LaFerrari è l'ultima auto supersportiva proposta dalla storica scuderia di Maranello, annunciata come la discendente diretta della Enzo.
E' stata ufficialmente presentata il 5 marzo del 2013 al salone dell'automobile di Ginevra, ed allo stesso tempo è stata anche pubblicizzata in un sito web appositamente creato.
Il nome dell'auto lascia intendere che con tale modello si è voluti riassumere tutta l'essenza della scuderia del cavallino rampante, un concentrato di tecnologia ed esperienza nella costruzione di autovetture che dura in Ferrari da più di 60 anni.

Le linee sono completamente innovative: si nota infatti che lo stile non risulta ispirato a nessuna delle precedenti supersportive, senza tuttavia penalizzare l'aerodinamica e le prestazioni in generale. Solo alcuni piccoli particolari risultano tratti dalle "vecchie glorie" di Maranello, come ad esempio la fuga nera tra portiere e parafanghi, vista già nella F40. Il design in generale risulta complesso, ma viene semplificato dall'incorporamento di alettoni ed altre appendici aerodinamiche.

Negli interni si notano immediatamente forme molto sportive; gli stessi piloti di casa Ferrari, Fernando Alonso e Felipe Massa, hanno contribuito a dare la loro opinione sulla disposizione dei comandi e la posizione di guida all'interno dell'auto, ottenendo come risultato una postazione fissa di guida, adattata alle caratteristiche fisionomiche del cliente al momento della produzione, con possibilità di tarare anche in seguito pedaliera e volante come meglio si crede.
Quest'ultimo è dotato di comandi integrati, mentre le leve del cambio sono fissate al piantone dello sterzo.

 

Nuova-Ferrari-LaFerrari


Il motore è un V12 da ben 6262 cm3 di cilindrata, che eroga potenza di 800 CV a 9250 giri/min. La Ferrari LaFerrari è inoltre la prima automobile da strada che incorpora di serie l'HY-KERS, la nota tecnologia già impiegata da alcuni anni in Formula 1 che consente di avere più potenza dal proprio motore tramite il rilascio, quando richiesto, dell'energia recuperata in frenata ed in curva. 
Il peso complessivo dell'auto è di 1255 kg, grazie a telaio e carrozzeria realizzati in fibra di carbonio e kevlar di diverso tipo in base all'area specifica.
I freni Brembo sono realizzati in composito ceramica-carbonio, mentre il cambio è ovviamente F1 a doppia frizione con 7 marce complessive.
I dati sovraesposti garantiscono secondo la scuderia di Maranello una velocità massima raggiungibile di 350 km/h ed un'accelerazione 0-100 km/h in meno di 3 secondi, 0-200 km/h in meno di 7 e 0-300 km/h in meno di 15. Le emissioni di CO2 dichiarate ammontano sui 330 g/km.

Davvero l'auto supersportiva più prestante mai prodotta dal cavallino rampante.

 

Ufficialmente non è stata ancora presentata, ma abbiamo avuto l'onore di vedere la Lamborghini Huracan, la supercar che raccoglierà la pesante eredità della Lamborghini Gallardo che con le sue 14.022 unità è stata l'auto più venduta del marchio italiano.

La Lamborghini Huracan Lp 610-4, come da tradizione, prende il suo nome da un toro e sarà presentata ufficialmente al Salone di Ginevra nel marzo del 2014 e in anteprima in 130 feste private blindatissime per clienti selezionati e operatori di settore.

Esteticamente la Huracan ha molti elementi in comune con la Lamborghini Aventador, come il posteriore ribassato, i quattro tubi di scappamento e le prese d’aria esagonali dello spoiler anteriore e presenta una linea più dolce rispetto alla Gallardo.

Fari e luci sono rigorosamente full-led, mentre la scocca è costituita da una struttura ibrida che associa parti in alluminio e fibra di carbonio. Soluzione che riduce il peso portandolo a 1422 kg (poco se si considera l’incidenza della trazione integrale e del motore V10), con rapporto peso/potenza di 2,33 kg/cv.

All'interno dell'abitacolo c'è la vera novità, un display da 12,3 pollici che all'occorenza funge anche da navigatore oltre a mostra le informazioni principali per la guida. 

 

 

Le prestazioni sono altissime e superiori alla Gallardo, il motore da 610 Cv (50 in più della precedente) permette il raggiungimento dei 325 km/h con un accelerazione da o a 10 di 3,2 sec. Stiamo su livelli vicini alla sorella maggiore Aventador.

Il cambio sarà per la prima volta automatico/sequenziale a 7 marce con doppia frizione e il piacere di guida è garantito da ben 3 regolazioni: Sport, Strada, Corsa. 

I consumi sono un altro fiore all'occhiello della Lamborghini Huracan, che è capace di percorrere 100 km in percorso misto con 12,5 litri, niente male per una supercar!

Il prezzo e la data di uscita saranno svelati al Salone di Ginevra ma verosimilmente dovrebbe oscillare tra i 200 e i 260 mila euro e le prime auto rilasciate ad Aprile 2014 e la produzione è stata confermata a Santa Agata Bolognese.

Il Made in Italy è salvo e gode di ottima salute.

 

La Citroen C3, disegnata dal designer italiano Donato Coco e che ha debuttato nel 2002, è stata recentemente rivisitata. Dopo il successo al Salone di Ginevra 2013 infatti, la vettura approda nelle concessionarie italiane. Stilisticamente le modifiche, a cura dei designers Double Chevron, riguardano il frontale: saltano all'occhio infatti la mascherina e i nuovissimi Citroen led. Rispetto alla versione precedente, quest'auto si distingue per la comodità e la luminosità, grazie anche al nuovo parabrezza Zenith.
In Italia sono sei le possibilità di Citroen C3 i loro prezzi. Sul fronte benzina abbiamo l' 1.0 VTi 68 e l'1.2 VTi 82 mentre nel diesel c'è l' 1.4 HDi 70 FAP, l' 1.4 e-HDi 70 FAP Airdream, l'1.6 e-HDI 90 FAP Airdream e l' 1.6 e-HDi 115 FAP Airdream. Il prossimo autunno la gamma si amplierà con l'arrivo del GPL. I costi della vettura, escluse le promozioni varie, sono compresi tra i 12.400 Euro del 1.0 VTi 68 Attraction ai 19.400 del 1.6 e-HDi 115 FAP Airdream Exclusive.

La rinnovata Citroen C3 si presenta con un design più arrotondato - che ringiovanisce l'aspetto della vettura -, con nuovi led posizionati sotto i soliti gruppi ottici e con gli chevron integrati nella griglia frontale.
Sul lato le fiancate si presentano lineari e lisce con passaruota bombati, una riga di cintura piuttosto alta e una scalfatura sopra le minigonne abbastanza marcata. Sul posteriore invece si notano il lunotto dalle discrete dimensioni e i nuovi fari che spiccano nel design semplice.
Ed ecco qualche numero dell'auto francese: 1.73 m di larghezza, 3.94 m di lunghezza, 1.52 d'altezza, con un passo di 2.45 m.

Soffermandoci sugli interni, la prima caratteristica che salta all'occhio aprendo la portiera è la luminosità dell'abitacolo, grazie alla presenza del parabrezza Zenith che amplia di 80 gradi la visuale verticale di chi sta seduto davanti. Le plastiche usate per il cruscotto e in generale per le parti interne sono solide e di qualità. I sedili sono confortevoli sia per ciò che riguarda lo schienale che la seduta; sono dotati di diverse regolazioni e dal punto di vista delle misure, non occupano troppo spazio. I passeggeri che si accomoderanno sui sedili posteriori troveranno la stessa comodità e un grande spazio. Il bagagliaio della Citroen C3 ha una capienza di 300 litri ed è estendibile tirando giù i sedili posteriori.
Il volante è di impostazione sportiva, costituito da materiale gradevole al tatto ed è regolabile in profondità e in altezza. I comandi per gestire le varie funzionalità dell'auto sono situate su apposite leve, dietro di esso e non sopra. La strumentazione analogica-digitale è posizionata di fronte al guidatore ed è caratterizzata da tre elementi circolari che indicano con chiarezza il numero giri del motore, la velocità e il livello di carburante.

 

test-drive-nuova-citroen-c3-2013

 

La consolle centrale è costituita nella parte superiore dal display a colori multimediale e dalle bocchette d'areazione. Sotto si trovano i comandi per la regolazione dell’impianto di climatizzazione mentre nella parte inferiore è posizionato l'impianto stereo, dotato di una buona qualità del suono. E' semplice da usare anche il sistema di navigazione: mappe aggiornate, veloce nel ricalcolo del percorso in caso di errore e con una bella grafica.
La Citroen C3 è in vendita in tre differenti allestimenti: c'è l'equipaggiamento Attraction, quello Seductione e al top della gamma esiste la versione Exclusive.

La Citroen C3 dal punto di vista della potenza del motore ha un'indole piuttosto tranquilla ma lo sterzo è un comando preciso, l'impianto frenante non è immediato nei primi passi di corsa ma il mordente migliora subito dopo. Valide anche le sospensioni che attutiscono in maniera ottimale dislivelli, buche e irregolarità di diverso tipo della strada.
L'impostazione dell'auto è prevalentemente turistica, volta a soddisfare un pubblico cittadino che non è interessato alla prestazione di velocità ma vuole soprattutto praticità, compattezza e anche un tocco di stile. Per ciò che riguarda i consumi la Citroen, per il 1.2 VTi 82 conferma 5,6 l/100 km in contesto urbano, 4,1 l/ 100 km nel ciclo extaurbano e 4,7 l/ 100 km in quello misto.

 

Grosse novità nella lista delle 7 finaliste all’ambitissimo premio di Car of the year 2014, per la prima volta infatti ci saranno due vetture elettriche che potrebbero diventare auto dell’anno: la Bmw i3 e la Tesla modello S.

La lista è completata da Citroën C4 PicassoMazda 3Mercedes-Benz Classe S,  Peugeot 308Skoda Octavia e la proclamazione avverrà, come di consueto, al Salone di Ginevra, il 2 marzo.

Una lista che conferma come il mondo delle quattro ruote stia dando particolare attenzione al rispetto dell’ambiente e alle nuove tecnologie, vere e propri cardini per superare il generale calo delle vendite.

Oltre che per le due automobili elettriche, c’è molta curiosità anche per la Mercedes Classe S che porta una auto ammiraglia in finale dopo vari anni di assenza. Una rosa di candidate molto varia e interessante dove le favorite sono le francesi Citroen C4 Picasso e la Peugeot 308, due delle case che hanno vinto più volte il titolo (3 volte a testa). Mentre Skoda e Tesla non sono riuscite mai a portare a podio una vettura.

Si rinnova quindi la sfida tra  i colossi tedeschi Bmw e Mercedes che però, cosa strana, possono vantare solo una vittoria in due (Mercedes nel 1974) ma tantissimi podi.

 

 

Non ci resta quindi che attendere il Salone di Ginevra per scoprire la Car of the year 2014 e scoprire a che punto è lo sviluppo dei motori elettrici e delle nuove tecnologie.  

 

I saloni automobilistici negli ultimi anni sono andati assumendo un'importanza sempre maggiore e il loro numero si è moltiplicato per portare ovunque nel mondo le diverse novità che mettono in campo le industrie del settore. 
Di fronte a un un numero così elevato è d'obbligo distinguere quelli che sono i più importanti e per noi italiani ciò può essere anche fonte di rammarico pensando al centenario Salone di Torino, nato nel lontano 1900. Fino all'inizio del nuovo millennio era uno dei più frequentati, poi Fiat ha pensato di pensionarlo e nel 2002 la manifestazione, che era già stata programmata, è sparita per sempre.
Recriminazioni a parte per un salone che non c'è più, concentriamoci invece su quelle esposizioni internazionali che invece hanno deciso di proseguire nonostante la forte crisi del mercato automobilistico.

In Europa sono tre i Saloni che meritano una menzione: Ginevra, Parigi e Francoforte.

Il Salone svizzero di Ginevra, chiamato Salon International de l'Auto, è nato nel 1905 e si tiene ogni anno da allora (con l'interruzione nel periodo delle due guerre mondiali). Tra le vetture che fecero qui la loro prima apparizione pubblica vi sono modelli che sono ormai entrati nella storia. L'elenco di queste "prime visioni" è lunghissimo e comprende le Fiat 500 Topolino (1937), 600 (1955), X1/9 (1973), le prestigiose Jaguar E Type (1961), Mercedes Pagoda (1963), Ferrari Dino (1965), Lamborghini Miura (1966). E poi ancora la Ford Capri e la Audi 80 nel 1973 e, in anni più recenti, l'Autobianchi Lancia Y10, la Ford Ka, la Lancia Y, la Porsche 997, l'Audi A 5 e la Skoda Yeti.

Le Salon Mondiale de l'Automobile si tiene invece a Parigi ogni due anni nel mese di ottobre. Nato nel 1898 grazie all'intraprendenza di Albert de Dion, fondatore dell'industria omonima che agli inizi del '900 era il maggior produttore mondiale di automobili. 
Il salone ha avuto cadenza annuale fino al 1976 quando si decise di trasformarlo in biennale (negli anni pari). A partire dal 2000, oltre alla presentazione di nuovi modelli e concept car, si affianca una manifestazione con un tema diverso per ogni edizione, nel 2012 l'argomento proposto era "L'auto e la pubblicità" in cui si sono viste esposte vetture che hanno auto un posto importante negli spot e nelle campagne pubblicitarie.

 

saloni-automobilistici-piu-importanti

IAA, Internationale Automobil-Ausstellung, è invece la denominazione del salone automobilistico che si tiene a Francoforte sul Meno a partire dal 1951. A dire il vero la Germania vanta una lunghissima esperienza in fatto di saloni automobilistici che hanno fatto il loro debutto nel lontano 1897 a Berlino, ma la manifestazione si è sempre spostata da una città all'altra fino all'approdo definitivo a Francoforte.
Tra le vetture più celebri che hanno fatto la loro prima comparsa in pubblico proprio qui si può ricordare la mitica Lancia Delta (1979), vero e proprio idolo motoristico del mondo dei rally.

Al di fuori dell'Europa va citato il celeberrimo NAIAS, North American International Auto Show, il salone di Detroit, la capitale americana dell'auto. Nato nel 1907, si tiene ogni anno al Cobo Center ed è principalmente una vetrina per i marchi americani, per le auto di lusso e le concept più innovative.

In Asia il salone più importante e che vanta una storia più lunga è quello di Tokyo che è nato nel 1954 e che si tiene con cadenza biennale. Sono invece di creazione più recente le manifestazioni di Shangai e Pechino, ma stanno assumendo grande importanza per il mercato potenziale che possono attirare.

 

Pagina 1 di 2

script payclick

Stiamo utilizzando i Cookies per migliorare la tua esperienza online sul nostro sito. Continuando la navigazione, tu accetti l'utilizzo dei Cookies.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

INFORMATIVA SUI COOKIES DI CLICKADV SRL – VERSIONE 2015/01

Il presente sito Web, di proprietà di ClickADV srl, con sede legale in via Antiniana 2/A, 80078 Pozzuoli (NA), titolare del trattamento ai sensi e per gli effetti del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (“Codice Privacy”), utilizza i cookies e tecnologie analoghe. La presente informativa fornisce indicazioni su come sono utilizzati i cookies e su come possono essere controllati dall’utente.

