
 
"Attualmente sono 50 le auto circolanti che partecipano al progetto e il prossimo inverno questo numero crescerà. Il nostro obiettivo è quello di mettere questa tecnologia a disposizione dei nostri clienti nel giro di pochi anni. Questo progetto pilota è uno dei primi esempi pratici di come la comunicazione fra veicoli attraverso la rete mobile consenta a questi di «dialogare» fra loro e con il contesto di traffico circostante. Ciò può contribuire a rendere più sicure le strade".
 
Continua poi Israelsson:
 
"Nel momento in cui l’ente che gestisce la rete stradale ha accesso a informazioni provenienti da un numero elevato di veicoli, i dati possono essere utilizzati per rendere più efficiente la manutenzione stradale durante il periodo invernale. Il potenziale in quest’area è notevole e include la possibilità di rendere il traffico più sicuro, la guida più agevole e il flusso automobilistico più scorrevole".

script payclick

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand