ClasseMotori

ClasseMotori

Prove Citroen

Mercoledì, Giugno 12, 2013 13:21

La Citroen è una casa automobilistica francese che propone una vasta gamma di modelli che spaziano dalle city car fino alle berline, destinate sia ad un pubblico giovane che alle famiglie.


Le utilitarie della Citroen si contraddistingono per la linea accattivante e il grande numero di optional, abbinati a una grande sicurezza delle autovetture e ad un costo tutto sommato contenuto.
La più piccola delle vetture proposte è la Citroen C1, con prezzi a partire dai 9500 euro e un motore di 1000cv di cilindrata, che le conferisce comunque un buon spunto a consumi contenuti. La C1 è una macchina ideale per la città, viste le sue ridotte dimensioni e la sua comodità, ottenuta attraverso un design interno molto curato e pensato per quattro persone.

La sua sorella maggiore, la Citroen C3, ha prezzi a partire da 12.500 euro e oltre ad essere più grande e più spaziosa della C1, ha anche una scelta motoristica più ampia, con una versione diesel e una a gpl, destinate soprattutto a chi ha bisogno di una macchina piccola per spostamenti frequenti.
La C3 ha anche una versione monovolume chiamata C3 Picasso, molto spaziosa ed elegante, con un motore 1.3 diesel dalle prestazioni eccellenti.

Salendo di categoria, la casa francese nel settore delle berline propone la Citroen C4 e la Citroen C4 Picasso, entrambe molto spaziose, dalle linee fluide e dalla guidabilità eccezionale su ogni tipo di percorso. I consumi rimangono contenuti e il motore 1.6 HDi sprigiona dai 90 ai 115 cavalli, a seconda della versione scelta, che conferiscono una notevole potenza e degli ottimi risultati a livello di prestazioni. Il prezzo oscilla tra i 15.000 euro per l'allestimento più spoglio fino ai 23.000 per la versione multiaccessoriata, con computer di bordo e cambio automatico, un autentico lusso per la categoria.

Per quanto riguarda il settore dei SUV la Citroen propone il C4 Aircross, un modello a basso costo rispetto agli standard del settore che si distingue soprattutto per la sua eccellente tenuta di strada e per la comodità del suo interno, anche in cinque persone.

La sportiva della casa è la Citroen DS4, dalla linea spiccatamente aggressiva e dalle altissime prestazioni garantite sia dal TSI a benzina che nella versione più estrema arriva a sprigionare 200cv, che dal 1.6 HDi da 115cv. Gli interni sono lussuosi e la macchina si guida che è un piacere, mostrando tutta la sua versatilità soprattutto nei percorsi misti.

Concludono la carrellata il Nemo e il Berlingo, due monovolume dalla linea decisamente anticonvenzionale che coniugano una grande comodità ad una notevole versatilità. In questo caso la pesantezza delle vetture condiziona molto le prestazioni che risultano un pò carenti soprattutto in salita.

 

Read more

Le ibride saranno le auto del futuro, un futuro non immediato forse, ma la ricerca delle Case automobilistiche per mettere in commercio sempre più modelli di vetture "pulite" e rispettose dell'ambiente è divenuta quasi frenetica e a ogni salone motoristico fanno la loro comparsa delle concept car destinate a sbarcare sul mercato dopo alcune opportune modifiche.
I primi a prendere in considerazione l'dea di un mezzo ibrido furono i giapponesi della Toyota creando la Prius e furono guardati con diffidenza e un pizzico di ilarità, ma ora i tempi sono cambiati e tutti i fabbricanti del settore sono consapevoli che il pubblico non desidera solo vetture potenti, ma anche ecologiche. E così anche Peugeot si è apprestata a mettere a punto alcune ibride di tutto rispetto: la sportivissima Onyx (al Salone di Parigi del settembre 2012), la cui realizzazione non è così immediata e la 208 Hybrid FE, dove Fe sta per Fun & Efficient e che invece è destinata a divenire presto un modello costruito in serie.

La 208 FE ha fatto la sua prima apparizione pubblica al Salone di Ginevra nel mese di marzo ancora al livello di concept, ma ha destato grande curiosità perché si tratta di una piccola vettura e dunque capace di attirare l'interesse dei molti che scelgono questo segmento.
L'auto è frutto di un progetto che Peugeot ha sviluppato in collaborazione con Total e già il nome Fun & Efficient fa intuire che chi si troverà al volante avrà a che fare con una guida che si promette divertente con un'auto leggera e scattante, ma che in fatto di consumi si dimostra estremamente parsimoniosa.
Leggera lo è senza dubbio, visto che il suo peso è inferiore di circa 200 chilogrammi rispetto alla versione normale. Per ottenere tale risultato si è fatto ricorso a materiali compositi e al policarbonato e questa nuova 208 riesce a mantenersi al di sotto della tonnellata.
Nel cofano della FE troviamo lo stesso motore del modello di serie, un 1.0 a benzina con tre cilindri che sviluppa 68 cavalli, ma ad esso è accoppiato anche il motore elettrico, un 30 cv. alimentato a batterie. La potenza sviluppata globalmente da questa ibrida sarà dunque di poco inferiore ai 100 cv.
Per quel che riguarda le emissioni da CO2, anche queste sono quasi da record: solo 49 grammi per chilometro.

 

peugeot-208-hybrid-fe-fun-efficient


Per ottenere maggiore efficienza si è agito anche sull'aerodinamica ridisegnando il paraurti e le prese d'aria, prevedendo dei cerchi specifici in grado di ridurre i consumi e scegliendo degli pneumatici a bassa resistenza. Inoltre è stata rivista anche la zona sotto scocca per facilitare il passaggio dei flussi d'aria. Tanta ricerca consente alla 208 Hybrid di rimanere poco al di sotto dei 200 km/h e di passare da 0 a 100 in soli 8 secondi.

Quella presentata a Ginevra è solo una concept, ma nel prossimo settembre vedremo probabilmente una nuova versione della Peugeot 208 Hybrid FE al Salone di Francoforte, indubbiamente molto più vicina al modello che la Casa francese ha in mente di lanciare sul mercato a partire dal 2014.

 

Read more

LaFerrari è l'ultima auto supersportiva proposta dalla storica scuderia di Maranello, annunciata come la discendente diretta della Enzo.
E' stata ufficialmente presentata il 5 marzo del 2013 al salone dell'automobile di Ginevra, ed allo stesso tempo è stata anche pubblicizzata in un sito web appositamente creato.
Il nome dell'auto lascia intendere che con tale modello si è voluti riassumere tutta l'essenza della scuderia del cavallino rampante, un concentrato di tecnologia ed esperienza nella costruzione di autovetture che dura in Ferrari da più di 60 anni.

Le linee sono completamente innovative: si nota infatti che lo stile non risulta ispirato a nessuna delle precedenti supersportive, senza tuttavia penalizzare l'aerodinamica e le prestazioni in generale. Solo alcuni piccoli particolari risultano tratti dalle "vecchie glorie" di Maranello, come ad esempio la fuga nera tra portiere e parafanghi, vista già nella F40. Il design in generale risulta complesso, ma viene semplificato dall'incorporamento di alettoni ed altre appendici aerodinamiche.

Negli interni si notano immediatamente forme molto sportive; gli stessi piloti di casa Ferrari, Fernando Alonso e Felipe Massa, hanno contribuito a dare la loro opinione sulla disposizione dei comandi e la posizione di guida all'interno dell'auto, ottenendo come risultato una postazione fissa di guida, adattata alle caratteristiche fisionomiche del cliente al momento della produzione, con possibilità di tarare anche in seguito pedaliera e volante come meglio si crede.
Quest'ultimo è dotato di comandi integrati, mentre le leve del cambio sono fissate al piantone dello sterzo.

 

Nuova-Ferrari-LaFerrari


Il motore è un V12 da ben 6262 cm3 di cilindrata, che eroga potenza di 800 CV a 9250 giri/min. La Ferrari LaFerrari è inoltre la prima automobile da strada che incorpora di serie l'HY-KERS, la nota tecnologia già impiegata da alcuni anni in Formula 1 che consente di avere più potenza dal proprio motore tramite il rilascio, quando richiesto, dell'energia recuperata in frenata ed in curva. 
Il peso complessivo dell'auto è di 1255 kg, grazie a telaio e carrozzeria realizzati in fibra di carbonio e kevlar di diverso tipo in base all'area specifica.
I freni Brembo sono realizzati in composito ceramica-carbonio, mentre il cambio è ovviamente F1 a doppia frizione con 7 marce complessive.
I dati sovraesposti garantiscono secondo la scuderia di Maranello una velocità massima raggiungibile di 350 km/h ed un'accelerazione 0-100 km/h in meno di 3 secondi, 0-200 km/h in meno di 7 e 0-300 km/h in meno di 15. Le emissioni di CO2 dichiarate ammontano sui 330 g/km.

Davvero l'auto supersportiva più prestante mai prodotta dal cavallino rampante.

 

Read more

Le ultime novità dai saloni automobilistici

Martedì, Giugno 11, 2013 16:09
in Saloni

Le novità provenienti dagli ultimi saloni automobilistici sono state diverse e quindi per tutti i gusti. 
In particolar modo, si è potuta apprezzare un'ampia gamma di concept car. 
Il Salone dell'Auto di Ginevra, tenutosi lo scorso Marzo, ha fatto ammirare diversi modelli, tra cui due particolarmente apprezzati dal pubblico: Alfa Romeo Gloria e Kia Provo.
La Gloria, concept sportivo dalle linee filanti ed aggressive, è stata elaborata dal Centro Stile Alfa insieme con gli studenti dello IED torinese. Indossa un motore V6 o V8 biturbo, di ultima generazione. Lo IED ha offerto ai visitatori la possibilità di sperimentare il concept in realtà aumentata. Si è potuto interagire con il modello, riprodotto virtualmente su ipad, selezionando il colore della carrozzeria e la tipologia di cerchio.
La Kia Provo, concept ibrido del segmento, B, è dotata di elettromotore "Smart 4WD Hybrid" e motore turbo benzina 1.6 GDI. Il 45 cavalli elettrico, posto sulle ruote posterior,i permette di recuperare energia e di fornire potenza supplementare, consentendo trazione integrale e mobilità esclusivamente elettrica. La tecnologia è, naturalmente, all'avanguardia: il sistema multimediale consente di visualizzare, su display, l’infotainment configurato in modalità "Normal", " Track", "Cruise" e "Entertainment". 
Anche il Salone di Shangai, tenutosi ad Aprile, è stato ricco di novità in campo automobilistico. Fra tutte, spiccano la Citroen Ds Wild Rubis e la Mercedes GLA Concept.
La Citroen Wild Rubis è una concept car dal meccanismo ibrido plug-in, capace di erogare 295 cv. Garantisce 50 km di autonomia soltanto in modalità elettrica e 43 g/km di emissioni in CO2. 
La tecnologia del concept francese permette di adoperare le quattro ruote motrici in condizioni di scarsa aderenza o di accelerazione. L'auto è dotata della Creative Technologie, con indicatori di direzione provvisti di diapason e gruppi ottici mobili speciali a LED. Ciò permette alle luci di attivarsi, nel momento in cui la vettura viene messa in moto, insieme con effetto sonoro particolare. 
La Mercedes GLA Concept è il prototipo del crossover futuro, ispirato alla nuova Classe A. Si tratta di una vettura concepita per competere, sul mercato, con la BMW X1, la Audi Q3 e la Range Rover Evoque. Monta un turbo 2.0 da 211 CV ed è dotata di trasmissione automatica 7G-Dct a doppia frizione e di trazione integrale "4Matic". Interessanti le novità tecnologiche: i fari laser sono in grado di illuminare e di proiettare immagini sulla carreggiata, quali le indicazioni dei navigatori satellitari. Inoltre, delle piccole telecamere in alta definizione, poste sul tetto della vettura, possono essere estratte e utilizzate su sci o biciclette.

 

Mercedes-gla-concept-salone-shangai


Icona tecnologica e performante è invece la Subaru Wrx Concept, presentata al Salone Automobilistico di New York, svoltosi a cavallo tra fine Marzo e inizio Aprile 2013. E' una vettura dalle prestazioni eccezionali, grazie al tetto in carbonio e al "Symmetrical All-Wheel Drive (AWD)", che migliorano l'aerodinamicità e abbassano il baricentro. Tra le altre caratteristiche, si fanno notare il potente turbo, i fari integrati hawk-eye il diffusore posteriore aggressivo, la bombatura pronunciata e i parafanghi allargati. La Subaru Wrx Concept è stata presentata in un'elegante tinta Blue Pearl III.
Degna di rilevanza è, infine, la Renault Twizy RS F1. Presentata al Salone di Barcellona di Maggio 2013, la piccola concept francese è giunta, al salone spagnolo, guidata da Romain Grosjean, pilota Renault di Formula 1. Dotata di Kers, la Twizy arriva fino a 100 cavalli e scatta, in soli 6 secondi, da 0 a 100 km/h. Fornita di minigonne laterali, alettone aerodinamico anteriore e posteriore, diffusore con luce integrata, specchietti retrovisori specifici, pneumatici slick, la Twizy RS è stata modificata volutamente per sembrare una piccola monoposto da F1.

 

Ti interesserà pure: Panoramica sui saloni automobilistici più importanti

 

Read more

Attualmente, il navigatore per auto è sicuramente uno degli accessori più utili da installare sulla propria auto.
Con una spesa che normalmente supera di poco il centinaio di euro è possibile avere, concentrati in poche decine di grammi, il contenuto di un atlante stradale e di una guida turistica, con la possibilità di conoscere il posizionamento di stazioni di servizio, punti d'attrazione, hotel, stazioni ferroviarie, aeroporti, autovelox fissi e decine di altri 'punti di interesse'.
Attualmente sono presenti sul mercato decine di navigatori satellitari diversi: è bene sapersi orientare nell'acquisto per trovare quello più adatto alle proprie esigenze, senza spendere denaro per nulla.
Esaminando attentamente quanto viene attualmente offerto dal mercato, è possibile restringere la scelta a sei modelli che, per un prezzo leggermente superiore alla media, offrono una gamma completa di funzioni, un design invidiabile e la promessa di una lunga vita utile.


Attualmente, il leader del mercato dei navigatori è il Tom Tom Go 720. Questo fa propria un'interessantissima funzione di 'riconoscimento vocale', che permette di dettare al navigatore satellitare l'indirizzo da raggiungere, semplificando così la procedura, che può essere effettuata anche nel traffico, senza staccare pericolosamente una mano dal volante.
Un altro punto a favore del navigatore olandese è senza dubbio la funzione 'map share', che consente di condividere con gli altri utenti del prodotto eventuali modifiche alla viabilità non contenuti nella mappa originale, permettendo così di aggiornare quasi in tempo reale il Tom Tom.
Uno dei pochi punti a sfavore del Tom Tom Go 720 è la tenuta della ventosa, che non sempre aderisce alla perfezione al vetro dell'abitacolo.
La concorrenza della casa olandese è comunque estremamente agguerrita.

 

tomtom-go720


Il gruppo degli 'inseguitori' viene guidato dalla casa statunitense Garmin, che con il suo Nuvi 760 offre un prodotto di eccellente qualità.

Uno dei punti di forza del Garmin Nuvi 760 è senza dubbio la funzione 'text to speech', che consente di visualizzare i nomi delle vie direttamente sulla mappa, facilitando così la guida.
Altro punto di forza, la cartografia che può essere sia a due che a tre dimensioni.
Ottimo il sistema di fissaggio al vetro. Antenna Tmc di serie.
Per quel che riguarda il database POI, quello fornito di serie con il prodotto è estremamente vasto ed esauriente. Nel caso si decidesse di aggiungere nuovi POI, è però necessario installare un programma sul proprio PC e inserirli nel navigatore in maniera un po' macchinosa.


Altro prodotto eccellente è il Traffic Assist 7827 di Becker.
Tra i punti di forza di questo navigatore, senza dubbio è da rilevare l'opzione 'street view', che consente di visualizzare gli svincoli stradali e i cartelli in maniera realistica, facilitando la guida.
Altro punto di forza, la presenza di una porta usb che consente di allacciare dispositivi multimediali. Antenna Tmc di serie.
Ottima la fattura (la struttura è in alluminio), buona la ventosa.
Troppo sintetico il supporto vocale; manca il bluetooth.


Il Navigon 7110, che si fa notare per il suo design estremamente seducente, presenta un software uguale a quello del Becker e un funzionamento simile. 
Difficili da inserire i punti di interesse provenienti da sorgenti esterne; sono presenti i bluetooth ed è possibile effettuare una chiamata in viva-voce con il proprio telefono cellulare.
Il Via-Michelin X980T, prodotto pensato per essere un'appendice multimediale delle famose guide (verde e rossa) della casa francese, ha un design abbastanza datato, compensato da un contenuto tecnologico di ultimissima generazione: lettore Mp3, connessione bluetooth, aggiornamento in tempo reale grazie alla rete del telefono cellulare.
Navigazione precisa e veloce, voce nel complesso fluida.

Navigon-7110
L'ultimo navigatore esaminato è il C620 - Mio Technology, caratterizzato da un prezzo relativamente basso e da un'eccellente cartografia firmata Tele Atlas.
Peculiare l'interfaccia: lo schermo viene diviso a metà: a sinistra la mappa stradale, a destra le indicazioni e le icone per accedere alle funzioni del navigatore.
Interessanti le possibilità di personalizzazione degli itinerari (più breve, più veloce o consigliato dal navigatore).
Notevole la presenza delle mappe dei centri storici delle principali città europee, con la possibilità di vedere in 3D i maggiori monumenti.
Non troppo buona l'autonomia quando viene alimentato a batteria: intorno alle tre ore.

 

Read more

In casa Audi è il momento delle prime consegne per la sportivissima SQ5 che ha debuttato in occasione dello scorso Salone di Parigi. La SQ5 è la versione più dinamica del Suv e sarà la prima tra le auto sportive a possedere il motore a gasolio.  
E le novità, su questo modello, ci sono anche per ciò che riguarda l'estetica. Anche nel design infatti c'è stata una grande rivoluzione: assetto ribassato, paraurti rinforzati, quattro scarichi, innovativi cerchi in lega e spoiler al tetto. Al suo interno inoltre, la SQ5 si diversifica per via delle nuove sedute, assolutamente confortevoli e avvolgenti che fanno della vettura una vera e proprio auto sportiva, destinata a conquistare un pubblico del tutto nuovo. 
Il motore destinato a dar forza a questo Suv sarà un 3.0 lt TDI Biturbo tiptronic 4 da 313 CV, dalla massima potenza: 230 KW. Secondo la casa madre, con un litro di diesel l'auto sarà in grado di percorrere quasi 14 km e sarà sufficiente un pieno per arrivare sfiorare i 1045 km
Le dimensioni di quest'auto, con questa versione sportiva, crescono. La lunghezza aumenta di un centimetro rispetto ai 463 del modello originale così come la larghezza che adesso misura 191 cm. Al contrario, proprio per confermare il suo animo dinamico e per favorire la stabilità su strada - ma anche su pista -, l’altezza diminuisce di 4 cm fermandosi a 162. 
Ma vediamo cosa propone la SQ5 di serie. Innanzitutto l'assetto "S", il dettaglio appena descritto relativo all'abbassamento dell'altezza rispetto al modello normale; tettuccio oscurato e apribile, cerchi in lega da 20 pollici, un set per i gruppi ottici e un esclusivo kit di vernice lucida per gli esterni. Nei proiettori a gas xeno Plus a luci posteriori si potrà trovare una nuova tecnologia a Led con regolazione in profondità automatica di fari e lavafari.

 

audi-sq5-suv

 

E ancora il volante sportivo ricoperto di pelle a multifunzione, il display colorato utile al guidatore e seduta anteriore sportiva con supporto lombare rivestita in Alcantara.
Se parlando di questo modello di auto Audi si vuole ancora porre l'accento sulle novità rispetto alla versione normale, allora è necessario soffermarsi sulle nuove tonalità di colore utilizzate per la carrozzeria esterna. L'SQ5 è innanzitutto un'auto che vuole farsi notare e dunque spiccherà la vernice, nata appositamente per questa vettura, cristallizzata in blu ara che regala un particolare effetto di movimento e profondità alle superfici esterne. Gli specchietti retrovisori esterni si notano per via del loro look in alluminio mentre posteriormente si fanno notare quattro scarichi gemellati terminali. 
La SQ5 non si trova ancora nelle concessionarie ma gli appassionati possono già prenotarla per ritirarla prossimamente ad un prezzo che si aggira attorno ai 63 mila euro.

 

Read more

Mercedes Classe E

Martedì, Giugno 11, 2013 15:26
in Cabrio

Chi sogna il lusso e le grandi emozioni sulla Corniche di Montecarlo o sulle strade della costa ovest della California, non puó che aspirare alle nuove Mercedes classe E Coupé e Cabrio, presenti presso i concessionari al prezzo rispettivo di 42.090 e 47.110 euro. I nuovi modelli, evoluti sia tecnicamente che esteticamente, sono quindi acquistabili a cifre piuttosto accessibili da chi ha voglia di realizzare il suo grande sogno.
E per l'Italia sono stati resi disponibili tre allestimenti: la Executive, sportiva, accessibile e rigorosa; la Sport che si puó avere con 1700 in piú e che presenta un giusto equilibrio tra dotazioni e costi; la Premium che richiede 7000 euro in piú per i dettagli lussuosi e lo stile AMG, e che per questo costituisce il top di gamma.
Le due novitá della casa automobilistica tedesca hanno mostrato un nuovo volto : finestre laterali senza montanti e fari con luci diurne a Led o a Led High Performance. É inedito anche il lusso degli interni: plancia rifinita in alluminio o legno, grafica degli strumenti bianca e volante nuovo di zecca. La capote della Cabrio permette di viaggiare in assoluto silenzio e non fa mai rimpiangere la mancanza del tetto in metallo: unica nel suo genere, si apre in circa venti secondi e grazie al sistema Aircap, ogni fastidiosa turbolenza scompare. L'aletta sulla cornice del parabrezza si apre in automatico sopra i 40 km all'ora e si chiude sotto i 15, e quando le temperature esterne sono basse, il riscaldamento Airscarf permette un viaggio di grande comfort anche con la capote aperta. Da ricordare é anche la capienza di 300 lt in piú di bagagliaio quando la capote resta abbassata.
Da sottolineare inoltre gli equipaggiamenti delle Classe E Coupé e Cabrio, tutti al top di gamma: radio e CD changer, navigatore con vari tipi di collegamento, sistema Mercedes Benz Comand Online , accesso a Internet e sistema Infotainment con grande display colorato. 
Anche in termini di sicurezza, la Mercedes non resta mai indietro. Il Mercedes Benz Intelligent Drive si preoccupa di gestire la telecamera stereoscopica con massima portata di 500 mt, i dati trasmessi dai sensori senza contare che riconosce la segnaletica, i pedoni e gli altri veicoli.L'Attention Assist ti avvisa in caso di distrazione o affaticamento e il Pre-Safe plus che frena automaticamente fino ai 50km/h ed evita il pericolo di tamponamento.

 

Read more

La casa automobilistica Aston Martin ha presentato al Ginevra Motor Show 2013 (dal 7 al 17 marzo) la concept car Jet 2 + 2, la variante Shooting Brake della Aston Martin Rapide che oltre a fare il suo debutto mondiale ha raccolto un'enorme quantità di consensi tra il pubblico e gli addetti ai lavori presenti alla kermesse svizzera.
Gli apprezzamenti ricevuti e la decennale collaborazione tra il brand anglosassone e l'italiana Bertone, potrebbero portare alla commercializzazione di un'edizione limitata di questo prototipo, anche se il modello di questa lussuosa ammiraglia sembrava destinato a rimanere un pezzo on off per un cliente Aston Martin che ne aveva fatta esplicita richiesta.
Non è ancora certo se il nome definitivo sarà Aston Martin Rapide Shooting Brake, ma senza ombra di dubbio questo modello si andrebbe a piazzare al top di gamma della casa automobilistica inglese, rappresentando il pezzo più performante e costoso della produzione.
Tra i particolari non ancora confermati di questa variante Station Wagon a cinque porte dell'ambitissima berlina coupè rimangono ancora le eventuali modifiche che la concept potrebbe subire e la location della produzione. Pare infatti che per una serie contenuta nel range 2-10 pezzi potrebbe essere ipotizzata una produzione su misura per ogni cliente negli stabilimenti torinesi della Bertone, mentre oltre le 10 unità è auspicabile che vengano usati gli impianti inglesi di Gaydon per l'assemblamento del bolide.

 

Bertone-Aston-Martin-Rapide-Jet-2-interior


Il design suggerito da questa concept è sempre più moderno ed attuale nel panorama delle quattro ruote e sempre più case automobilistiche stanno cercando di sfruttare questo segmento di mercato per attirare nuovi clienti, fidelizzare i vecchi e soddisfare le nuove esigenze di una domanda in continuo movimento.
Con tutta probabilità la nuova Aston Martin Shooting Brake, che avrà la stessa meccanica già vista sulla coupè, verrà denominata 'Rapide Estate'.
Non sono state rilasciate informazioni ufficiali su eventuali date e prezzi.

 

Read more

La constatazione amichevole è una prassi secondo la quale le due parti coinvolte in un sinistro, purchè questo non sia avvenuto con un ciclomotore, firmano il cosiddetto CID, sigla che sta ad indicare la Convenzione Indennizzo Diretto. 
Si tratta, in sostanza, di un modo senza dubbio più semplice e veloce con il quale entrambe le parti possono richiedere, ognuno alla propria compagnia assicurativa, l'indennizzo dei danni relativi al sinistro, qualora non si siano riscontrati gravi danni alle persone e ci sia pieno accordo sulla dinamica dell'incidente. 
Nel caso in cui le due parti coinvolte nel sinistro si accordano per la stesura della constatazione amichevole, bisogna procedere alla compilazione, in ogni sua parte, del CID, detto più comunemente modulo blu. 
Molte persone tengono sempre a bordo questo documento, anche se ciò non risulta essere obbligatorio. 
Qualora nessuno dei due conducenti coinvolti nell'incidente disponga del modulo blu, occorrerà procedere alla stesura di un documento volto a sostituire quest'ultimo, all'interno del quale dovrà essere descritto il sinistro in maniera particolarmente dettagliata. 
Tale documento, dunque, dovrà riportare al proprio interno innanzitutto giorno, ora e luogo esatto dell'incidente; queste informazioni preliminari, poi, dovranno esser seguite dall'identificazione dell'assicurato, mediante la precisazione di nome, cognome e indirizzo, e dal numero di patente di quest'ultimo, con relativa scadenza di validità. 
Altre informazioni che non devono mancare all'interno di questo documento sono il numero di polizza, gli estremi dei veicoli coinvolti, le generalità e il numero di patente dell'altro conducente coinvolto, oltre ai dati identificativi di eventuali persone danneggiate; bisognerà, inoltre, riportare l'entità dei danni verificatisi, siano essi relativi a cose o a persone, l'identificazione di eventuali testimoni o delle forze dell'ordine intervenute e, per concludere, sarà necessaria una descrizione particolareggiata della dinamica del sinistro. 
Ciascuna delle parti coinvolte nell'incidente, infine, dovrà consegnare una copia della constatazione amichevole, ovviamente firmata da entrambi i conducenti, alla propria compagnia assicurativa entro i tre giorni successivi al sinistro al fine di poter ottenere in tempi brevi il rimborso relativo ai danni subiti a seguito di quest'ultimo.

 

Read more

L'assicurazione auto è diventata, nel periodo non particolarmente prospero che ci troviamo a vivere, un onere piuttosto pesante, che grava sul bilancio familiare a tal punto che spesso ci si domanda se non sia possibile riuscire a risparmiare qualcosina su di essa. 
In tempi di crisi, si sa, spesso si riescono a trovare piccoli espedienti che ci aiutano a tagliare un pò di spese e, al contrario di quanto si possa pensare, è possibile risparmiare qualcosina anche sulla RCA. 
Il primo consiglio da seguire se si vuole ridurre il prezzo pagato per l'assicurazione auto è senza dubbio quello di muoversi con anticipo. Prima di rinnovare la polizza con la propria compagnia che, evidentemente, ha un prezzo che non ci soddisfa, sarebbe opportuno richiedere diversi preventivi ad altre compagnie concorrenti, confrontandoli e valutando quelli più convenienti. E' bene sapere che questi preventivi, siano stati essi calcolati online o presso la sede di una compagnia assicurativa tradizionale, hanno una validità di 60 giorni, e che, durante quest'arco di tempo, essi non possono essere modificati, nè tantomeno maggiorati. 
Un'altra importante possibilità di risparmio è costituita dal decreto legislativo n. 40 del 2007, meglio conosciuto come Legge Bersani; questa legge prevede, infatti, che, in caso di acquisto di un'automobile, nuova o usata che sia, e, di conseguenza, di stipula di una nuova assicurazione auto, la classe di merito a cui quest'ultima dovrà fare riferimento è quella più favorevole applicata già ad un'altra macchina di proprietà dell'assicurato o, eventualmente, di un altro membro del nucleo familiare dello stesso. 
Vi è, inoltre, un piccolo stratagemma che consente di risparmiare qualcosina sull'RCA, o, perlomeno, di evitare che il premio diventi più alto. Non tutti sanno, infatti, che qualora si è riconosciuti responsabili di un sinistro, è possibile evitare l'applicazione del cosiddetto malus; quest'ultimo, bisogna precisarlo, consiste nell'aumento delle classi di merito che deriva dall'aver causato un incidente e, di conseguenza, nella crescita del prezzo dell'assicurazione. Per evitare il malus, quindi, si può rimborsare personalmente il costo del sinistro direttamente alla compagnia. 
Infine, un ultimo escamotage per ridurre il prezzo della RCA consiste nello stipulare assicurazioni che siano il più personalizzate possibile. In questo modo, infatti, è possibile ottenere sconti notevoli, soprattutto nei casi in cui si stipula una polizza asserendo di essere il conducente esclusivo dell'automobile interessata o, in alternativa, scegliendo la formula Guida Esperta, con la quale si dichiara che la vettura verrà guidata solo da persone che superano una determinata età. 
Questi sono solo alcuni consigli che possono consentire di ottenere un risparmio sull'assicurazione auto che, pur se non eccessivamente sostanzioso, di certo non guasta. 
In conclusione occorre sempre valutare attentamente se questi suggerimenti possono essere applicati al proprio caso, senza che si vadano a penalizzare particolari esigenze di cui non si può fare a meno.

 

Read more

script payclick

Stiamo utilizzando i Cookies per migliorare la tua esperienza online sul nostro sito. Continuando la navigazione, tu accetti l'utilizzo dei Cookies.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

INFORMATIVA SUI COOKIES DI CLICKADV SRL – VERSIONE 2015/01

Il presente sito Web, di proprietà di ClickADV srl, con sede legale in via Antiniana 2/A, 80078 Pozzuoli (NA), titolare del trattamento ai sensi e per gli effetti del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (“Codice Privacy”), utilizza i cookies e tecnologie analoghe. La presente informativa fornisce indicazioni su come sono utilizzati i cookies e su come possono essere controllati dall’utente.

L’utilizzo di questo sito Web (e di ogni altro sito gestito da noi) comporta l’accettazione, da parte dell’utente, del ricorso ai cookies (e tecnologie analoghe) conformemente alla presente informativa. In particolare, si accetta l’uso dei cookies di analisi, pubblicità, marketing e profilazione, funzionalità per gli scopi di seguito descritti.
Se l’utente accetta i cookies di profilazione, come più oltre identificati, questi saranno aggiunti al proprio profilo già esistente nelle nostre banche dati, qualora l’utente abbia prestato il consenso ad attività di marketing e profilazione in occasione della sua adesione a una o più delle iniziative condotte dal nostro sito.
Qualora l’utente non intenda accettare l’uso dei cookies per finalità di analisi, pubblicità, profilazione, ha la possibilità di modificare l’impostazione del proprio browser secondo le modalità descritte nella sezione “Come controllare ed eliminare i cookies”.

Cosa sono i cookies
I cookies sono informazioni salvate sul disco fisso del terminale dell’utente e che sono inviate dal browser dell’utente a un Web server e che si riferiscono all’utilizzo della rete. Di conseguenza, permettono di conoscere i servizi, i siti frequentati e le opzioni che, navigando in rete, sono state manifestate. In altri termini, i cookies sono piccoli file, contenenti lettere e numeri, che vengono scaricati sul computer o dispositivo mobile dell’utente quando si visita un sito Web. I cookies vengono poi re-inviati al sito originario a ogni visita successiva, o a un altro sito Web che riconosce questi cookies. I cookies sono utili poiché consentono a un sito Web di riconoscere il dispositivo dell’utente.
Queste informazioni non sono, quindi, fornite spontaneamente e direttamente, ma lasciano traccia della navigazione in rete da parte dell'utente.
I cookies svolgono diverse funzioni e consentono di navigare tra le pagine in modo efficiente, ricordando le preferenze dell’utente e, più in generale, migliorando la sua esperienza. Possono anche contribuire a garantire che le pubblicità mostrate durante la navigazione siano di suo interesse e che le attività di marketing realizzate siano conformi alle sue preferenze, evitando iniziative promozionali sgradite o non in linea con le esigenze dell’utente.
Durante la navigazione su di un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookies che sono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (es.: immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando. Possono esserci, quindi, sotto questo profilo:

  1. Cookies diretti, inviati direttamente da questo sito al dispositivo dell’utente
  2. Cookies di terze parti, provenienti da una terza parte ma inviati per nostro conto. Il presente sito usa i cookies di terze parti per agevolare l’analisi del nostro sito Web e del loro utilizzo, e per consentire pubblicità mirate (come descritto di seguito).

Inoltre, in funzione della finalità di utilizzazione dei cookies, questi si possono distinguere in:

  1. Cookies tecnici: sono utilizzati per permettere la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica o per erogare un servizio espressamente richiesto dall’utente. Non sono utilizzati per altre finalità. Nella categoria dei cookies tecnici, la cui utilizzazione non richiede il consenso dell’utente, si distinguono:
    1. Cookies di navigazione o di sessione: garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito Web (es.: per autenticarsi ed accedere alle aree riservate). L’uso questi cookies (che non sono memorizzati in modo persistente sul dispositivo dell’utente e sono automaticamente eliminati con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione d’identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito.
    2. Cookies analytics: sono utilizzati soltanto per raccogliere informazioni in forma aggregata, sul numero di utenti che visitano il sito e come lo visitano
    3. Cookies di funzionalità: permettono all’utente di navigare in base a una serie di criteri selezionati (es.: lingua, prodotti o servizi acquistati) per migliorare il servizio reso all’utente.
  2. Cookies di profilazione: sono volti a creare profili relativi all’utente e utilizzati per inviare messaggi promozionali mirati in funzione delle preferenze manifestate durante la sua navigazione in rete. Questi cookies sono utilizzabili per tali scopi soltanto con il consenso dell’utente.

Come sono utilizzati i cookies da questo sito
La tabella seguente riassume il modo in cui questo sito e le terzi parti utilizzano i cookies. Questi usi comprendono il ricorso ai cookies per:

  1. conoscere il numero totale di visitatori in modo continuativo oltre ai tipi di browser (ad es. Firefox, Safari o Internet Explorer) e sistemi operativi (ad es. Windows o Macintosh) utilizzati;
  2. monitorare le prestazioni del sito, incluso il modo in cui i visitatori lo utilizzano, nonché per migliorarne le funzionalità;
  3. personalizzare e migliorare l’esperienza utente on-line;
  4. consentire la profilazione dell’utente, per scopi promozionali mirati e personalizzati in funzione delle preferenze ed interessi manifestati in rete dall’utente, da nostra parte e di terze parti, sia su questo sito che al di fuori dello stesso.

Quali categorie di cookies utilizziamo e come possono essere gestiti dall’utente
I tipi di cookie utilizzati possono essere classificati in una delle categorie, di seguito riportate nella tabella seguente, che permette all’utente di prestare il proprio consenso o modificarlo (se precedentemente già espresso) per accettare i vari tipi di cookies:

Tipo di cookie

Finalità del cookie

Origine

Azione / Link

Cookie essenziali del sito web (di sessione e di navigazione)

Questi cookie sono essenziali per una corretta navigazione e per fruire delle funzioni del sito. Questi cookies non raccolgono informazioni personali utilizzabili a scopo di marketing, né memorizzano i siti visitati. L’uso questi cookies (che non sono memorizzati in modo persistente sul dispositivo dell’utente e sono automaticamente eliminati con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione d’identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito.  Questa categoria di cookies non può essere disattivata.

 (cookie diretti)

 

Cookie di funzionalità

Questi cookies ci consentono di ricordare le scelte effettuate (come il nome utente, la lingua o la posizione geografica) e forniscono funzioni migliorate e personalizzate. Le informazioni raccolte da tali cookies possono essere rese anonime e non tengono traccia dell’attività di navigazione su altri siti web. Questa categoria di cookies non può essere disattivata.

 (cookie diretti)

 

Cookie analytics

Questi cookies, anche i cache cookies, sono impostati da Google Analytics, sono impiegati al fine di raccogliere informazioni sul modo in cui i visitatori utilizzano il sito, ivi compreso il numero di visitatori, i siti di provenienza e le pagine visitate sul nostro sito web. Utilizziamo queste informazioni per compilare rapporti e per migliorare il nostro sito web; questo ci consente, ad esempio, di conoscere eventuali errori rilevati dagli utenti e di assicurare loro una navigazione immediata, per trovare facilmente quello che cercano. In generale, questi cookie restano sul computer del visitatore fino a quando non vengono eliminati.

Google Analytics Google

privacy policy cookie

Cookie pubblicitari o di profilazione

Questi cookies sono utilizzati per raccogliere informazioni sui siti web e sulle singole pagine visitate dagli utenti, sia sul nostro sito che al di fuori dello stesso (il che potrebbe indicare, a titolo esemplificativo, interessi o altre caratteristiche degli utenti). Tali cookies sono utilizzati per fornire pubblicità e comunicazioni commerciali più pertinenti agli interessi dell’utente, profilandolo. Sono utilizzati, inoltre, per limitare il numero di volte in cui una pubblicità è mostrata e per misurare l’efficacia delle campagne pubblicitarie. Restano sul computer dell’utente fino alla loro eliminazione e fanno da promemoria dell’avvenuta visita del sito web. Inoltre, essi possono indicare se l’utente è arrivato sul nostro sito web attraverso un link pubblicitario.
Queste informazioni vengono condivise con altre organizzazioni come gli inserzionisti e i nostri appaltatori, i quali potrebbero utilizzarle unitamente alle informazioni relative alle modalità di fruizione di altri siti web dell’utente stesso, ad esempio individuando interessi e comportamenti comuni a diversi gruppi di utenti che visitano i nostri (e altri) siti web.

Clickadv s.r.l.

opt-out - opt-in

E' possibile che vengano installati altri cookie di profilazione di terze parte, puoi verificarli ed operare l'optout accedendo qui www.youronlinechoices.com/it

Tecnologie analoghe ai cookies
Come nel caso di molti siti web, utilizziamo tecnologie analoghe ai cookies, compresi gli oggetti condivisi locali (anche noti come “flash cookie”), l’analisi della cronologia del browser, le impronte digitali dei browser e i pixel tag (anche noti come “web beacon”). Queste tecnologie forniscono a noi e ai nostri fornitori informazioni su come il sito e il suo contenuto sono utilizzati dai visitatori, e ci consentono di identificare se il computer o il dispositivo ha visitato i nostri o altri siti in passato.
I nostri server raccolgono automaticamente l’indirizzo IP dell’utente; in questo modo, possiamo associare tale indirizzo al nome del dominio utente o a quello del suo Internet Provider. Potremmo anche raccogliere alcuni “dati clickstream” relativi all’utilizzo del sito. I dati clickstream includono, ad esempio, informazioni relative al computer o dispositivo utente, al browser e al sistema operativo e relative impostazioni, alla pagina di provenienza, alle pagine e ai contenuti visualizzati o cliccati durante la visita oltre ai tempi e alle modalità di tali operazioni, agli elementi scaricati, al sito visitato successivamente al nostro, e a qualsiasi termine di ricerca inserito su nostro sito o su un sito di reindirizzamento.

Come controllare o eliminare i cookies
L’utente ha il diritto di scegliere se accettare o meno i cookies. Nel seguito alcune informazioni su come esercitare tale diritto. Tuttavia, si ricorda che scegliendo di rifiutare i cookies, l’utente potrebbe non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito e, se ha prestato consenso alla profilazione in altre occasioni, le comunicazioni che riceverà potrebbero essere poco pertinenti ai suoi interessi. Si evidenzia, inoltre, che se si sceglie di gestire le preferenze dei cookies, il nostro strumento di gestione dei cookies imposterà comunque un cookie tecnico sul dispositivo per consentirci di dare esecuzione alle preferenze dell’utente. L’eliminazione o la rimozione dei cookies dal dispositivo utente comporta anche la rimozione del cookie relativo alle preferenze; tali scelte dovranno, pertanto, essere nuovamente effettuate.
È possibile bloccare i cookie usando i link di selezione presenti nella tabella sopra riportata. In alternativa, è possibile modificare le impostazioni del browser affinché i cookies non possano essere memorizzati sul dispositivo. A tal fine, occorre seguire le istruzioni fornite dal browser (in genere si trovano nei menu “Aiuto”, “Strumenti o “Modifica”). La disattivazione di un cookie o di una categoria di cookies non li elimina dal browser. Pertanto, tale operazione dovrà essere effettuata direttamente nel browser.
Per ulteriori informazioni sui cookie, anche su come visualizzare quelli che sono stati impostati sul dispositivo, su come gestirli ed eliminarli, visitare www.allaboutcookies.org.

Cookie impostati precedentemente
Se l’utente ha disabilitato uno o più cookies, saremo comunque in grado di utilizzare le informazioni raccolte prima di tale disabilitazione effettuata mediante le preferenze. Tuttavia, a partire da tale momento, cesseremo di utilizzare i cookies disabilitati per raccogliere ulteriori informazioni.