ClasseMotori

ClasseMotori

Da mercoledi 24 luglio a lunedì 29 luglio 2013 le auto storiche sfileranno per le vie di Ischia.

Il Raduno di auto d'epoca "Il Triangolo d'oro", organizzato da Classic Car club Napoli e gemellato con il raduno di Ferrari "Ischia in rosso" vedrà sfilare, tra le tante, un'Itala tipo 56 del 1923, una Desoto torpedo del 1928, una Bugatti T57 del 1934 e una Bentley 4.25 del 1936.

Quarantacinque autovetture storiche – dagli anni Venti agli anni Novanta – e venticinque Ferrari – dagli anni Ottanta ai giorni nostri – per un ‘doppio’ raduno/evento dedicato agli appassionati di motori del passato: l’Isola di Ischia [NA] farà da sfondo ad una sei-giorni di sfilate, mostre e gare a cronometro con alcune delle più belle automobili di tutti i tempi.

Tra i "gioielli a quattro ruote" che prenderanno parte al doppio appuntamento con i più affascinanti 'bolidi' del passato figurerà anche una Alfa Romeo 6C 1.750 Sport Viberti del 1929. L’auto venne immatricolata per la prima volta a Milano il 6 giugno 1929 ed il primo proprietario fu il Direttore dell’Alfa Romeo Girolamo Battista Merlini. Nel 1934 appartenne al pilota della Scuderia Ferrari Francesco Severi. È targata AP 3655 e circola ancora oggi con la targa ottenuta nel 1935. È stata sottoposta ad un meticoloso restauro durato 5 anni. Oggi monta una carrozzeria cabriolet attribuita alla carrozzeria Viberti su probabile disegno di Mario Revelli di Beaumont. L’autovettura ha preso parte ed è risultata vincitrice in numerosi Concorsi di Eleganza nella Categoria ante-1935. Dal 2009 al 2012 ha, inoltre, preso parte alla prestigiosa gara delle ‘MilleMiglia’.

 

raduno-auto-epoca-ischia-triangolo-d-oro



Accanto alle vetture che parteciperanno al Triangolo D’oro – edizione 2013, sfileranno 25 esemplari della ‘rossa di Maranello’: tra le Ferrari protagoniste di “Ischia in Rosso – edizione 2013” trovano posto una Ferrari F40 del 1990, una Ferrari California 48 Italia, una Ferrari 430 Spider e una Ferrari ‘Berlinetta’ 456M.

Lo spirito che caratterizzerà questa manifestazione/competizione, secondo i dettami dell'ASI – Automotoclub Storico Italiano, è quello di favorire i rapporti tra appassionati e di porre in risalto le bellezze, la cultura e le tradizioni italiane. 

La prima mostra delle vetture si terrà mercoledì 24 luglio 2013 (dalle 18.30 alle 24.00): gli appassionati potranno ammirare le autovetture nel Piazzale del Soccorso "Forio" di Forio d’Ischia.
Sabato 27 luglio 2013 (dalle ore 17.30) si terrà un’altra mostra dei veicoli storici in Piazza Santa Restituta.
Per l’edizione-2013 de IL TRIANGOLO D’ORO, l’ASI (Automotoclub Storico Italiano) coinvolgerà i partecipanti in una prova di abilità a cronometro che si terrà DOMENICA 28 LUGLIO 2013 dalle ore 9.30 e le cui premiazioni si terranno domenica sera presso l'Hotel Regina Isabella di Lacco Ameno / Ischia.

 

Read more

In un periodo di terribile crisi per il mercato automobilistico in cui le vendite non solo sono calate, ma si sono praticamente quasi azzerate, Fiat presenta la sua nuova Punto Street, versione base dell'auto che così tanto successo ha riscosso in italia e in Europa negli ultimi venti anni. Per invogliare all'acquisto la Casa torinese ha poi studiato una fantastica promozione che, grazie al contributo dei concessionari, consente di venire in possesso della vettura con un risparmio eccezionale. Secondo la versione scelta, si può avere anche un risparmio che può toccare il 26%, certo bisogna sbrigarsi perché c'è tempo solo fino al 31 luglio per poter acquistare la Punto Street al prezzo di 8.950 euro invece dei 12.100 euro di listino e, se si ha in previsione la sostituzione della vecchia auto, non c'è proprio un minuto da perdere.
La nuova Street entra nel segmento B del mercato in sostituzione del modello Easy, datato 2005 e si presenta anche lei nella versione a tre porte, ma con un numero di accessori maggiore e una linea che segue fedelmente i canoni della Punto. Il motore è un 1.2 che sviluppa 69 cavalli, ma l'allestimento prevede di serie il climatizzatore manuale, la radio Cd con MP3 e i comandi al volante, l'ESP e l'Hill Holder che, gestito dall'ESP, consente un'assistenza durante le partenze in salita.

 

Nuova-Fiat-Punto-Street


La promozione di Fiat si estende ancheal la più accessoriata versione Lounge che, con il suo allestimento molto più ricco è in vendita per 1.600 euro in più, ma se si scelgono le cinque porte il prezzo non cambia.
Insomma siamo davanti a vetture entry level decisamente appetibili per il prezzo e per la dotazione.

Oltre alla citata motorizzazione 1.2 a benzina, la Fiat Punto Street è disponibile anche con cilindrata 1.4 e 77 cavalli Start & Stop, l'alimentazione è sempre a benzina, ma il cambio può essere manuale o dualogic. C'è poi la versione 0.9 TwinAir turbo con 85 cavalli e tre turbodiesel MultiJet: da 75 cavalli, 85 e II, tutti con motore 1.3. Questi modelli non entrano nella fantastica promozione della Casa torinese, ma lo sforzo di venire incontro alla esigenze di un mercato sempre più asfittico va senza dubbio apprezzato.

 

Read more

La casa automobilistica Alfa Romeo era presente al Goodwood Festival of Speed 2013 (11-14 luglio) con uno stand celebrativo in onore dei 50 anni di Autodelta (il reparto corse ufficiale) e il novantesimo anniversario del mitico Quadrifoglio Verde, inconfondibile simbolo dedicato alle versioni sportive del marchio italiano.
Durante la kermesse, nell'area espositiva di Alfa Romeo, è stato possibile ammirare sei vetture tra le più significative per la storia del brand oltre alla attesissima 4C. Tra queste c'erano la Gran Premio Tipo 159 "Alfetta" (1951), la 2000 Sportiva (1954), la 8C 2900B Speciale tipo "Le Mans" (1938), il prototipo della 33 Stradale (1967), la 1750 GT Am (1970) e la 33 TT 12 (1975). Il pubblico presente ha potuto assistere, infatti, alle performance delle supercar di ieri e di oggi impegnate nello strutturato percorso "Goodwood Hillclimb".
Il percorso ha impegnato per circa due chilometri i migliori piloti del mondo, partendo da una strada pianeggiante per passare su un percorso irto e stretto con un dislivello di quasi centro metri che vedeva il traguardo in prossimità dell'ippodromo di Goodwood.
Al prestigioso evento che si è tenuto nella meravigliosa cornice della contea inglese di West Sussex, l'Alfa 4C ha brillato in tutta la sua bellezza come una vera protagonista, mostrando non solo le sue doti, ma anche il suo rapporto qualità prezzo.
La nuova coupè ha dato prova del suo carattere tra curve, cordoli e sgommate grazie al grintoso propulsore a benzina da 240 Cv di potenza. La sportiva è in grado di passare da 0 a 100 Km/h in soli 4,5 secondi nonostante gli 895 kg di peso totale.

 

alfa-romeo-4c-interni


L'ultimo modello di Alfa Romeo vanta una linea aerodinamica fatta con materiali innovativi come alluminio, carbonio, cristalli sottili e composito a bassa densità e interni lussuosi e curati in ogni minimo dettaglio, come il futuristico quadro dei comandi.
Questo modello sportivo dalla linea accattivante propone contenuti esclusivi, una meccanica sofisticata e una dotazione di serie senza paragoni. La prima edizione (denominata Launch Edition) della 4C sarà lanciata a breve sul mercato in tiratura limitata ad un prezzo di listino a partire da 60 mila euro, che la rendono un sogno molto più accessibile rispetto ad altri modelli del segmento delle case concorrenti. E' auspicabile che il lancio ufficiale avvenga nel prossimo mese di settembre.
I tecnici e gli ingegneri degli stabilimenti di Torino sono già al lavoro per la creazione della versione da 300 Cv.

 

Read more

Nuova Citroen C3. Ringiovanita e low-cost

Lunedì, Luglio 22, 2013 15:27

La Citroen C3, disegnata dal designer italiano Donato Coco e che ha debuttato nel 2002, è stata recentemente rivisitata. Dopo il successo al Salone di Ginevra 2013 infatti, la vettura approda nelle concessionarie italiane. Stilisticamente le modifiche, a cura dei designers Double Chevron, riguardano il frontale: saltano all'occhio infatti la mascherina e i nuovissimi Citroen led. Rispetto alla versione precedente, quest'auto si distingue per la comodità e la luminosità, grazie anche al nuovo parabrezza Zenith.
In Italia sono sei le possibilità di Citroen C3 i loro prezzi. Sul fronte benzina abbiamo l' 1.0 VTi 68 e l'1.2 VTi 82 mentre nel diesel c'è l' 1.4 HDi 70 FAP, l' 1.4 e-HDi 70 FAP Airdream, l'1.6 e-HDI 90 FAP Airdream e l' 1.6 e-HDi 115 FAP Airdream. Il prossimo autunno la gamma si amplierà con l'arrivo del GPL. I costi della vettura, escluse le promozioni varie, sono compresi tra i 12.400 Euro del 1.0 VTi 68 Attraction ai 19.400 del 1.6 e-HDi 115 FAP Airdream Exclusive.

La rinnovata Citroen C3 si presenta con un design più arrotondato - che ringiovanisce l'aspetto della vettura -, con nuovi led posizionati sotto i soliti gruppi ottici e con gli chevron integrati nella griglia frontale.
Sul lato le fiancate si presentano lineari e lisce con passaruota bombati, una riga di cintura piuttosto alta e una scalfatura sopra le minigonne abbastanza marcata. Sul posteriore invece si notano il lunotto dalle discrete dimensioni e i nuovi fari che spiccano nel design semplice.
Ed ecco qualche numero dell'auto francese: 1.73 m di larghezza, 3.94 m di lunghezza, 1.52 d'altezza, con un passo di 2.45 m.

Soffermandoci sugli interni, la prima caratteristica che salta all'occhio aprendo la portiera è la luminosità dell'abitacolo, grazie alla presenza del parabrezza Zenith che amplia di 80 gradi la visuale verticale di chi sta seduto davanti. Le plastiche usate per il cruscotto e in generale per le parti interne sono solide e di qualità. I sedili sono confortevoli sia per ciò che riguarda lo schienale che la seduta; sono dotati di diverse regolazioni e dal punto di vista delle misure, non occupano troppo spazio. I passeggeri che si accomoderanno sui sedili posteriori troveranno la stessa comodità e un grande spazio. Il bagagliaio della Citroen C3 ha una capienza di 300 litri ed è estendibile tirando giù i sedili posteriori.
Il volante è di impostazione sportiva, costituito da materiale gradevole al tatto ed è regolabile in profondità e in altezza. I comandi per gestire le varie funzionalità dell'auto sono situate su apposite leve, dietro di esso e non sopra. La strumentazione analogica-digitale è posizionata di fronte al guidatore ed è caratterizzata da tre elementi circolari che indicano con chiarezza il numero giri del motore, la velocità e il livello di carburante.

 

test-drive-nuova-citroen-c3-2013

 

La consolle centrale è costituita nella parte superiore dal display a colori multimediale e dalle bocchette d'areazione. Sotto si trovano i comandi per la regolazione dell’impianto di climatizzazione mentre nella parte inferiore è posizionato l'impianto stereo, dotato di una buona qualità del suono. E' semplice da usare anche il sistema di navigazione: mappe aggiornate, veloce nel ricalcolo del percorso in caso di errore e con una bella grafica.
La Citroen C3 è in vendita in tre differenti allestimenti: c'è l'equipaggiamento Attraction, quello Seductione e al top della gamma esiste la versione Exclusive.

La Citroen C3 dal punto di vista della potenza del motore ha un'indole piuttosto tranquilla ma lo sterzo è un comando preciso, l'impianto frenante non è immediato nei primi passi di corsa ma il mordente migliora subito dopo. Valide anche le sospensioni che attutiscono in maniera ottimale dislivelli, buche e irregolarità di diverso tipo della strada.
L'impostazione dell'auto è prevalentemente turistica, volta a soddisfare un pubblico cittadino che non è interessato alla prestazione di velocità ma vuole soprattutto praticità, compattezza e anche un tocco di stile. Per ciò che riguarda i consumi la Citroen, per il 1.2 VTi 82 conferma 5,6 l/100 km in contesto urbano, 4,1 l/ 100 km nel ciclo extaurbano e 4,7 l/ 100 km in quello misto.

 

Read more

Dalla data di lancio sul mercato, avvenuta nel 2009, la Cruze è senza ombra di dubbio il modello più venduto del marchio Chevrolet, alla fine del 2012 il bilancio di vendita arrivava quasi a segnare i 2 milioni di unità. 

Per la versione SW i motori proposti sono diesel (1.7 litri) da 131 CV e turbo benzina (1.4 litri) da 140 CV. Una motorizzazione degna di nota per un consumo decisamente basso.
Gli allestimenti proposti sono LT ed LTZ.
Nella Cruze SW LT, posta in vendita da 18.420 €, le soluzioni di motori proposte sono 1.6 a benzina con 124cv e 1.7 diesel con 130cv.
Nell’allestimento base troviamo il controllo elettronico di stabilità e trazione, il climatizzatore, 6 airbag, il Cruise Control, i sensori parcheggio, i fendinebbia anteriori, i retrovisori regolabili dall’interno, i cerchi in lega, la radio MP3 e Cd con comandi al volante e 6 altoparlanti.
Nella Cruze SW LT, messa in vendita da 20.400 €, i motori sono 1.4 turbo benzina con 140cv, 1.7 diesel con 130cv e 2.0 diesel con 163cv e cambio automatico.
L’allestimento base per questa versione comprende tutti gli elementi presenti nella LT ed in più:
- Chevrolet MyLink, un display a colori con tecnologia touch screen da 7 pollici che se connesso ad un qualsiasi smartphone consente la riproduzione di musica o di contenuti multimediali ;
- una telecamera posteriore collegata al display touch screen per parcheggiare con più facilità;
- i tergicristalli con sensore automatico di pioggia;
- climatizzatore con avvio automatico, soluzione decisamente comoda e all’avanguardia.

 

Test-drive-chevrolet-cruze-sw

 

Prova su strada

La posizione di guida è adattabile facilmente a tutte le taglie, il volante ed il sedile si possono regolare su diverse misure. Il servosterzo elettrico è maneggevole e consente manovre precise anche durante tragitti veloci.
Visibilità buona in fase di manovra o di marcia. L’ausilio dei sensori di parcheggio e della telecamera posteriore facilitano non di poco la manovra di retromarcia.
Per quanto riguarda il cambio, troviamo un 6 marce ottimamente manovrabile.
La funzionalità delle frizione rimane negli standard medi, con una leggera vibrazione in partenza o in modalità di coda. Buona la media dell’accelerazione, nel motore turbo diesel con 131 CV siamo ad esempio sui 0-100 m percorsi 10,4 secondi. La frenata su velocità medie rimane lunga, con velocità più elevate ed una frenata più forte si ottengono risultati comunque sempre oltre la media.

 

Read more

Questo è stato l'anno del restyling per la gamma Volvo.
E tra i modelli ad essere stati rivisti, spicca la V60 con una delle novità più importanti: la motorizzazione ibrida-diesel plug-in che nel 2012 è già stata adottata da altri paesi, più sensibili dal punto di vista ecologico. Caratteristica questa che migliora le prestazioni - 283 CV di potenza combinata, 0 - 100 in 6,1 sec. - e nello stesso tempo si mette dalla parte dell'ambiente. Secondo la casa di produzione infatti la Volvo V60 Plug-in Hybrid si accontenta di 1,8 l/100 km di gasolio e blocca le sue emissioni di CO2 a 48 g/km.
La Volvo V60 Plug-in Hybrid è anche in modello più prezioso che ovviamente, secondo il listino, ha anche costi più alti. Stilisticamente non si direbbe visto che in realtà le diversità non sono molte: la scritta "Plug-in Hybrid" sul listello cromato posteriore, un badge identificativo e un abbinamento sofisticato tra dettagli in nero e livrea bianco ghiaccio.
Interni in pelle nera impunturati a contrasto, sedili sportivi dotati di supporti a lato estremamente avvolgenti e inserti preziosi in legno. Ma ciò che salta all'occhio è in particolare l'Adaptive Digital Display che personalizza le informazioni date dalla strumentazione: caratteristica è la nuova grafica azzurra.

 

volvo-v60-plug-in-hybrid-interni

 

Tornando al prezzo, la cifra precisa è 59.900 euro: molto di più delle antagoniste tedesche riccamente equipaggiate.
Ciò che va ad incidere molto sul prezzo è fondamentalmente la tecnologia di cui l'auto è dotata e per la quale la casa ha coniato la sigla D6. Per via del sistema ibrido la Volvo V60 diventa una e trina e si guida solo in modalità elettrica o in quella ibrida.
La batteria funziona con prese da 6A (230 V), 10A e 16A, si può ricaricare a casa o ad una colonna in prossimità di un parcheggio e il tempo richiesto per la ricarica va dalle 3 ore e mezza alle 7 e mezza. Per preservare al massimo l'autonomia della batteria alla guida, c'è una funzione particolare che si chiama Save e si può attivare tramite un tasto dal cruscotto, nella parte centrale.

La V60 ha a disposizione l'intero arsenale di chip di sicurezza prodotti dalla gamma. In particolare è da citare il Pedestrian Detection che si trasforma anche in Cyclist Detection: se un ciclista entra all'improvviso sulla stessa traiettoria della vettura, l'auto emette un segnale d'avviso e il sistema di frenata entra automaticamente in azione. Ci sono poi il City Safety - o frenata automatica - che funziona fino a 50 km/h di velocità; il BLIS ed il Cross Traffic Alert, che segnalano rispettivamente la presenza negli angoli ciechi di auto o oggetti d'ingombro o l'eventuale passaggio di pedoni, veicoli o altro durante la manovra di retromarcia o di parcheggio. Infine, per chi non vuole staccarsi dal web c'è il Sensus Connected Touch con display a 7 pollici che garantisce la connessione con il cellulare e condivide una rete wifi con chi è trasportato.

 

Read more

La casa automobilistica del Tridente ha finalmente diffuso le prime immagini ufficiali dell'attesissima Maserati Ghibli.
Questa berlina inedita, che si va a collocare nella fascia alta del segmento E, sarà la sorella minore della più grande Quattroporte e sarà la prima di casa Maserati a montare un propulsore alimentato a diesel.
Le motorizzazioni biturbo benzina con sei cilindri a V da 330 Cv e 410 Cv, saranno infatti affiancate dal nuovo motore V6 da 3.0 litri diesel da 250 Cv e da 275 Cv (con prezzi a partire da 65 mila euro).
Su tutte le versioni, anche sulla potente S con trazione integrale Q4, viene montato un cambio automatico a otto rapporti.
Per la Ghibli, Maserati ha previsto il sistema multimediale Touch Control con un display interattivo con diagonale da ben 8,4 pollici. Inoltre, il modello consente un'ampia personalizzazione e una completa lista di optional tra i quali scegliere.
Nei quasi cento anni di storia e tradizione dell'azienda modenese, nessuna Maserati aveva previsto prima un motore diesel, rendendo famoso ed inconfondibile nel mondo il suo rombo, particolarmente apprezzato dagli appassionati di automobili.
Per preservare i toni distintivi del motore, i tecnici e gli ingegneri Maserati hanno messo a punto un sistema installato in prossimità del tubo di scappamento.
Il potente motore V6 turbodiesel 3.0 prodotto a Cento in provincia di Ferrara presso gli stabilimenti VM, è quello già testato sulla Lancia Thema e sulla Jeep Grand Cherokee e rivisitato per la Ghibli per aggiudicarsi il titolo di più potente 3.0 litri monoturbo diesel al mondo.
La versione da 275 Cv di potenza permette di passare da 0 a 100 km/h in soli 6,3 secondi, con una velocità massima consentita di 250 km/h (limitata elettronicamente).
Il consumo medio dichiarato dalla casa automobilistica è di 5,9 litri ogni 100 km percorsi, con emissioni inquinanti di CO2 contenute in 158 g/km.
Maserati, inoltre, ha previsto anche la motorizzazione da 250 Cv con meno di 185 kW che non implicano il pagamento del superbollo.

 

data-di-uscita-maserati-ghibli-turbo-diesel


Il sofisticato motore turbodiesel è alimentato da un impianto ad iniezione diretta e multipla di carburante, mentre il compressore turbo è a geometria variabile. Il tutto creato ad arte per enfatizzare il rombo della Maserati Ghibli diesel. Anche se il modello sarà dotato del sistema Start Stop che permette una riduzione fino al 6% dei consumi, molti clienti preferiranno disattivarlo per ascoltare sempre la sinfonia del motore, nonostante l'abitacolo insonorizzato con doppi vetri acustici e laminati.
Il modello diesel è il più economico, mentre alcune versioni della gamma avranno un prezzo superiore agli 80 mila euro di listino.
L'inedita berlina è attesa nelle concessionarie italiane per il mese di agosto e già promette filo da torcere alle avversarie Audi A6, Bmw Serie 5 e alla Classe E di Mercedes.
In definitiva, la nuova Maserati Ghibli (benzina e diesel) farà la differenza tra le concorrenti del segmento E in quanto sarà in grado di dare qualcosa di più competitivo ai propri clienti.
Da poche settimane è possibile pre-ordinare la Ghibli e, nel giro di pochi giorni, le richieste hanno superato abbondantemente le 2 mila unità.

 

Read more

Nissan 370Z Nismo. La potenza del Sol Levante

Venerdì, Luglio 19, 2013 14:00
in Coupè

Alla ventesima edizione del Goodwood Festival of Speed (terminato il 14 luglio 2013) Nissan era presente con un'ampia gamma di novità e vetture e con uno stand interattivo dove il pubblico presente poteva testare personalmente il carattere sportivo del brand grazie al 'Nismo Experience'.
E proprio nell'area dedicata all'elaborazione Nismo che la casa automobilistica nipponica ha simulato, grazie all'innovativo sistema 'Balak', una gara in cui i concorrenti oltre a poter vivere le emozioni della pista si potevano aggiudicare i biglietti per l'ingresso al Nismo Festival 2013, previsto a breve in Giappone.
Presso l'esposizione della Nissan Motor e Co. era possibile ammirare la Juke Nismo, la nuova Leaf e la 370Z Nismo già presentata come concept all'ultimo Salone di Ginevra.
La Nissan 370Z Nismo è una roadster coupè prodotta proprio in Giappone dal 2009 e presentata l'anno prima al Salone dell'auto di Los Angeles.
Questa nuova generazione dell potente sportiva ha 16 Cv in più rispetto al primo modello, per un totale di 344 Cv di potenza. Tutti i miglioramenti apportati alla Nissan 370Z Nismo si basano sulla sua anima sportiva e ne aumentano sensibilmente le prestazioni su strada.
I numeri per la versione dedicata all'Europa parlano chiaro: propulsore 3.7 litri con 6 cilindri a V abbinato ad un cambio meccanico a sei rapporti che permette lo scatto da 0 a 100 km/h in soli 5,2 secondi, il tutto con un telaio specifico nascosto sotto una livrea rivisitata per raccogliere il maggior numero di consensi da parte dei clienti europei. L'assetto è più rigido ed esteticamente saltano subito all'occhio dettagli aggressivi come la pinza color rosso dei freni (che ne aumenta la performance di tutto il sistema), il tubo di scarico più generoso, le gomme imponenti con i cerchioni in lega da 19 pollici.
L'effetto finale è quello di un'auto praticamente creata per le corse.

 

caratteristiche-prezzo-NISSAN-370z-Nismo


Negli interni, molto curati, emerge lo spirito 'racing' soprattutto per via dei sedili avvolgenti con impresso il marchio Nismo e rivestiti da pelle ed alcantara con vistose cuciture rosse.
Il debutto della nuova Nissan 370Z Nismo è previsto per l'estate. Il prezzo, per ora ancora ignoto, con molta probabilità verrà ufficializzato poco prima del lancio commerciale e dovrebbe aggirarsi tra i 42.000 e i 45.000 euro.

 

Read more

Kia Pro_Cee'd GT. Auto sportiva e giovane

Venerdì, Luglio 19, 2013 12:48

La Kia Pro_Cee'd GT, è fondamentalmente la prima vera sportiva immessa sul mercato dalla casa automobilistica coreana. Uno sforzo ulteriore dopo che Kia ha rinnovato nel corso degli ultimi 24 mesi quasi l’80% della propria gamma di vetture, che si propone di interessare al marchio Kia anche i più giovani e quei guidatori che ricercano una maggiore sportività, cosa che la casa coreana non poteva finora offrire. La versione che sarà proposta sul mercato italiano, e che è prodotta in Europa, nello stabilimento slovacco di Zilina, è la 1st edition, con il colore GT White, che si distingue per un triplice strato perlato, e per il tetto panoramico in cristallo che conferiscono un look moderno e sportivo, insieme all’assetto ribassato ed agli scarichi.

Le sue dimensioni sono 4.310 mm di lunghezza, 1.780 di larghezza e 1.430 di larghezza, con un passo che misura 2.650 mm. Per quanto riguarda gli interni rispetto alla berlina 3 porte si notano la presenza dei sedili Recaro, il rivestimento dal colore brunito dei montanti e del tetto ed il colante sportivo esaltato dalle cuciture rosse, che si ritrovano anche nel rivestimento dei sedili. Comoda per cinque persone, propone un bagagliaio da 380 litri espandibile. Altra caratteristica della 1st edition sono i cerchi in lega da 18 pollici, mentre per quanto riguarda la tecnologia a bordo abbiamo i sensori di distanza con la telecamera, il cruise control, il bluetooth, ed il climatizzatore.

Di ottimo livello i fari di profondità allo xeno e le luci diurne con tecnologia a led. Il motore della Kia Pro_Cee'd GT è il nuovo turbo 1,6 che sprigiona 204 cavalli, e 265Nm di coppia, che sono trasmessi alle ruote mediante il cambio manuale con 6 marce. Le prestazioni indicate dalla casa coreana indicano a 230 km/h la velocità massima ed in 7,7 secondi il tempo necessario per accelerare da 0 a 100 km/h. Nell’assetto sono state variate le molle degli ammortizzatori, ora più rigide e le barre di torsione, oltre ai freni con le pinze abbinate ai dischi freno autoventilati. La Kia Pro_Cee'd GT monta pneumatici Michelin 225/40r18.

 

Caratteristiche-prezzo-e-data-di-uscita-Kia Pro_Cee'd GT

 

 

I 204 CV del motore turbo sono piuttosto facili da utilizzare, ed assicurano una guida piacevole, permettendo di accelerare senza sussulti già attorno ai 2.000 giri, e la sesta marcia quando si viaggia in autostrada sembra un cambio automatico. Per la casa coreana si tratta di un buon passo in avanti in termini di motoristica, ed anche il cambio risulta molto preciso.

L’impianto frenante è di ottimo livello con una buona modulazione quando si guida a bassa velocità, e nello stesso tempo dotato di buona potenza quando il ritmo aumenta. Un comportamento in strada davvero buono, quello della Pro_Cee'd GT dato dal mix tra il telaio molto sincero, le sospensioni e l’impianto frenante. La nuova Kia sotto questo aspetto sa essere sportiva, ma nello stesso tempo molto attenta alla sicurezza ed al comfort. Interessanti i valori relativi al consumo medio, infatti con una guida tranquilla si possono raggiungere i 12 km al litro, un dato molto buono se rapportato alle caratteristiche del suo motore turbo ed alle dimensioni esterne dell’auto.

Il lancio in Italia della Pro_Cee'd GT avverrà nel mese di settembre con un prezzo non ancora comunicato, ma che secondo indiscrezioni non dovrebbe discostarsi molto dai 28.000 Euro, una quotazione in riga con la vettura ed i suoi contenuti tecnici. L’unico problema, che si spera verrà risolto a partire dal prossimo anno, è che la disponibilità di Pro_Cee'd GT nei restanti mesi del 2013 sarà in tutto di 70 esemplari. In definitiva se dovessimo indicare le migliori caratteristiche della Pro_Cee'd GT, ci orienteremmo sul motore brillante, accoppiato ad un assetto piacevole ed alla carrozzeria dalla linea molto interessante, oltre che alla ottima funzionalità della tecnologia disponibile a bordo vettura, mentre i difetti sono veramente pochi, tra tutti lo sterzo non sportivo ed i troppi pulsanti presenti sul volante.

 

Read more

Aston Martin DBS. Supersportiva per eccellenza

Giovedì, Luglio 18, 2013 16:04
in Coupè
Introdotta per la prima volta sul mercato nel lontano 1967, la Aston Martin DBS ha saputo rinnovarsi ad ogni generazione divenendo uno dei modelli di punta della nota casa automobilistica inglese. L'attuale concept della Aston Martin DBS è stato presentato nel 2008 e tuttora rappresenta uno dei fiori all'occhiello del costruttore britannico.

Non è un caso se la Aston Martin DBS è riuscita a resistere così a lungo in un mercato altamente competitivo come quello delle vetture sportive extralusso. Per caratteristiche di design e specifiche tecniche la DBS si trova a rivaleggiare con mostri sacri quali l'Audi R8 V10 e la Bentley Continental GT. 

Sulla scia del pluriennale successo riscosso sul mercato, nel 2012 la Aston Martin ha deciso di ridefinire nuovamente la DBS portando sul mercato un modello rinnovato sia sotto il profilo meccanico che sotto il profilo aerodinamico e di design. 

La griglia anteriore è stata ridisegnata marcandone nettamente i tratti mentre i parafanghi hanno visto accrescere il proprio profilo risultando particolarmente pronunciati. Modifiche che hanno permesso alla vettura di assumere un aspetto più "aggressivo" rispetto al modello precedente.

La carrozzeria della Aston Martin DBS è realizzata interamente con una combinazione di fibra di carbonio, alluminio e lega di magnesio mentre le barre anti-intrusione sono in alluminio estruso. Numerosa la presenza di LED nell'intera struttura del veicolo. In particolare particolarmente azzecca sembra la loro disposizione all'interno del parafanghi accanto agli scarichi della vettura.

I designer della casa britannica hanno apportato notevoli cambiamenti anche sul versante degli interni. La console centrale è stata completamente ripensata per facilitare l'accesso alle diverse funzionalità. E' stato ridotto il numero complessivo dei pulsanti presenti e reso l'accesso ai comandi più semplice ed intuitivo. 
 
impianto-audio-bang-olufsen-per-aston-martin-dbs

Così come i modelli precedenti la DBS è stata progettata per essere una vettura a due posti. Dato il segmento di mercato nel quale si colloca e le specifiche tecniche, non poteva essere altrimenti. Altresì gli ingegneri della Aston Martin hanno voluto offrire la possibilità ai fortunati possessori di questo modello di poter modificare la configurazione interna dei sedili permettendo l'inserimento di ulteriori due sedili posteriori. Nonostante ciò, il consiglio è senza dubbio quello di rimanere inalterata la configurazione originale. A nostro avviso, rendere la DBS una quattro posti snaturerebbe quella che è la vera essenza di questa tipologia di vetture. A coronare degli interni superlativi è montato di serie un impianto audio della Bang & Olufsen in grado di sprigionare 1.000W di potenza sonora. 

Il cuore pulsante della Aston Martin DBS è un propulsore da 6 litri V12 da ben 517 cavalli in grado di spingere la vettura ad oltre 305 Km/h in soli 4,3 secondi. Il motore è accompagnato da un cambio manuale a sei marce estremamente robusto e fluido che ne agevola il controllo durante la guida.

Il prezzo della Aston Martin DBS risulta essere in linea con le sue prestazioni. In base al profilo e all'equipaggiamento scelto dal singolo cliente può variare da un minimo di 210.000 € ad un massimo di 230.000 €.
 
Read more

script payclick

Stiamo utilizzando i Cookies per migliorare la tua esperienza online sul nostro sito. Continuando la navigazione, tu accetti l'utilizzo dei Cookies.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

INFORMATIVA SUI COOKIES DI CLICKADV SRL – VERSIONE 2015/01

Il presente sito Web, di proprietà di ClickADV srl, con sede legale in via Antiniana 2/A, 80078 Pozzuoli (NA), titolare del trattamento ai sensi e per gli effetti del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (“Codice Privacy”), utilizza i cookies e tecnologie analoghe. La presente informativa fornisce indicazioni su come sono utilizzati i cookies e su come possono essere controllati dall’utente.

L’utilizzo di questo sito Web (e di ogni altro sito gestito da noi) comporta l’accettazione, da parte dell’utente, del ricorso ai cookies (e tecnologie analoghe) conformemente alla presente informativa. In particolare, si accetta l’uso dei cookies di analisi, pubblicità, marketing e profilazione, funzionalità per gli scopi di seguito descritti.
Se l’utente accetta i cookies di profilazione, come più oltre identificati, questi saranno aggiunti al proprio profilo già esistente nelle nostre banche dati, qualora l’utente abbia prestato il consenso ad attività di marketing e profilazione in occasione della sua adesione a una o più delle iniziative condotte dal nostro sito.
Qualora l’utente non intenda accettare l’uso dei cookies per finalità di analisi, pubblicità, profilazione, ha la possibilità di modificare l’impostazione del proprio browser secondo le modalità descritte nella sezione “Come controllare ed eliminare i cookies”.

Cosa sono i cookies
I cookies sono informazioni salvate sul disco fisso del terminale dell’utente e che sono inviate dal browser dell’utente a un Web server e che si riferiscono all’utilizzo della rete. Di conseguenza, permettono di conoscere i servizi, i siti frequentati e le opzioni che, navigando in rete, sono state manifestate. In altri termini, i cookies sono piccoli file, contenenti lettere e numeri, che vengono scaricati sul computer o dispositivo mobile dell’utente quando si visita un sito Web. I cookies vengono poi re-inviati al sito originario a ogni visita successiva, o a un altro sito Web che riconosce questi cookies. I cookies sono utili poiché consentono a un sito Web di riconoscere il dispositivo dell’utente.
Queste informazioni non sono, quindi, fornite spontaneamente e direttamente, ma lasciano traccia della navigazione in rete da parte dell'utente.
I cookies svolgono diverse funzioni e consentono di navigare tra le pagine in modo efficiente, ricordando le preferenze dell’utente e, più in generale, migliorando la sua esperienza. Possono anche contribuire a garantire che le pubblicità mostrate durante la navigazione siano di suo interesse e che le attività di marketing realizzate siano conformi alle sue preferenze, evitando iniziative promozionali sgradite o non in linea con le esigenze dell’utente.
Durante la navigazione su di un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookies che sono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (es.: immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando. Possono esserci, quindi, sotto questo profilo:

  1. Cookies diretti, inviati direttamente da questo sito al dispositivo dell’utente
  2. Cookies di terze parti, provenienti da una terza parte ma inviati per nostro conto. Il presente sito usa i cookies di terze parti per agevolare l’analisi del nostro sito Web e del loro utilizzo, e per consentire pubblicità mirate (come descritto di seguito).

Inoltre, in funzione della finalità di utilizzazione dei cookies, questi si possono distinguere in:

  1. Cookies tecnici: sono utilizzati per permettere la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica o per erogare un servizio espressamente richiesto dall’utente. Non sono utilizzati per altre finalità. Nella categoria dei cookies tecnici, la cui utilizzazione non richiede il consenso dell’utente, si distinguono:
    1. Cookies di navigazione o di sessione: garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito Web (es.: per autenticarsi ed accedere alle aree riservate). L’uso questi cookies (che non sono memorizzati in modo persistente sul dispositivo dell’utente e sono automaticamente eliminati con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione d’identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito.
    2. Cookies analytics: sono utilizzati soltanto per raccogliere informazioni in forma aggregata, sul numero di utenti che visitano il sito e come lo visitano
    3. Cookies di funzionalità: permettono all’utente di navigare in base a una serie di criteri selezionati (es.: lingua, prodotti o servizi acquistati) per migliorare il servizio reso all’utente.
  2. Cookies di profilazione: sono volti a creare profili relativi all’utente e utilizzati per inviare messaggi promozionali mirati in funzione delle preferenze manifestate durante la sua navigazione in rete. Questi cookies sono utilizzabili per tali scopi soltanto con il consenso dell’utente.

Come sono utilizzati i cookies da questo sito
La tabella seguente riassume il modo in cui questo sito e le terzi parti utilizzano i cookies. Questi usi comprendono il ricorso ai cookies per:

  1. conoscere il numero totale di visitatori in modo continuativo oltre ai tipi di browser (ad es. Firefox, Safari o Internet Explorer) e sistemi operativi (ad es. Windows o Macintosh) utilizzati;
  2. monitorare le prestazioni del sito, incluso il modo in cui i visitatori lo utilizzano, nonché per migliorarne le funzionalità;
  3. personalizzare e migliorare l’esperienza utente on-line;
  4. consentire la profilazione dell’utente, per scopi promozionali mirati e personalizzati in funzione delle preferenze ed interessi manifestati in rete dall’utente, da nostra parte e di terze parti, sia su questo sito che al di fuori dello stesso.

Quali categorie di cookies utilizziamo e come possono essere gestiti dall’utente
I tipi di cookie utilizzati possono essere classificati in una delle categorie, di seguito riportate nella tabella seguente, che permette all’utente di prestare il proprio consenso o modificarlo (se precedentemente già espresso) per accettare i vari tipi di cookies:

Tipo di cookie

Finalità del cookie

Origine

Azione / Link

Cookie essenziali del sito web (di sessione e di navigazione)

Questi cookie sono essenziali per una corretta navigazione e per fruire delle funzioni del sito. Questi cookies non raccolgono informazioni personali utilizzabili a scopo di marketing, né memorizzano i siti visitati. L’uso questi cookies (che non sono memorizzati in modo persistente sul dispositivo dell’utente e sono automaticamente eliminati con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione d’identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito.  Questa categoria di cookies non può essere disattivata.

 (cookie diretti)

 

Cookie di funzionalità

Questi cookies ci consentono di ricordare le scelte effettuate (come il nome utente, la lingua o la posizione geografica) e forniscono funzioni migliorate e personalizzate. Le informazioni raccolte da tali cookies possono essere rese anonime e non tengono traccia dell’attività di navigazione su altri siti web. Questa categoria di cookies non può essere disattivata.

 (cookie diretti)

 

Cookie analytics

Questi cookies, anche i cache cookies, sono impostati da Google Analytics, sono impiegati al fine di raccogliere informazioni sul modo in cui i visitatori utilizzano il sito, ivi compreso il numero di visitatori, i siti di provenienza e le pagine visitate sul nostro sito web. Utilizziamo queste informazioni per compilare rapporti e per migliorare il nostro sito web; questo ci consente, ad esempio, di conoscere eventuali errori rilevati dagli utenti e di assicurare loro una navigazione immediata, per trovare facilmente quello che cercano. In generale, questi cookie restano sul computer del visitatore fino a quando non vengono eliminati.

Google Analytics Google

privacy policy cookie

Cookie pubblicitari o di profilazione

Questi cookies sono utilizzati per raccogliere informazioni sui siti web e sulle singole pagine visitate dagli utenti, sia sul nostro sito che al di fuori dello stesso (il che potrebbe indicare, a titolo esemplificativo, interessi o altre caratteristiche degli utenti). Tali cookies sono utilizzati per fornire pubblicità e comunicazioni commerciali più pertinenti agli interessi dell’utente, profilandolo. Sono utilizzati, inoltre, per limitare il numero di volte in cui una pubblicità è mostrata e per misurare l’efficacia delle campagne pubblicitarie. Restano sul computer dell’utente fino alla loro eliminazione e fanno da promemoria dell’avvenuta visita del sito web. Inoltre, essi possono indicare se l’utente è arrivato sul nostro sito web attraverso un link pubblicitario.
Queste informazioni vengono condivise con altre organizzazioni come gli inserzionisti e i nostri appaltatori, i quali potrebbero utilizzarle unitamente alle informazioni relative alle modalità di fruizione di altri siti web dell’utente stesso, ad esempio individuando interessi e comportamenti comuni a diversi gruppi di utenti che visitano i nostri (e altri) siti web.

Clickadv s.r.l.

opt-out - opt-in

E' possibile che vengano installati altri cookie di profilazione di terze parte, puoi verificarli ed operare l'optout accedendo qui www.youronlinechoices.com/it

Tecnologie analoghe ai cookies
Come nel caso di molti siti web, utilizziamo tecnologie analoghe ai cookies, compresi gli oggetti condivisi locali (anche noti come “flash cookie”), l’analisi della cronologia del browser, le impronte digitali dei browser e i pixel tag (anche noti come “web beacon”). Queste tecnologie forniscono a noi e ai nostri fornitori informazioni su come il sito e il suo contenuto sono utilizzati dai visitatori, e ci consentono di identificare se il computer o il dispositivo ha visitato i nostri o altri siti in passato.
I nostri server raccolgono automaticamente l’indirizzo IP dell’utente; in questo modo, possiamo associare tale indirizzo al nome del dominio utente o a quello del suo Internet Provider. Potremmo anche raccogliere alcuni “dati clickstream” relativi all’utilizzo del sito. I dati clickstream includono, ad esempio, informazioni relative al computer o dispositivo utente, al browser e al sistema operativo e relative impostazioni, alla pagina di provenienza, alle pagine e ai contenuti visualizzati o cliccati durante la visita oltre ai tempi e alle modalità di tali operazioni, agli elementi scaricati, al sito visitato successivamente al nostro, e a qualsiasi termine di ricerca inserito su nostro sito o su un sito di reindirizzamento.

Come controllare o eliminare i cookies
L’utente ha il diritto di scegliere se accettare o meno i cookies. Nel seguito alcune informazioni su come esercitare tale diritto. Tuttavia, si ricorda che scegliendo di rifiutare i cookies, l’utente potrebbe non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito e, se ha prestato consenso alla profilazione in altre occasioni, le comunicazioni che riceverà potrebbero essere poco pertinenti ai suoi interessi. Si evidenzia, inoltre, che se si sceglie di gestire le preferenze dei cookies, il nostro strumento di gestione dei cookies imposterà comunque un cookie tecnico sul dispositivo per consentirci di dare esecuzione alle preferenze dell’utente. L’eliminazione o la rimozione dei cookies dal dispositivo utente comporta anche la rimozione del cookie relativo alle preferenze; tali scelte dovranno, pertanto, essere nuovamente effettuate.
È possibile bloccare i cookie usando i link di selezione presenti nella tabella sopra riportata. In alternativa, è possibile modificare le impostazioni del browser affinché i cookies non possano essere memorizzati sul dispositivo. A tal fine, occorre seguire le istruzioni fornite dal browser (in genere si trovano nei menu “Aiuto”, “Strumenti o “Modifica”). La disattivazione di un cookie o di una categoria di cookies non li elimina dal browser. Pertanto, tale operazione dovrà essere effettuata direttamente nel browser.
Per ulteriori informazioni sui cookie, anche su come visualizzare quelli che sono stati impostati sul dispositivo, su come gestirli ed eliminarli, visitare www.allaboutcookies.org.

Cookie impostati precedentemente
Se l’utente ha disabilitato uno o più cookies, saremo comunque in grado di utilizzare le informazioni raccolte prima di tale disabilitazione effettuata mediante le preferenze. Tuttavia, a partire da tale momento, cesseremo di utilizzare i cookies disabilitati per raccogliere ulteriori informazioni.