L’utilizzo di questo sito Web (e di ogni altro sito gestito da noi) comporta l’accettazione, da parte dell’utente, del ricorso ai cookies (e tecnologie analoghe) conformemente alla presente informativa. In particolare, si accetta l’uso dei cookies di analisi, pubblicità, marketing e profilazione, funzionalità per gli scopi di seguito descritti.
Se l’utente accetta i cookies di profilazione, come più oltre identificati, questi saranno aggiunti al proprio profilo già esistente nelle nostre banche dati, qualora l’utente abbia prestato il consenso ad attività di marketing e profilazione in occasione della sua adesione a una o più delle iniziative condotte dal nostro sito.
Qualora l’utente non intenda accettare l’uso dei cookies per finalità di analisi, pubblicità, profilazione, ha la possibilità di modificare l’impostazione del proprio browser secondo le modalità descritte nella sezione “Come controllare ed eliminare i cookies”.

Cosa sono i cookies
I cookies sono informazioni salvate sul disco fisso del terminale dell’utente e che sono inviate dal browser dell’utente a un Web server e che si riferiscono all’utilizzo della rete. Di conseguenza, permettono di conoscere i servizi, i siti frequentati e le opzioni che, navigando in rete, sono state manifestate. In altri termini, i cookies sono piccoli file, contenenti lettere e numeri, che vengono scaricati sul computer o dispositivo mobile dell’utente quando si visita un sito Web. I cookies vengono poi re-inviati al sito originario a ogni visita successiva, o a un altro sito Web che riconosce questi cookies. I cookies sono utili poiché consentono a un sito Web di riconoscere il dispositivo dell’utente.
Queste informazioni non sono, quindi, fornite spontaneamente e direttamente, ma lasciano traccia della navigazione in rete da parte dell'utente.
I cookies svolgono diverse funzioni e consentono di navigare tra le pagine in modo efficiente, ricordando le preferenze dell’utente e, più in generale, migliorando la sua esperienza. Possono anche contribuire a garantire che le pubblicità mostrate durante la navigazione siano di suo interesse e che le attività di marketing realizzate siano conformi alle sue preferenze, evitando iniziative promozionali sgradite o non in linea con le esigenze dell’utente.
Durante la navigazione su di un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookies che sono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi (es.: immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine di altri domini) presenti sul sito che lo stesso sta visitando. Possono esserci, quindi, sotto questo profilo:

  1. Cookies diretti, inviati direttamente da questo sito al dispositivo dell’utente
  2. Cookies di terze parti, provenienti da una terza parte ma inviati per nostro conto. Il presente sito usa i cookies di terze parti per agevolare l’analisi del nostro sito Web e del loro utilizzo, e per consentire pubblicità mirate (come descritto di seguito).

Inoltre, in funzione della finalità di utilizzazione dei cookies, questi si possono distinguere in:

  1. Cookies tecnici: sono utilizzati per permettere la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica o per erogare un servizio espressamente richiesto dall’utente. Non sono utilizzati per altre finalità. Nella categoria dei cookies tecnici, la cui utilizzazione non richiede il consenso dell’utente, si distinguono:
    1. Cookies di navigazione o di sessione: garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito Web (es.: per autenticarsi ed accedere alle aree riservate). L’uso questi cookies (che non sono memorizzati in modo persistente sul dispositivo dell’utente e sono automaticamente eliminati con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione d’identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito.
    2. Cookies analytics: sono utilizzati soltanto per raccogliere informazioni in forma aggregata, sul numero di utenti che visitano il sito e come lo visitano
    3. Cookies di funzionalità: permettono all’utente di navigare in base a una serie di criteri selezionati (es.: lingua, prodotti o servizi acquistati) per migliorare il servizio reso all’utente.
  2. Cookies di profilazione: sono volti a creare profili relativi all’utente e utilizzati per inviare messaggi promozionali mirati in funzione delle preferenze manifestate durante la sua navigazione in rete. Questi cookies sono utilizzabili per tali scopi soltanto con il consenso dell’utente.

Come sono utilizzati i cookies da questo sito
La tabella seguente riassume il modo in cui questo sito e le terzi parti utilizzano i cookies. Questi usi comprendono il ricorso ai cookies per:

  1. conoscere il numero totale di visitatori in modo continuativo oltre ai tipi di browser (ad es. Firefox, Safari o Internet Explorer) e sistemi operativi (ad es. Windows o Macintosh) utilizzati;
  2. monitorare le prestazioni del sito, incluso il modo in cui i visitatori lo utilizzano, nonché per migliorarne le funzionalità;
  3. personalizzare e migliorare l’esperienza utente on-line;
  4. consentire la profilazione dell’utente, per scopi promozionali mirati e personalizzati in funzione delle preferenze ed interessi manifestati in rete dall’utente, da nostra parte e di terze parti, sia su questo sito che al di fuori dello stesso.

Quali categorie di cookies utilizziamo e come possono essere gestiti dall’utente
I tipi di cookie utilizzati possono essere classificati in una delle categorie, di seguito riportate nella tabella seguente, che permette all’utente di prestare il proprio consenso o modificarlo (se precedentemente già espresso) per accettare i vari tipi di cookies:

Tipo di cookie

Finalità del cookie

Origine

Azione / Link

Cookie essenziali del sito web (di sessione e di navigazione)

Questi cookie sono essenziali per una corretta navigazione e per fruire delle funzioni del sito. Questi cookies non raccolgono informazioni personali utilizzabili a scopo di marketing, né memorizzano i siti visitati. L’uso questi cookies (che non sono memorizzati in modo persistente sul dispositivo dell’utente e sono automaticamente eliminati con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione d’identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito.  Questa categoria di cookies non può essere disattivata.

 (cookie diretti)

 

Cookie di funzionalità

Questi cookies ci consentono di ricordare le scelte effettuate (come il nome utente, la lingua o la posizione geografica) e forniscono funzioni migliorate e personalizzate. Le informazioni raccolte da tali cookies possono essere rese anonime e non tengono traccia dell’attività di navigazione su altri siti web. Questa categoria di cookies non può essere disattivata.

 (cookie diretti)

 

Cookie analytics

Questi cookies, anche i cache cookies, sono impostati da Google Analytics, sono impiegati al fine di raccogliere informazioni sul modo in cui i visitatori utilizzano il sito, ivi compreso il numero di visitatori, i siti di provenienza e le pagine visitate sul nostro sito web. Utilizziamo queste informazioni per compilare rapporti e per migliorare il nostro sito web; questo ci consente, ad esempio, di conoscere eventuali errori rilevati dagli utenti e di assicurare loro una navigazione immediata, per trovare facilmente quello che cercano. In generale, questi cookie restano sul computer del visitatore fino a quando non vengono eliminati.

Google Analytics Google

privacy policy cookie

Cookie pubblicitari o di profilazione

Questi cookies sono utilizzati per raccogliere informazioni sui siti web e sulle singole pagine visitate dagli utenti, sia sul nostro sito che al di fuori dello stesso (il che potrebbe indicare, a titolo esemplificativo, interessi o altre caratteristiche degli utenti). Tali cookies sono utilizzati per fornire pubblicità e comunicazioni commerciali più pertinenti agli interessi dell’utente, profilandolo. Sono utilizzati, inoltre, per limitare il numero di volte in cui una pubblicità è mostrata e per misurare l’efficacia delle campagne pubblicitarie. Restano sul computer dell’utente fino alla loro eliminazione e fanno da promemoria dell’avvenuta visita del sito web. Inoltre, essi possono indicare se l’utente è arrivato sul nostro sito web attraverso un link pubblicitario.
Queste informazioni vengono condivise con altre organizzazioni come gli inserzionisti e i nostri appaltatori, i quali potrebbero utilizzarle unitamente alle informazioni relative alle modalità di fruizione di altri siti web dell’utente stesso, ad esempio individuando interessi e comportamenti comuni a diversi gruppi di utenti che visitano i nostri (e altri) siti web.

Clickadv s.r.l.

opt-out - opt-in

E' possibile che vengano installati altri cookie di profilazione di terze parte, puoi verificarli ed operare l'optout accedendo qui www.youronlinechoices.com/it

Tecnologie analoghe ai cookies
Come nel caso di molti siti web, utilizziamo tecnologie analoghe ai cookies, compresi gli oggetti condivisi locali (anche noti come “flash cookie”), l’analisi della cronologia del browser, le impronte digitali dei browser e i pixel tag (anche noti come “web beacon”). Queste tecnologie forniscono a noi e ai nostri fornitori informazioni su come il sito e il suo contenuto sono utilizzati dai visitatori, e ci consentono di identificare se il computer o il dispositivo ha visitato i nostri o altri siti in passato.
I nostri server raccolgono automaticamente l’indirizzo IP dell’utente; in questo modo, possiamo associare tale indirizzo al nome del dominio utente o a quello del suo Internet Provider. Potremmo anche raccogliere alcuni “dati clickstream” relativi all’utilizzo del sito. I dati clickstream includono, ad esempio, informazioni relative al computer o dispositivo utente, al browser e al sistema operativo e relative impostazioni, alla pagina di provenienza, alle pagine e ai contenuti visualizzati o cliccati durante la visita oltre ai tempi e alle modalità di tali operazioni, agli elementi scaricati, al sito visitato successivamente al nostro, e a qualsiasi termine di ricerca inserito su nostro sito o su un sito di reindirizzamento.

Come controllare o eliminare i cookies
L’utente ha il diritto di scegliere se accettare o meno i cookies. Nel seguito alcune informazioni su come esercitare tale diritto. Tuttavia, si ricorda che scegliendo di rifiutare i cookies, l’utente potrebbe non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito e, se ha prestato consenso alla profilazione in altre occasioni, le comunicazioni che riceverà potrebbero essere poco pertinenti ai suoi interessi. Si evidenzia, inoltre, che se si sceglie di gestire le preferenze dei cookies, il nostro strumento di gestione dei cookies imposterà comunque un cookie tecnico sul dispositivo per consentirci di dare esecuzione alle preferenze dell’utente. L’eliminazione o la rimozione dei cookies dal dispositivo utente comporta anche la rimozione del cookie relativo alle preferenze; tali scelte dovranno, pertanto, essere nuovamente effettuate.
È possibile bloccare i cookie usando i link di selezione presenti nella tabella sopra riportata. In alternativa, è possibile modificare le impostazioni del browser affinché i cookies non possano essere memorizzati sul dispositivo. A tal fine, occorre seguire le istruzioni fornite dal browser (in genere si trovano nei menu “Aiuto”, “Strumenti o “Modifica”). La disattivazione di un cookie o di una categoria di cookies non li elimina dal browser. Pertanto, tale operazione dovrà essere effettuata direttamente nel browser.
Per ulteriori informazioni sui cookie, anche su come visualizzare quelli che sono stati impostati sul dispositivo, su come gestirli ed eliminarli, visitare www.allaboutcookies.org.

Cookie impostati precedentemente
Se l’utente ha disabilitato uno o più cookies, saremo comunque in grado di utilizzare le informazioni raccolte prima di tale disabilitazione effettuata mediante le preferenze. Tuttavia, a partire da tale momento, cesseremo di utilizzare i cookies disabilitati per raccogliere ulteriori informazioni.